Moschettoni per arrampicata e alpinismo: dovresti saperlo

L'arrampicata – anzi l'alpinismo – sarebbe impensabile senza moschettoni. Tuttavia, le parti dure ovali spesso conducono un'esistenza oscura. Che si tratti di moschettoni HMS o rinvii: senza di essi cose dall'aspetto arcaico cadremmo nell'abisso più velocemente di quanto vorremmo. Diamo uno sguardo più da vicino al mondo dei moschettoni.

Un contributo di Fabian Reichle - Bächli Bergsport

Carabina sono menzionati per la prima volta nel 18esimo secolo e costruzioni simili esistevano prima. Il pioniere tedesco dell'arrampicata ha armeggiato per lo sport dell'arrampicata Otto Herzog prima della prima guerra mondiale con l'uso di carabine. Nell'alpinismo in genere, la loro processione trionfale si svolse intorno alla fine del secolo. Tanto è successo da allora.

Ritenzione comprovata

La struttura di base di un moschettone è sempre la stessa. C'è un lungo lato dorsale opposto a quello con lo snapper. Quest'ultima è la parte con il meccanismo di apertura e chiusura. Lo snapper prende il nome perché si incastra nel naso del moschettone. L'arco, cioè la parte trasversale sopra il naso, è progettato in modo che la corda possa scorrerci sopra.

Etichette-Parti-Moschettoni
Componenti base di un moschettone: 1 leva, 2 culatta, 3 naso, 4 posteriori, 5 arco.

Con un moschettone aperto, diventa rilevante un'altra espressione: la larghezza dell'apertura. Descrive la distanza massima tra cancello e naso quando il moschettone è aperto. Questa metrica è elementare in modo che gli alpinisti possano avere un'idea di quanto materiale può contenere il moschettone e di quanto sia facile alla fine agganciarlo. Questo può essere particolarmente importante quando si opera con i guanti.

Non tutti i moschettoni sono uguali

A seconda dell'applicazione, la forma e la resilienza dei moschettoni variano. Per prevenire la crescita selvaggia, tutti i modelli sono controllati secondo la norma DIN EN 12275 e la norma UIAA-121. C'è una panoramica su bolting.eu rispettivamente all'UIAA.

Fionda Express mammut
Longitudinale, trasversale o aperto: il carico di rottura varia notevolmente a seconda delle condizioni del carico. foto Mammut.

In linea di principio e molto grossolanamente tra i normali moschettoni, cioè quelli con i normali snapper; moschettoni HMS, ovvero con sicura twist lock; moschettoni da ferrata e alcuni altri. La standardizzazione fornisce le specifiche per il carico di rottura.

Questo a sua volta è suddiviso in tre condizioni di carico: longitudinale, trasversale e aperto. Il limite diminuisce in questo ordine. Le differenze sono sorprendenti. Ad esempio, mentre un moschettone HMS deve sopportare un carico longitudinale di 20 kilonewton, il carico trasversale si riduce a sette e persino a sei kilonewton quando è aperto. Per inciso, un kilonewton corrisponde al peso di 100 chilogrammi. La carabina HMS deve quindi essere in grado di intercettare 2 tonnellate longitudinalmente.

Esempi di carichi pericolosi sui moschettoni (fonte: Petzl)

  • Carichi-Open-Gate
  • carico laterale
  • carico-direzioni multiple
  • sdraiato su un bordo
  • più elementi montati
  • carichi vari-laterali
  • premere sulla manica
  • frizione sulla manica

Nonostante tutto: è necessaria estrema cautela quando si è sdraiati. Ad esempio, se un moschettone si rompe sul bordo di una scogliera. Il carico può essere altrettanto pericoloso in diverse direzioni. In molti di questi casi, un moschettone raggiunge solo circa un terzo del carico massimo. Petzl offre qui una panoramica chiara.

Inoltre, un moschettone alla fine mostrerà segni di usura e, nel peggiore dei casi, diventerà un vero coltello poiché il bordo metallico su cui scorre la corda diventa usurato e affilato. Se utilizzi anche i rinvii, assicurati che il materiale di collegamento in Kevlar, nylon o Dyneema mostri i segni del tempo piuttosto che i moschettoni.

Fresco di forno

All'inizio, un moschettone è un bastoncino di alluminio. E non uno qualsiasi, ma il cosiddetto alluminio 7075. Questo ha la massima resistenza ed è utilizzato anche nella costruzione di aerei e nei viaggi nello spazio.

Questa canna viene ora tagliata in piccole parti, che a loro volta vengono lavorate nella forma grezza del moschettone desiderato. Ora arriva la parte più importante: lo stampaggio a caldo. Questo conferisce al moschettone il suo aspetto reale.

L'alluminio in eccesso rimanente viene rimosso, seguito dal trattamento termico o dall'indurimento e dalla tempra, che conferisce ai dispositivi la loro durezza e resistenza finali. Ciò avviene secondo il cosiddetto standard T6. Il processo garantisce una migliore tenacità alla frattura e resistenza alle incrinature da stress e all'esfoliazione.

Video: come sono fatti i moschettoni

Come tocco finale letterale, i moschettoni sono resi flessibili in una specie di bicchiere con inserti granulari. Questo elimina eventuali spigoli vivi. Dopo ulteriori interventi meccanici, come la perforazione dei fori per il cancello, i moschettoni vengono solitamente anodizzati. In altre parole, un processo elettrolitico protegge il metallo dalla corrosione, favorita, ad esempio, dagli agenti atmosferici. 

Infine, il moschettone è assemblato. Il cancello viene assemblato e vengono applicate incisioni laser. Oltre a loghi e simili, questi ultimi spesso contengono anche informazioni importanti sui limiti di carico. Quindi vale la pena dargli un'occhiata più da vicino.

"Ci vuole un anno di sviluppo più un certificato, seguito da sei mesi di produzione e spedizione dal primo schizzo all'acquisto".

Magnus Rastrom

Prima che il moschettone venga messo in vendita e possa essere utilizzato sulla parete rocciosa, segue il lungo processo di certificazione. Un anno di sviluppo più un certificato, seguito da sei mesi di produzione e spedizione, sono necessari dal primo schizzo per l'acquisto, spiega Magnus Raström, Senior Product Manager Climbing Gear di Mammut.

Innovazione al secondo sguardo

Come accennato all'inizio, una carabina è un materiale primitivo. Di fatto. Perché allora i nuovi modelli continuano ad arrivare sul mercato? Magnus Raström sviluppa moschettoni presso lo specialista svizzero di sport di montagna Mammut e conosce i piccoli dettagli: “I nostri moderni moschettoni utilizzano meno materiale, quindi sono più leggeri. Tuttavia, la qualità del materiale aumenta.»

“I nostri moderni moschettoni utilizzano meno materiale, quindi sono più leggeri. Tuttavia, la qualità del materiale aumenta.»

Magnus Rastrom

In definitiva, sono le piccole cose che rendono un moschettone migliore del suo predecessore. Un passaggio del cavo ottimizzato sull'arco del moschettone, un naso rivisto in modo che lo snapper scatti in un materiale più efficiente, più sensibile per una maneggevolezza ottimizzata o una marcatura arancione sul twist lock che segnala che il moschettone non è chiuso sono tutte innovazioni attuali di Mammut.

Mammut per rinvio con serratura a chiave da lavoro
Da Mammut, i moschettoni sono disponibili per circa cinque anni, un ciclo di sostituzione consigliato anche per l'uso privato. foto Mammut.

Tali sviluppi hanno senso perché non ci sono compromessi con un moschettone. Più è sicuro, più funziona in modo efficiente e più è facile da usare, meglio è. Vale quindi anche la pena sistemare i vecchi dispositivi dopo un po', anche se tecnicamente sono ancora utilizzabili. È semplicemente presuntuoso risparmiare sul materiale di sicurezza.

In Mammut, i moschettoni sono generalmente disponibili per circa cinque anni: un buon ritmo per aggiornare il proprio materiale con lo sviluppo del prodotto.

E anche se i moschettoni hanno uno scopo prettamente pratico, possono essere combinati anche esteticamente con il resto dell'attrezzatura da alpinismo. Mammut ne è consapevole, motivo per cui Raström ti permette di dare un'occhiata alle competenze interne: "Abbiamo moschettoni nella nostra gamma che sono stati progettati dallo stesso designer che disegna anche i nostri zaini".

Questo potrebbe interessarti

A proposito di sport di montagna Bächli

Bächli sport di montagna è il principale negozio specializzato in Svizzera per arrampicata, alpinismo, spedizioni, escursioni, sci alpinismo e ciaspolate. Attualmente offre sedi 11 in Svizzera Bächli sport di montagna ai suoi clienti una consulenza esperta e un servizio di alta qualità. LACRUX pubblica in collaborazione con Bächli sport di montagna Articoli sui temi dell'arrampicata e del bouldering.

+++

Crediti: immagine di copertina Nikolay Vasil'ev

Attuale

00:39:02

Crepa nel bosco magico | Comune e IG Magic Wood in controversia

Le onde si alzano nel Bosco Magico. Abbiamo incontrato il sindaco e il presidente dell'IG Magic Wood per un confronto.

Raboutou davanti a Seo e McNeice | Risultati Serie di qualificazione olimpica Shanghai

Con un piede a Parigi: alle Olympic Qualifier Series di Shanghai, Brooke Raboutou vince davanti a Chaehyun Seo ed Erin McNeice.

Lee, Ginés López e Ondra sul podio | Risultati Serie di qualificazione olimpica Shanghai

Olympic Qualifier Series Parte 1: Dohyun Lee, Alberto Ginés e Adam Ondra salgono sul podio a Shanghai.
00:07:13

Dopo aver commesso un highball: "Mi sono sentito sollevato e mi sono vergognato"

In questo video, James Pearson commenta la sua salita del boulder highball 29 Dots nella Valle dell'Orco.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

00:39:02

Crepa nel bosco magico | Comune e IG Magic Wood in controversia

Le onde si alzano nel Bosco Magico. Abbiamo incontrato il sindaco e il presidente dell'IG Magic Wood per un confronto.

Raboutou davanti a Seo e McNeice | Risultati Serie di qualificazione olimpica Shanghai

Con un piede a Parigi: alle Olympic Qualifier Series di Shanghai, Brooke Raboutou vince davanti a Chaehyun Seo ed Erin McNeice.

Lee, Ginés López e Ondra sul podio | Risultati Serie di qualificazione olimpica Shanghai

Olympic Qualifier Series Parte 1: Dohyun Lee, Alberto Ginés e Adam Ondra salgono sul podio a Shanghai.