Ueli Steck è morto sul Monte Everest

Abbiamo appena ricevuto la triste notizia che Ueli Steck ha avuto un incidente mortale sul Monte Everest. Ueli ha pianificato un record sul Monte Everest, dove voleva scalare due vette di fila. Oggi ha avuto un incidente mortale durante un giro di ricognizione.

Il tour pianificato di Ueli Steck era ambizioso, come lo sapevamo da "The Swiss Machine". Il suo obiettivo era scalare l'Everest e il Lhotse entro 48 ore. Ueli Steck voleva scalare l'Everest attraverso la ripida gola chiamata Hornbein-Couloir. Questa linea è stata scelta per l'ultima volta da una spedizione svizzera circa 60 anni fa.

In preparazione incidente

Sfortunatamente, l'ispezione programmata non ha avuto luogo. Ueli ha avuto un incidente durante il tour esplorativo di oggi vicino al campo base 40. I soccorritori hanno trovato il corpo del quarantenne vicino al Monte Nuptse, a sud-ovest del Monte Everest.

Il breve rapporto su SRF su Ueli Steck

-
Crediti: Immagine Ueli Steck

 

Attuale

Consiglio sul film: da bambino prodigio ad atleta di livello mondiale

Film consigliato per il fine settimana: Sasha DiGiulian, un tempo prodigio dell'arrampicata, ora atleta professionista con numerose prime salite femminili.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpetta da arrampicata ad alte prestazioni...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Consiglio sul film: da bambino prodigio ad atleta di livello mondiale

Film consigliato per il fine settimana: Sasha DiGiulian, un tempo prodigio dell'arrampicata, ora atleta professionista con numerose prime salite femminili.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpa da arrampicata ad alte prestazioni che eccelle davvero su terreni ripidi e strapiombanti. Siamo con il nuovo...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui