La guida alpina e alpinista svizzera Yannick Glatthard lo ripete nella francese Annot Le Voyage (E10, 7a). La linea, salita per la prima volta da James Pearson nel 2017, è considerata una delle vie trad pure più difficili della Francia.

È stato un viaggio breve, ma che ha avuto tutto: nell'area di arrampicata francese Annot avere successo Yannick Glatthard una rapida salita della dura via Trad Il Viaggio (E10, 7a). "Parlando di arrampicata trad in Europa, Le Voyage è sicuramente una delle linee più belle", dice entusiasta l'Oberlander bernese. Lo scenario nel settore Camera del Re, la roccia e il modo in cui la via si tira su, è molto potente.

yannick-glatthard-sale-viaggio
Arrampicata trad in un ambiente unico: Yannick Glatthard firma Le Voyage (E10, 7a) ad Annot.

Poco tempo, rapidi progressi

Yannick Glatthard ha controllato la via in top rope per due giorni. "Anche se ci sono due o tre runout, i piazzamenti sono tutti solidi." La sfida era il punto chiave per lui perché le sue dita quasi non entravano nel piccolo foro a tre dita.

Dopo due giorni di pianificazione del progetto e un giorno di riposo, non era rimasto molto tempo per asciugare le cose. "È stata una situazione stressante per me", afferma Yannick Glatthard. Tanto più che dopo la breve deviazione in Francia sarebbe andato dritto in Grecia.

yannick-glatthard-le-voyage-annot
La salita attraverso la via trad lunga 38 metri è durata un buon quarto d'ora.

Un tentativo non vincolante porta al successo

Il giorno seguente l'Oberlander inizia il percorso senza grandi ambizioni. Ha provato senza pressioni e voleva solo sentire come stavano andando le cose. "Ho già trovato un ottimo flusso nella prima parte, che è valutata 7a", afferma Yannick Glatthard.

Quando il passaggio chiave è arrivato bene, ha capito che dopotutto sarebbe stato un tentativo serio. "Poi ho continuato a salire e, grazie a due o tre buone posizioni di riposo, sono riuscito a uscire con sorprendente facilità."

La King-Line di Annot è sicuramente uno dei più grandi successi della carriera alpinistica di Glatthard fino ad oggi. Il fatto che Green Spit (8b+) in Valle Dell'Orco sia ancora il suo momento clou personale non deve nascondere l'importanza della sua ultima salita: "Le Voyage è qualcosa di enorme per me".

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina e immagini dell'articolo: Yannick Glatthard

idee regalo
EnglishSpanishFrenchItalianGerman