Quando arrampichi sulle cascate di ghiaccio hai la libertà e il privilegio di scegliere la tua linea di arrampicata e assicurarla come meglio credi. Per quest'ultimo, le viti da ghiaccio giocano un ruolo centrale. In questo articolo, lo scalatore di ghiaccio, guida alpina e autore Peter von Känel spiega cosa è importante quando si fissa con chiodi da ghiaccio.

Un contributo di Peter von Kaenel – presentato da Petzl, Bächli Bergsport e la Scuola alpina di Adelboden Kandersteg

Lo imparerai in questo articolo

set viti da ghiaccio | basi

Tecnica di base per l'installazione delle viti da ghiaccio. Immagine: Petzl
Tecnica di base per l'installazione delle viti da ghiaccio. Immagine: Petzl
  1. Le viti da ghiaccio sono posizionate approssimativamente perpendicolarmente alla superficie del ghiaccio.
  2. Tieni saldamente in mano il chiodo da ghiaccio, premilo saldamente contro la superficie del ghiaccio tra l'altezza dell'anca e del torace e applicalo con un movimento rotatorio con il polso. Se necessario praticare prima un piccolo avvallamento con la vite da ghiaccio mediante un ripetuto movimento rotatorio.
  3. Ora arriva la parte difficile, che richiede un po' di pratica: mentre si preme ancora la vite da ghiaccio contro la superficie del ghiaccio con il palmo della mano, ruotare più volte la vite da ghiaccio di un giro completo nel ghiaccio.
  4. Non appena la vite da ghiaccio è profonda qualche giro nel ghiaccio, apri la manovella e girala fino a quando la linguetta è rivolta verso il basso e la vite da ghiaccio sporge dal ghiaccio di circa 0.5-1 cm. Motivo. Quando successivamente si svita la vite da ghiaccio, è possibile allentare la carota congelata dall'interno della vite da ghiaccio avvitandola prima un po'. L'ultimo passaggio consiste nel ripiegare la manovella e agganciare il rinvio nel passante.

«Non sempre è possibile avvitare completamente una vite da ghiaccio. In questo caso cerchi ghiaccio più spesso o usi un chiodo da ghiaccio più corto”.

Peter von Kaenel
L'impostazione delle viti da ghiaccio con una sola mano sia con la mano sinistra che con la destra dovrebbe essere praticata ampiamente. I chiodi da ghiaccio si regolano preferibilmente dalla posizione di riposo del movimento standard (triangolo).
L'impostazione delle viti da ghiaccio con una sola mano sia con la mano sinistra che con la destra dovrebbe essere praticata ampiamente. I chiodi da ghiaccio si regolano preferibilmente dalla posizione di riposo del movimento standard (triangolo).

Rimuovere le viti da ghiaccio

La posizione di riposo del movimento standard (triangolo) si rivela valida anche per lo svitamento dei chiodi da ghiaccio. Il nucleo del trapano viene estratto immediatamente dopo averlo estratto. Per fare ciò, afferrare la vite da ghiaccio per la filettatura e picchiettare la linguetta contro la testa del piccone o contro il ghiaccio.

"Se colpisci il filo contro il plettro, estrai il nucleo, ma danneggi la superficie della vite da ghiaccio, che è importante per l'avvitamento."

Peter von Kaenel

Quanto dura una vite da ghiaccio?

La forza d'urto che agisce su una vite da ghiaccio in una via da capocordata dipende principalmente dal fattore di caduta, dal peso dell'arrampicatore e dall'allungamento della corda. Nel seguente scenario sfavorevole è stata misurata una forza d'urto di 6 kN (corrisponde a circa 600 kg): Caduta statica 1.5 m sopra il primo rinvio, che è 1.5 m sopra il supporto. Corda singola, peso = 80 kg. 

Una vite da ghiaccio posizionata correttamente con una lunghezza di almeno 13 cm in ghiaccio solido e compatto ha una forza di tenuta di oltre 10 kN (corrisponde a circa 1000 kg). In alcuni casi sono stati misurati anche più di 20 kN durante i tentativi di estrazione.

"Regola del pollice: Se il chiodo da ghiaccio morde almeno ¾ della sua filettatura, ha una forza di tenuta sufficiente per arrestare una caduta. Tuttavia, se gira al minimo per più di ¼ della sua lunghezza del thread, è considerato inaffidabile.

Peter von Kaenel

A volte, durante l'installazione di una vite da ghiaccio, puoi sentire che gira brevemente nel vuoto a causa di sacche d'aria nel ghiaccio. Una grande dispersione delle forze di tenuta è stata misurata nel ghiaccio con inclusioni d'aria così evidenti mediante test di pull-out.


Luce di velocità laser Viti da ghiaccio Petzl

Viti da ghiaccio Petzl Laser Speed ​​Light

Il Laser Speed ​​​​Light è uno dei chiodi da ghiaccio più collaudati e leggeri. L'asta in alluminio e la punta in acciaio riducono il peso della vite da ghiaccio.

La manovella pieghevole integrata garantisce un'efficienza ottimale, facilitando e accelerando la svolta. La linguetta compatta lo rende facile da girare nel gelato al cavolfiore.

La forma ottimizzata della punta in acciaio con i suoi tre denti garantisce una presa rapida nel ghiaccio. La riserva di affilatura brevettata dei denti semplifica anche la riaffilatura.


Quando e dove metti una vite da ghiaccio?

In generale, ha senso installare viti da ghiaccio a brevi intervalli. Oltre al vantaggio principale del minor rischio di lesioni in caso di caduta, diventi un po' più esperto con ogni vite da ghiaccio che imposti.

Chiodi da ghiaccio posizionati a brevi intervalli (Kiental)
Chiodi da ghiaccio posizionati a brevi intervalli (Kiental).

Il primo chiodo da ghiaccio viene solitamente posizionato con un disassamento laterale già 1-2 metri dopo essere usciti dalla sosta, questo per evitare una caduta direttamente sulla sosta e/o sull'assicuratore.

Strutture simili a camini si trovano spesso in salite ripide, che consentono un montaggio rilassato e sicuro delle viti da ghiaccio.

Buona posizione in un camino per posizionare una vite da ghiaccio (Flying Circus, Breitwangflue).
Buona posizione in un camino per posizionare una vite da ghiaccio (Flying Circus, Breitwangflue).

Durante l'attraversamento, i chiodi da ghiaccio sono posizionati in modo tale che la persona che sale dietro non faccia un grande tragitto. Immediatamente prima di uscire in una zona più pianeggiante con neve o ghiaccio poroso, metti un'altra vite da ghiaccio nel ghiaccio compatto dall'ultima buona posizione.

"Le viti da ghiaccio nei perni o nei pilastri che cadono sono potenzialmente letali."

Peter von Kaenel

L'installazione di viti da ghiaccio in colonne filigranate e coni pendenti dovrebbe quindi essere evitata il più possibile. Se un grosso rubinetto si è recentemente rotto, a volte è giustificato avvitare il moncone.

Impostazione delle viti da ghiaccio - diversi scenari

  • Lo scalatore avrebbe l'opportunità di posizionare una vite da ghiaccio nel moncone a destra.
  • Arrampicata su un ghiacciolo gigante con sosta su roccia (Flying Circus).
  • Il ghiacciolo gigante si è staccato. La posizione dell'arrampicatore per fissare una vite da ghiaccio è buona (Flying Circus).
  • I funghi di ghiaccio ben collegati alla roccia sono adatti per l'installazione delle viti da ghiaccio. La vite da ghiaccio deve essere affilata come un rasoio in modo che un fungo di ghiaccio non scoppi. Vite di ghiaccio in un fungo di ghiaccio (crack baby). Foto: Cédric de Bourgknecht
  • Su terreni misti impegnativi, dovresti sempre avere con te alcune viti da ghiaccio corte e affilate come rasoi (incrocio esterno Fisistock nord). Foto: Silvan Schüpbach
  • In ghiaccio compatto e ben raccordato, anche i chiodi da ghiaccio corti sono affidabili.

Corsi di arrampicata su ghiaccio e misto con la scuola alpina di Adelboden Kandersteg

Scuola alpina Adelboden©Roman-Huber

Ti piacerebbe avventurarti nel ghiaccio o approfondire le tue abilità esistenti? Che tu sia un alpinista principiante o avanzato, arrampicata su ghiaccio o misto o anche nelle calde giornate invernali con poco ghiaccio - sull'Engstligenalp ad Adelboden possiamo offrirti la garanzia che i corsi si terranno praticamente in tutte le condizioni.

L'arena del ghiaccio è gestita dalla scuola alpina di Adelboden Kandersteg e il nostro team comprende guide alpine esperte e altamente qualificate che ti metteranno in forma su ghiaccio e terreni misti.

Metti in pratica con noi le conoscenze che hai acquisito da «STEEP FROZEN» - non vediamo l'ora di vederti!


Il passo per guidare

Per praticare l'arrampicata da piombo e l'installazione/smontaggio di viti da ghiaccio in modo intensivo e in un ambiente sicuro, si è dimostrato valido quanto segue:

  • La persona A fa un passo avanti e apre tre chiodi da ghiaccio, con il prossimo chiodo da ghiaccio che viene aperto quando l'ultimo chiodo da ghiaccio è all'altezza del ginocchio. All'ultimo chiodo di ghiaccio si cala e si slega.
  • La persona B ora sale con la corda superiore fino all'ultimo chiodo da ghiaccio. Adesso si fa avanti, da parte sua fissa tre chiodi da ghiaccio, si lascia calare e si slega.
  • La persona A ora sale in top-rope, rimuove i tre chiodi da ghiaccio inferiori e li posiziona sopra l'ultimo chiodo da ghiaccio nella via principale, cala.
  • Ora tocca alla persona B salire di nuovo. Eccetera.
Il passo per condurre l'arrampicata in un ambiente sicuro (Engstligenalp).
Il passo per condurre l'arrampicata in un ambiente sicuro (Engstligenalp).

Il metodo è particolarmente adatto per abituarsi all'arrampicata su ghiaccio da capocordata. A differenza dell'arrampicata sportiva, il rischio di lesioni dovute a una caduta durante l'arrampicata su ghiaccio non deve essere sottovalutato. È quindi importante assicurarsi di muoversi sempre all'interno della propria zona di comfort quando si guida la salita.

"L'impostazione delle viti da ghiaccio con una sola mano sia con la mano sinistra che con la destra dovrebbe essere ampiamente praticata."

Peter von Kaenel

Consigli e trucchi

  • Il numero di chiodi da ghiaccio esistenti va suddiviso fino allo stand successivo. A seconda della situazione, devi comunque tenere di riserva due viti da ghiaccio per la costruzione dello stand. Se i chiodi da ghiaccio non raggiungono la sosta successiva, aggrapparsi all'ultimo chiodo da ghiaccio (ghiaccio solido), calarsi un po' in corda doppia e raccogliere alcuni chiodi da ghiaccio dalla parte inferiore del tratto di corda. Si lasciano le prime tre viti da ghiaccio.
  • L'installazione di una vite da ghiaccio richiede molta forza sul ghiaccio ripido, soprattutto se non l'hai ancora padroneggiata. In caso di dubbio, ha senso martellare una piccozza in modo molto solido e fissarsi con cura su di essa, ad esempio con una fionda. Così puoi indossare la tua imbracatura da arrampicata, riposare e sistemare la vite da ghiaccio in pace.
  • In generale, durante l'arrampicata su ghiaccio e misto, dovresti abituarti a eseguire tutte le manipolazioni con i guanti, se possibile, perché ogni volta che ti togli un guanto e lo indossi, diventa un po' più umido all'interno.
  • I chiodi da ghiaccio smussati possono essere avvitati solo con grande difficoltà o per niente e hanno quindi un impatto negativo sulla sicurezza. Al contrario, i chiodi da ghiaccio affilati sono facili da posizionare e avvitare. Nel ghiaccio fragile, le viti da ghiaccio affilate hanno meno probabilità di scheggiarsi e scoppiare, il che ha un effetto positivo sulla forza di tenuta. È quindi importante mantenere sempre affilati i chiodi da ghiaccio. Puoi far riaffilare le tue viti da ghiaccio in vari negozi di alpinismo, oppure puoi affilarle tu stesso. Ti mostriamo come farlo nel seguente video.

Video: affila i tuoi chiodi da ghiaccio: ecco come funziona

All'autore

Peter von Känel, classe 1973, è guida alpina, ingegnere aeronautico e appassionato alpinista. Per molti anni Peter è stato intensamente coinvolto non solo con l'arrampicata su ghiaccio e misto, ma anche con il fattore umano.

Oltre ad alcune sensazionali prime salite su ghiaccio e misto come la via BASE nella valle di Lauterbrunnen, Peter ha ripetuto molte vie estremamente impegnative, a volte come guida alpina.

Con questi tour, così come in molte discussioni con colleghi esperti di arrampicata, Peter ha acquisito negli anni una vasta conoscenza dell'arrampicata su ghiaccio e misto. Trasmette queste conoscenze nei corsi, nel coaching e con il suo nuovo libro di testo.

Peter von Känel: guida alpina, ingegnere aeronautico e appassionato alpinista.
Peter von Känel: guida alpina, ingegnere aeronautico e appassionato alpinista.

Steep Frozen: un libro di testo pratico

Questa serie di gelati graffia solo la superficie di questo affascinante argomento. Per tutti coloro che vogliono saperne di più, l'inizio di novembre 2022 è il libro Ripido congelato apparso.

Questo pratico libro di testo di Peter von Känel riassume in una forma compatta una vasta gamma di utili conoscenze sull'arrampicata su ghiaccio, l'arrampicata mista e il dry tooling.

Le sezioni sugli aspetti mentali e sull'attrezzatura completano questo lavoro chiaramente strutturato. Grazie al suo formato compatto, il libro può essere utilizzato anche come utile libro di riferimento per gli spostamenti.

Il libro è dentro Casa editrice Filidor pubblicato e costa CHF 32.00. Puoi trovare ulteriori informazioni, inclusi estratti e feedback dei lettori, da Peter von Känel Sito web.

Steep Frozen Peter von Känel

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: Immagine di copertina Petzl | Marc Daviet, immagini dell'articolo Peter von Känel

azionetalkTV
EnglishSpanishFrenchItalianGerman