Tour record del Consiglio di Wetterstein: chilometri 70, altitudine 7000 nelle ore 40

Su 25. Luglio 2018 ha realizzato lo spin-off professionale tedesco Michi Wohlleben una scalata da record: ha restituito chilometri 70 e 7000 altitudine esposta e fragile cresta che si arrampica al Weather Stone Council in sole 40 ore. L'ascesa è stata filmata dalla Whiteroom Productions. I dettagli sul film sono disponibili di seguito.

Un rapporto sulla commissione del Wettersteingrat di Michi Wohlleben nell'estate 2018

Cosa succede se la motivazione ti afferra? Se il tuo obiettivo non ti lascia andare di vista? Spingi la tua tenacia al limite? Quanto dura? L'alpinista professionista tedesco e l'atleta adidas TERREX Michi Wohlleben Metti l'asticella in alto nell'estate 2018: vuole attraversare la cresta del Wetterstein senza sosta senza sosta. Di fronte a lui si trovano 70 chilometri e 7000 metri di cresta esposta e fragile, distribuiti su innumerevoli vette, tra cui l'Alpspitze, la Zugspitze tedesca, la Dreithorspitze e lo Schlüsselkar. Un progetto che unisce 6-7 ambiziosi tour giornalieri. L'obiettivo: Michi vorrebbe completare il tour in sole trentacinque ore.

Oltre alla forza e alla resistenza, sono necessarie resistenza mentale e concentrazione. Non sono ammessi errori. Per prepararsi allo stress nel miglior modo possibile, Michi si sottopone a un duro e strutturato piano di allenamento per mesi sotto la guida dell'amico e allenatore Alex Scherl. Ci vuole molta disciplina per resistere alle unità ricorrenti che aumentano gradualmente. Michi deve imparare a rimanere concentrato e agile, anche quando il suo corpo urla per la stanchezza.

Tuttavia, la prima pietra del progetto risiede già nella sua infanzia. "Naturalmente ci sono i miei genitori", dice Michi, "da un lato il mio cranio testardo ereditato e dall'altro hanno insegnato a finire ciò che inizio". Supportato dall'allenatore di arrampicata e dalla squadra di spedizione, il giovane alpinista si sviluppa presto in un talento versatile. Il suo eroe d'infanzia e successivamente l'allenatore Ueli Steck apre una nuova prospettiva sull'alpinismo. Attraverso di lui ma anche attraverso le numerose e veloci visite non-stop a Watzmann, Zugspitze, Droites North Face o Fitz Roy ottengono un nuovo significato per Michi. Quindi l'atleta inizia a cercare sfide, con l'obiettivo di essere ancora più veloce e più lungo sulla strada.

Il suo entusiasmo per le montagne del Wetterstein nasce durante le molte volte in cui Michi vi trascorre come guida alpina e durante le prime salite formative come "Die Hard", "La bella addormentata" o "Ottimista". Osservando la catena montuosa del Wetterstein dall'alto, si ottiene un grande ferro di cavallo.

"Disegnare una linea su questo ferro di cavallo è sempre stato un mio sogno - non in qualche modo, ma il più velocemente possibile. Tanto più estetica, impressionante e impossibile, tanto più affascinante. "

Michi Wohlleben

Non solo fisicamente, ma anche mentalmente, il progetto è ambizioso. Quando Michi lascia 25.07.2018 all'orologio 01 di Schanz per cercare di attraversare, è accompagnato dal suo amico David Bruder. "Ho fatto molto allenamento mentale e conosco bene il mio corpo. Ma come posso affrontarlo, ad esempio, se vado in salita? "Michi spiega la sua decisione di non lasciarsi da solo. Il secondo ostacolo mentale segue già il sorgere del sole. "Un'alba indimenticabile. Con lui, tuttavia, ha aperto la vista al lontano Zugspitze. Avrei voluto non conoscere il terreno fino ad allora, ma sapevo esattamente quanto tempo ci avrei impiegato per arrivarci ", ricorda Michi. "In una maratona, ti piace parlare di quanto siano duri i rettilinei lunghi, dove vedi la fine e ti senti come muoversi al passo di una lumaca."

Anche l'alba rappresenta una sfida fisica: l'aumento delle temperature rende difficile avanzare dalla prima pausa di ristoro nella Meilerhütte.

“Avevo pianificato perfettamente il mio bere. Dal Meilerhütte al Gatterl 2 litri in circa 10 ore. Sapevo che ogni goccia che sudo troppo può costarmi la testa e il collo. Quindi ho dovuto ridurre il ritmo".

Quando raggiunge il Gatterlköpfe dopo circa 45km, 4000hm e 18 ore, un'elevata nuvolosità primaverile ha già abbassato le temperature. Tuttavia, il sollievo è solo breve, perché a nord-est si accumula una nuvola di tempesta. "Secondo il radar meteorologico, questo sarebbe passato, ma la tensione era grande. Ho avuto questa sensazione di nausea nello stomaco e dovrebbe avere ragione. Improvvisamente un'enorme cella di tempesta si sta costruendo sopra lo Zugspitze ", dice Michi. Bastano pochi minuti perché le nuvole passino dal bianco al grigio scuro e tuoni, grandine e vento si infrangano sulla cresta. Michi e Alex Scherl, che lo accompagnano da Gatterl, attendono sette ore lunghe e fredde nel bivacco, prima che la pioggia si calmi alle tre e un'ora dopo decidano di proseguire per la loro strada.

Uno sguardo all'orologio rivela che il progetto è fallito. Raggiungere l'obiettivo di Hammersbach in meno di 35 ore non è più realistico. Tuttavia, Michi ritrova il progetto. "Sono stato molto contento quando il flusso e gli spiriti sono tornati su 30min", afferma. "I post chiave ci hanno sorvolato. Abbiamo marciato in fretta verso lo Schneefernerkopf e oltre la cresta verso lo Zugspitze. "

L'ultima grande sfida attende l'alpinista esperto del noto Blassegrat. "Ho fatto la cresta molte volte. Purtroppo solo in direzione ascendente. L'abbiamo lasciato cadere ", ricorda Michi a se stessa. "E poiché la mia testa ha smesso di funzionare così lentamente, mi sono sentito un po 'ubriaco, in una strana città, che non sa quale metropolitana debba prendere per raggiungere il suo hotel, di cui non conosce il nome." Ma anche l'ultimo ostacolo lascia Michi alle spalle, padroneggiando i difficili passaggi di arrampicata e corre con energia inimmaginabile, l'ultimo 8km nella valle.

Dopo quasi 40 ore, si trova nell'erba e sa che è finita. Se è soddisfatto della sua esibizione? Michi dice: "Nelle ore 40 da Schanz a Hammersbach. Volevo trasformarlo in 28-35h. Se tiriamo fuori le ore 7 nel bivacco, il conto non è stato così male. Soddisfatto? Sì. "Aggiunge:" Sono state probabilmente le ore 40 più intense della mia vita, di cui mi piacerebbe mancarne una qualsiasi. "Quando Michi guarda indietro oggi, il ricordo evoca un piccolo sorriso sulle sue labbra. L'ambizione sportiva rimane. Infine, dice: "Forse tornerò qualche volta, perché sono convinto che tu possa correre questa cresta in meno di 24 ore. Se lo farò è nelle stelle. Tuttavia, ho gettato le basi per questo ".

Trailer per il film La cresta del tempo Stein con Michi Wohlleben

Ecco il film da vedere

Il film sarà proiettato al St. Anton Filmfestival, Tegernseer Filmfest, Bergsichten Dresden, Boff Filmtour e 2020 su ServusTV.

+++
Foto Whiteroom Productions

Attuale

Jaan Roose attraversa lo Stretto di Messina su una slackline lunga 3646m

Tentativo di record mondiale sullo Stretto di Messina: lo slackline Jaan Rooses osa tentare la slackline lunga 3640 metri.

Sascha Lehmann: “Voglio arrivare in finale alle Olimpiadi”

Intervista allo scalatore professionista svizzero Sascha Lehmann: qualificazione olimpica riuscita, sentimenti di felicità e aspettative.

Quando la vista si affievolisce e l'arrampicata dà conforto

Onsight presenta l'atleta cieco e sviluppatore di prodotti Black Diamond Seneida...

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Jaan Roose attraversa lo Stretto di Messina su una slackline lunga 3646m

Tentativo di record mondiale sullo Stretto di Messina: lo slackline Jaan Rooses osa tentare la slackline lunga 3640 metri.

Sascha Lehmann: “Voglio arrivare in finale alle Olimpiadi”

Intervista allo scalatore professionista svizzero Sascha Lehmann: qualificazione olimpica riuscita, sentimenti di felicità e aspettative.

Quando la vista si affievolisce e l'arrampicata dà conforto

Onsight mostra l'atleta cieca e sviluppatrice di prodotti Black Diamond Seneida Biendarra nel suo emozionante viaggio verso la medaglia d'oro alla Coppa del mondo di paraclimbing 2023 a Salt Lake...

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui