Schubert conquista il secondo oro della Coppa del Mondo e il biglietto olimpico | Risultato finale formato combinato Boulder & Lead uomini

Jakob Schubert domina la finale combinata ai Mondiali di arrampicata sportiva di Berna. L'austriaco vince la sua seconda medaglia d'oro e l'ambito biglietto olimpico in una settimana. Anche Colin Duffy e Tomoa Narasaki si sono qualificati per Parigi rispettivamente con le loro medaglie d'argento e di bronzo.

Le novità sui Mondiali 2023 saranno presentate da Unparallel, Petzl e Bächli Bergsport

Vide venne e vinse. Ecco come si può riassumere in poche parole il finale del formato combinato boulder e lead. Jakob Schubert ha iniziato molto forte nella competizione boulder. L'austriaco ha superato tutti e quattro i massi, creando così una promettente posizione di partenza per la prossima gara di testa. Lì ha raggiunto il punto più alto: è bastato per la seconda medaglia d'oro e il biglietto per Parigi 2024.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood
Jakob Schubert vince il formato combinato Bouldering & Lead e un ambito biglietto per le Olimpiadi del 2024 a Parigi
Jakob Schubert vince il formato combinato Bouldering & Lead e un ambito biglietto per le Olimpiadi del 2024 a Parigi

Non riesco ancora a credere che ora posso cancellare il mio obiettivo di qualificarmi per le Olimpiadi dalla mia lista. Essere in grado di farlo al primo tentativo è folle.

Jakob Schubert

Dopo il bouldering molto è ancora aperto

Ma Schubert era ben lungi dall'essere l'unico a boulder pesante. Anche il veterano giapponese Tomoa Narasaki sembrava essere in pieno flusso e ha preso quattro massimi. Oltre ai due giovani Sorato Anraku , Colin Duffy successe anche al beniamino del pubblico della Repubblica Ceca, Adam Ondra, un inizio su misura: tre cime e due zone: il vantaggio potrebbe essere costruito su questo.

Ondra è salito molto lungo il muro alto 15 metri, ma non abbastanza. La delusione è stata scritta su tutto il suo viso non appena l'ha lasciata andare. E quando lui, che ha affrontato la via di testa al terzo posto, è stato lentamente spinto indietro e spinto fuori dal podio, le sue speranze di una qualificazione olimpica anticipata sono state finalmente deluse.

Adam Ondra sperava in qualcosa di più dalla sua partecipazione alla finale del formato combinato Boulder & Lead. Immagine: Jan Virt.
Adam Ondra sperava in qualcosa di più dalla sua partecipazione alla finale del formato combinato Boulder & Lead. Immagine: Jan Virt.

Truccato senza pari:
Scarpa da arrampicata altamente funzionale per agganci a prova di bomba

La Souped Up di Unparallel è una scarpa da arrampicata altamente funzionale con una forte flessione per la massima precisione. La Souped Up ha un design della suola in due parti e combina diverse mescole di gomma. Questa costruzione garantisce rigidità e trasmissione precisa della potenza. Sei pronto per l'arrampicata?

Duffy e Narasaki: grazie alla costanza sul podio

Uno che ha scalato molto forte e costantemente per tutta la serata è stato il 19enne americano Colin Duffy. Lui, che da giovane scalava già ai Giochi Olimpici di Tokyo ma al momento aveva una stagione piuttosto altalenante, è stato tanto più contento della medaglia d'argento e del biglietto olimpico.

Il 27enne giapponese Tomoa Narasaki era arrivato primo nella competizione boulder e ha completato la sua prestazione nella finale combinata con 57 punti di vantaggio. Con più della metà dei finalisti appena sotto o sopra la soglia dei 60, quel risultato è stato sufficiente per la medaglia di bronzo e la qualificazione a Parigi 2024.

Torna in Giappone con una medaglia di bronzo ai Mondiali e un biglietto olimpico: Tomoa Narasaki. Immagine: Lena Drapella
Torna in Giappone con una medaglia di bronzo ai Mondiali e un biglietto olimpico: Tomoa Narasaki. Immagine: Lena Drapella

Roberts e Anraku non al meglio

Toby Roberts, che aveva già deluso le sue aspettative nella finale di testa, non è stato in grado di trionfare come desiderato nemmeno nella sua disciplina da parata nella finale combinata. Sebbene abbia ottenuto il terzo miglior risultato con 64.1, questo non è stato sufficiente per un posto sul podio nell'ambiente dei forti finalisti.

Anche il giovane giapponese Sorato Anraku non dovrebbe essere del tutto soddisfatto della sua prestazione. Ha terminato il boulder al terzo posto, ma è caduto troppo presto in testa per i suoi standard. Così è finito all'ingrato quarto posto. Almeno può consolarsi con il fatto che ha già una medaglia d'argento ai Campionati del Mondo e, alla giovane età di 16 anni, ha le migliori possibilità di scuotere l'élite dell'arrampicata mondiale nei prossimi anni.

irundo:
Imbracatura leggera e confortevole per l'arrampicata orientata alle prestazioni

Petzl Harness Hirundos

L'Hirundos è destinato agli scalatori atletici per l'arrampicata indoor e su roccia. Il cinturino stretto e leggero garantisce la massima libertà di movimento ed è comodo anche quando si appende liberamente. I quattro portamateriali offrono spazio per tutta l'attrezzatura necessaria e gli occhielli rinforzati proteggono in modo permanente dall'abrasione della corda.

Classifica Formato finale combinato Boulder & Lead

1Jacob SCHUBERT183.6
2Colin DUFFY160.7
3Tomoa NARASAKI156.7
4Sorato ANRAKU149.1
5Toby ROBERTI143.4
6Adam Ondra141.2
7Dohyun Lee127.1
8Paolo Jenft102.8

Questo potrebbe interessarti

Content partner Climbing World Championship 2023

La copertura dei Mondiali di arrampicata 2023 a Berna è presentata da Unparallel, Petzl e Bächli Bergsport:

Massima presa, design ben congegnati e "fatto a mano in California": il marchio "impareggiabile» convince non solo con molti anni di esperienza nella produzione di scarpette da arrampicata, ma si affida anche a una filosofia sostenibile, nonché a una selezione di mescole di gomma appositamente sviluppate che vengono lavorate esclusivamente da partner locali di lunga data.

Il nostro Aziende è gestita da 50 anni sulla base di quattro pilastri: la stabilità della nostra azienda familiare, la promozione dello spirito pionieristico per lo sviluppo di soluzioni di prima classe, la garanzia dell'eccellenza industriale con l'obiettivo zero difetti e la stretta collaborazione con le persone delle nostre comunità con le quali condividiamo tecniche collaudate a livello globale per una maggiore sicurezza.

Amiamo la montagna e viviamo per la montagna. Come il più grande Specialista svizzero per l'alpinismo offriamo una gamma straordinariamente ampia e di alta qualità per tutti gli sport alpini. Da noi alpinisti purosangue, appassionati di montagna e principianti troveranno un'ampia gamma di attrezzature nelle nostre filiali con negozio principale e outlet o online al prezzo più giusto.

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++

Crediti: Foto di copertina Lena Drapella

Attuale

Potenza femminile ad Annot: Soline Kentzel sale la via trad Le Voyage (E10, 7a)

La giovane francese Soline Kentzel si è assicurata la quarta salita femminile della dura via trad Le Voyage (E10, 7a).

Martin Feistl ha avuto un incidente mortale

Sabato scorso il grande alpinista tedesco Martin Feistl è rimasto vittima di un incidente mortale sulla parete sud dello Scharnitzspitze.
00:24:44

Seb Bouin: “Dopo il passo chiave più importante sono caduto 11 volte”

Video: Accompagna lo scalatore professionista francese Seb Bouin nel suo percorso verso la quarta salita della Bibliographie a Ceüse.

Alex Honnold fa free solo anche su roccia bagnata

Alex Honnold torna nella Yosemite Valley con due free solo di 300 metri, di cui uno su roccia bagnata.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Potenza femminile ad Annot: Soline Kentzel sale la via trad Le Voyage (E10, 7a)

La giovane francese Soline Kentzel si è assicurata la quarta salita femminile della dura via trad Le Voyage (E10, 7a).

Martin Feistl ha avuto un incidente mortale

Sabato scorso il grande alpinista tedesco Martin Feistl è rimasto vittima di un incidente mortale sulla parete sud dello Scharnitzspitze.
00:24:44

Seb Bouin: “Dopo il passo chiave più importante sono caduto 11 volte”

Video: Accompagna lo scalatore professionista francese Seb Bouin nel suo percorso verso la quarta salita della Bibliographie a Ceüse.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood