Kai Horada è campione del mondo nel bouldering

Dopo aver sorprendentemente eliminato alcuni favoriti in semifinale, sei atleti hanno lottato per il titolo questa sera. L'oro è vinto da 19, un anno giapponese, Kai Harada.

Ai Campionati del mondo di arrampicata di Innsbruck, sei finalisti hanno combattuto oggi per il titolo di campione del mondo nel boulder di Olympiaworld, che è stato imballato all'ultimo posto. Dopo che il difensore del titolo Tomoa Narasaki è stato eliminato in semifinale, era chiaro che ci sarebbe stato un nuovo campione del mondo. I boulderisti consegnati alla fine di una partita molto eccitante. Gli organizzatori del percorso avevano costruito un giro perfetto di fattori di spettacolo e difficoltà.

Kai Harada prende il comando con Flash

Il primo masso, un salto molto lungo, tutti i finalisti sono saliti in cima. Il coreano Jongwon Chon ha anche avuto bisogno di un solo tentativo, motivo per cui ha assunto il tour intermedio. C'erano quattro cime nel secondo masso. Qui Kai Harada è riuscito in un lampo, motivo per cui era il nuovo leader. Dopo il terzo masso, tutti i finalisti tranne Nathan Phillips avevano ancora una possibilità di vincere il titolo.

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning

Lacrime di gioia per il giapponese di 19

Kai Harada era sul primo livello intermedio prima dell'ultimo boulder e l'aveva nelle sue mani. L'unico 19enne ha colto al volo l'occasione che gli si è presentata. Ha flashato il boulder e ha vinto la finale in anticipo. Al vertice sapeva di essere sicuro del titolo. Lacrime di gioia sono poi scese sul tappeto. “Non ho parole per questo. Ero molto concentrato e ho fatto del mio meglio ", ha detto Harada al pubblico ruggente.

La medaglia d'argento Jongwon Chon ringrazia il pubblico per l'umore

Gregor Vezonik è stato l'unico dei finalisti che ha rotto anche l'ultimo masso. Lo sloveno si è assicurato il bronzo. L'argento è andato a Jongwon Chon, che ha avuto bisogno di meno tentativi di Vezonik per le sue quattro zone. Il favorito del pubblico Chon, che ha vinto una Coppa del Mondo a Innsbruck nel 2016, è stato felicissimo dell'argento: “Oggi è il mio giorno migliore. Nel 2017 ho vinto la Coppa del Mondo generale, ma quest'anno non sono partito all'inizio. La Coppa del Mondo è la competizione più importante dell'anno. Forse non ho vinto, ma mi è piaciuta molto la competizione. Il pubblico era semplicemente fantastico. Grazie mille!"

La squadra slovena si ispira a vicenda

Gregor Vezonik ha spiegato il suo successo con il buon dinamismo nella squadra slovena: “Quest'anno stiamo andando bene. Siamo una grande squadra e ci spingiamo a vicenda. Dopo aver vinto l'ultima Coppa del Mondo Boulder a Monaco, il mio obiettivo era una medaglia. ”Il quarto posto è andato a Keita Watabe. Kokoro Fujii era quinto e Nathan Phillips era sesto.

Tutte le notizie sulla Coppa del Mondo su LACRUX

Segnaliamo quotidianamente dai Mondiali 2018 di Innsbruck. Gli articoli possono essere trovati nel Competizione di categoria, Le informazioni intermedie e i collegamenti live streaming sono attivi Instagram , Facebook.

Replay dei Boulderfinals

-

Crediti: Picture Tallers Photopress

Attuale

Jernej Kruder conquista una via ibrida 9a con topout offwidth

Nonostante le condizioni esterne: Jernej Kruder ripete la via ibrida 9a La Bruja di Ignacio Mulero a La Pedriza.

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.

Enorme frana sul Piz Scerscen

Sul Piz Scerscen in Engadina domenica mattina presto si sono staccati oltre un milione di metri cubi di roccia e ghiaccio.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Jernej Kruder conquista una via ibrida 9a con topout offwidth

Nonostante le condizioni esterne: Jernej Kruder ripete la via ibrida 9a La Bruja di Ignacio Mulero a La Pedriza.

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui