Natalia Grossman vince la Coppa del Mondo Boulder a Bressanone

Natalia Grossman ha conquistato tutti e quattro i boulder finali alla IFSC Bouldering World Cup di Bressanone e si è così assicurata la medaglia d'oro. Per la forte americana è già il nono metallo prezioso di Coppa del Mondo Boulder della sua giovane carriera. Il coreano Chaehyun Seo si è assicurato il secondo posto, il podio è stato completato da Stasa Gejo.

Sei atlete provenienti da sei nazioni hanno preso il via ieri sera nella finale di Coppa del Mondo Boulder a Bressanone. Alla fine c'era l'americano Natalia Grossmann - come unico finalista con quattro top - in cima al podio. È stato vinto il secondo posto e quindi la prima medaglia di Coppa del Mondo Boulder della sua carriera Chaehyun Seo, che ha lanciato tre massi finali. Ha anche mostrato una prestazione molto forte Stasa Gejo. Per il serbo è la terza medaglia di bronzo ad una Coppa del Mondo Boulder.

Impossibile superarla alla Coppa del Mondo Boulder di Bressanone: Natalia Grossman. Immagine: Dimitris Tosidis/IFSC
Impossibile superarla alla Coppa del Mondo Boulder di Bressanone: Natalia Grossman. Immagine: Dimitris Tosidis/IFSC

«Il terzo masso mi ha fatto veramente incazzare. Ho iniziato a provare senza sosta, cosa che davvero non volevo fare. Ma sapevo che mi restavano solo pochi tentativi e a volte mi ci vuole solo un po' per imparare una mossa".

Natalia Grossmann

Anche gli altri finalisti hanno mostrato una buona prestazione: l'israeliano Ayala Kerem ha concluso al quarto posto, il miglior risultato della sua carriera finora. L'australiano Oceania Mackenzie Ha ottenuto un record personale con il suo quinto posto. L'austriaco Johanna Färber ha concluso la Coppa del Mondo Boulder a Bressanone al sesto posto.

IFSC Boulder World Cup Bressanone Stasa Gejo
Ottima prestazione a Bressanone: Stasa Gejo. Immagine: Dimitris Tosidis/IFSC

Boulder World Cup Bressanone: Classifica donne

  1. Natalia Grossmann (Stati Uniti)
  2. Chaehyun Seo (KOR)
  3. Staa yo (ser)
  4. Ayala Kerem (ISR)
  5. Oceania Mackenzie (Australia)
  6. Johanna Farber (AUT)

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Quando abbiamo lanciato la rivista di arrampicata Lacrux, abbiamo deciso di non introdurre un paywall perché vogliamo fornire al maggior numero possibile di persone che la pensano allo stesso modo notizie dalla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++

Crediti: immagine di copertina Dimitris Tosidi/IFSC

Attuale

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.