Jonas Schild sulla missione di Mission Miranda

Alla fine di aprile, Jonas Schild di Berna ha gestito la classica Lehn Missione Miranda (8c) in Lehn. Abbiamo intervistato Jonas sulla riuscita ascesa. Il video è sotto

Quando hai provato la via per la prima volta? 

In autunno 2015, dopo I hybris (8c +) è salito. A quel tempo, mi sono avvicinato alle mosse individuali di Mission Miranda.

Da quanto tempo hai pianificato il percorso? È stato facile o uno dei tuoi progetti più lunghi?

In realtà l'ho provato nella primavera di un anno fa. Lo scorso autunno l'ho quasi scalata, ma poi mi sono infortunato al piede. In realtà, non pensavo che ci avrei provato di nuovo questa primavera, perché non ho fatto molto per scalare durante l'inverno. Ma sorprendentemente, ad aprile ha funzionato abbastanza facilmente. Per me è stata sicuramente una delle vie più difficili finora salite, non in termini di grado, ma vie così brevi e brutali non mi si addicono.

Cosa ti è passato per la testa quando hai fermato il supporto?

Era piuttosto divertente, lo sapevo già quando ho fatto la prima mossa difficile che avrebbe potuto risolvere. Questo mi ha reso estremamente sollevato e mi sono divertito molto, ma è normale quando hai capito qualcosa, non importa quanto sia stato difficile. L'attesa di una birra fredda è arrivata abbastanza velocemente.

Qual è il tuo prossimo progetto di arrampicata sportiva più grande?

Al momento voglio concentrarmi maggiormente sull'alpinismo. Ma ovviamente ho ancora in mente molti progetti di arrampicata sportiva

Quali altri sono i tuoi piani per i prossimi mesi? Qualcosa di speciale?

Vado in alpinismo in Pakistan per due mesi a luglio.

Jonas Shield in Mission Miranda

Un po 'più pesante

Già in autunno 2015 Jonas ha sbattuto contro Lehn. A quel tempo con la celebrazione di hybris (8c +). C'è anche un video di questo.

-
Crediti: foto Daniel Bleuer

Attuale

Consiglio sul film: da bambino prodigio ad atleta di livello mondiale

Film consigliato per il fine settimana: Sasha DiGiulian, un tempo prodigio dell'arrampicata, ora atleta professionista con numerose prime salite femminili.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpetta da arrampicata ad alte prestazioni...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Consiglio sul film: da bambino prodigio ad atleta di livello mondiale

Film consigliato per il fine settimana: Sasha DiGiulian, un tempo prodigio dell'arrampicata, ora atleta professionista con numerose prime salite femminili.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpa da arrampicata ad alte prestazioni che eccelle davvero su terreni ripidi e strapiombanti. Siamo con il nuovo...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

1 commento

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui