Il fondatore di Patagonia dona l'azienda alla tutela dell'ambiente

50 anni dopo la sua fondazione, il fondatore della Patagonia Yvon Chouinard ha donato la sua azienda a due fondazioni ambientali, la Patagonia Purpose Trust e la Holdfast Collective. Andando avanti, ogni dollaro non reinvestito in Patagonia sarà distribuito come dividendo per proteggere il pianeta.

L'azienda di abbigliamento outdoor Patagonia annuncia la nuova proprietà. Questa ristrutturazione avvenne circa 50 anni dopo il fondatore Yvon Chouinard inizia l'esperimento di imprenditorialità responsabile.

Con effetto immediato, la famiglia Chouinard ha trasferito tutti i diritti di proprietà a due nuove entità: la Patagonia Scopo Fiducia e la Collettivo Holdfast. Ancora più importante, d'ora in poi, ogni dollaro non reinvestito nella società sarà pagato come dividendo per proteggere il pianeta.

Il fondatore della Patagonia Yvon Chouinard
Yvon Chouinard ha fondato la Patagonia 50 anni fa. Immagine: Tom Frost

“È passato mezzo secolo da quando abbiamo iniziato il nostro esperimento di business responsabile. Se vogliamo sperare di avere un pianeta vivibile in 50 anni, dobbiamo fare tutto il possibile con le risorse che abbiamo.»

Yvon Chouinard, fondatore della Patagonia

Perseguire le intenzioni basate sui valori dei fondatori

Il Patagonia Purpose Trust ora possiede tutte le azioni di voto della società, che rappresentano una partecipazione del XNUMX% nella società. Il Patagonia Purpose Trust crea una struttura legale permanente per sancire lo scopo ei valori della Patagonia. Aiuterà a promuovere le intenzioni basate sui valori del fondatore e assicurerà che l'azienda possa continuare a fare ciò in cui è meglio: come azienda a scopo di lucro, dimostrare che il capitalismo può lavorare per il pianeta.

«Come uomo d'affari non avrei mai voluto essere, mi assumo la responsabilità. Invece di sfruttare la natura a scopo di lucro, utilizziamo la ricchezza creata dalla Patagonia per proteggere la fonte di ogni ricchezza: la natura. Facciamo della terra il nostro unico azionista. Sono seriamente intenzionato a salvare questo pianeta.»

Yvon Chouinard, fondatore della Patagonia
Patagonia Campus Ventura. Immagine: Kyle Sparks
Patagonia Campus Ventura. Immagine: Kyle Sparks

100 milioni per la tutela dell'ambiente

L'Holdfast Collective possiede tutte le azioni senza diritto di voto (98% delle azioni totali della società). Usa ogni dollaro raccolto per combattere la crisi ambientale e climatica, proteggere la natura e la biodiversità e sostenere le comunità attive nella protezione dell'ambiente.

Ogni anno, Patagonia paga i guadagni non reinvestiti nell'azienda come dividendo all'Holdfast Collective per aiutare a combattere la crisi ambientale. La società prevede di pagare circa $ 100 milioni all'anno, a seconda della salute dell'azienda.

1 per cento delle vendite alle organizzazioni ambientaliste

Patagonia rimane una società B Corp e continuerà a donare l'XNUMX% delle vendite alle organizzazioni ambientaliste ogni anno. Nulla cambierà nella gestione della società. Ryan Gellert continuerà come CEO e la famiglia Chouinard continuerà a far parte del consiglio di amministrazione della Patagonia, insieme a Kris Tompkins, Dan Emmett, Dr. Ayana Elizabeth Johnson, Charles Conn, Presidente del Consiglio, e Ryan Gellert.

La famiglia Chouinard guiderà l'azionista di controllo della società, il Patagonia Purpose Trust, eleggerà e supervisionerà il consiglio di amministrazione di Patagonia e dirigerà l'attività filantropica del Collettivo Holdfast. Lavorando insieme, il Consiglio di amministrazione di Patagonia e il Patagonia Purpose Trust si impegneranno per il successo a lungo termine dell'azienda, assicurandosi che rimanga fedele al suo scopo e ai suoi valori.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: Foto di copertina Campbell Brewer

Attuale

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpetta da arrampicata ad alte prestazioni...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).

Infortuni comuni nel trail running e come prevenirli

In questo articolo imparerai quali infortuni sono comuni durante il trail running e cosa puoi fare per risolverli.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpa da arrampicata ad alte prestazioni che eccelle davvero su terreni ripidi e strapiombanti. Siamo con il nuovo...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).