Yannick Glatthard e Michal Pitelka rimuovono i bulloni dalla rotta del Gran Paradiso sul Wendenstöcken

All'inizio del mese, i visitatori per la prima volta a Jörg Andreas hanno comunicato il loro nuova via sul Wendenstöcken nell'Oberland bernese (Gran Paradiso, 8c), Pochi giorni dopo, i due locali Yannick Glatthard e Michal Pitelka hanno rimosso i bulloni. Criticano fortemente lo stile di perforazione degli installatori.

Abbiamo ricevuto il messaggio dal climber tedesco Jörg Andreas alla fine di settembre pieno di entusiasmo: “Jörg Andreas rotpunkt ha salito tutti i tiri. Grande Paradiso è probabilmente una delle vie di più tiri più difficili delle Alpi svizzere. ”Pochi giorni dopo abbiamo guidato Yannick Glatthard , Michal Pitelka nell'area per guardare il percorso. I due locali furono infastiditi dallo stile di perforazione utilizzato e rimossero tutti i bulloni del percorso del Gran Paradiso.

I due criticano l'Erstbegeher in giro Joerg Andreas taglienti per il loro stile di perforazione. Il percorso è "perforato" con distanze tra i ganci di 50 centimetri e non si adatta all'area dei bastoncini rotanti, che è nota per le sue ampie distanze tra i ganci. Inoltre, la linea si avvicina troppo alla linea classica del percorso Zahir, Abbiamo contattato entrambe le parti e abbiamo chiesto un parere.

Yannick Glatthard sulla liberazione del percorso Gran Paradiso al Wendenstöcken

LACRUX: Insieme a Michal Pitelka, hai smantellato il percorso del Gran Paradiso, ovvero rimosso i ganci. Cosa ti ha spinto a farlo?
Yannick: Già nell'anno 2018, sono stato avvisato del fatto che è stata impostata una nuova rotta e che corre molto vicino ad altre rotte. Il percorso è in cattivo stile e deve essere rimosso. Naturalmente stavo squillando e volevo guardare il percorso. Ho perso di vista il percorso e sono intervenuti altri progetti. Quando ce ne siamo resi conto Top fu pubblicato, le campane d'allarme suonarono con noi. Eravamo preoccupati che il percorso si sarebbe ripetuto e che lo stile di arredamento potesse essere stabilito nella zona. Non vogliamo disordine di percorso e distanze dei fori come in un percorso tecnico. Con la rimozione di Grande Paradiso Diamo un segnale chiaro. Questo stile di percorso non si adatta al Wendenstöcke.

L'articolo di Instagram di Yannick Glatthard

LACRUX: Hai parlato con gli esploratori prima o dopo?
Yannick: No. Il percorso esisteva già ed era chiaro per noi Joerg Andreas dietro il suo percorso e anche dietro lo stile di perforazione. Da quel punto di vista, una discussione non avrebbe portato a nessun obiettivo. Abbiamo incontrato Jörg nel parcheggio la mattina prima di rimuovere i bulloni e gli abbiamo detto che avremmo esaminato il percorso. Al momento non eravamo sicuri se avremmo rimosso il percorso o meno. Ma certo, ci siamo avvicinati alla rotta in modo critico. E la nostra inquietante sensazione si è rapidamente confermata quando si rappelleva.

LACRUX: Secondo i commenti nel tuo post su Instagram, gli sviluppatori di Jörg Andreas hanno lasciato rifiuti 2018 nell'area durante l'estate. Che cosa è successo esattamente? Puoi dirmi di più?
Yannick: questo commento è là fuori. Se la spazzatura proviene davvero dai redattori di Grande Paradiso Non lo sapevo.

LACRUX: Joerg Andreas ci ha detto che era scioccato dall'aggressione degli scalatori locali che sono contro di lui e i suoi amici. Che ne dici?
Yannick: Su Instagram, c'erano sicuramente commenti molto critici. È importante sottolineare che questo non è un attacco personale a Jörg. Riguarda la cosa, questa è la rotta che ha impostato. A nostro avviso, con il percorso la roccia è stata deturpata.

Didier Berthod una volta disse che la roccia non dovrebbe cambiare così tanto da diventare più accessibile allo scalatore. Molto più lo scalatore deve diventare più forte per far fronte alla roccia. A nostro avviso, non è il caso del Gran Paradiso.

La nostra azione non ha nulla a che fare con l'"aggressione". Ma al contrario. Ho avuto difficoltà a rimuovere gli hook, sapendo che gli sviluppatori stavano investendo molto tempo nel progetto. Ma sapevo che era per una buona causa e che dovevi fare una dichiarazione.

Joerg Andreas sulla rimozione del Bohrhaken dal suo percorso stabilito Gran Paradiso

Dopo il post di Instagram di Yannick Glatthard Altri alpinisti hanno commentato criticamente i primi frequentatori. Lo scalatore professionista Cédric Lachat commenta nell'articolo di Yannick, la sua corda fissa proviene da Joerg Andreas stato rimosso e Tobias Suter scrive che i visitatori per la prima volta avrebbero lasciato immondizia nella zona. LACRUX ha chiesto a Jörg Andreas di commentare la rimozione del suo percorso e le critiche mosse. Allegava la sua opinione.

"Come prima salita del Gran Paradiso, troviamo del tutto inadeguato il comportamento di Yannick Glatthard e Michal Pitelka. La rimozione non autorizzata dei ganci, senza aver prima cercato una conversazione, ha in sé qualcosa della "polizia alpinistica" e della creazione di fatti. Una conversazione chiarificatrice sarebbe stata a portata di mano. Nello stesso fine settimana sono stato uno dei primi a scalare la zona con gente del posto per salire la via “La Svizzera”. Abbiamo anche incontrato Yannik e Michal sabato mattina al parcheggio della Wendenalp. Domenica (eravamo a La Svizzera) i ganci sono stati tolti dal Gran Paradiso e sistemati in modo teatrale sulla nostra macchina. Ovviamente sono state scattate alcune foto dei trofei per il fantastico aspetto di Instagram.

Il percorso Gran Paradiso viene dalle estati 2018 e 2019. Si trova tra Zahir e Jednika. Il percorso parte sufficientemente da Zahir e non è mai più vicino di cinque metri, nella parte superiore di solito tra dieci e venti metri a sinistra di detta linea. Conosco Zahir molto bene dalla mia stessa ripetizione.

Probabilmente il percorso più difficile delle Alpi svizzere: il Gran Paradiso (8c) sul Wendenstöcken
Jörg Andreas alla prima salita del percorso Gran Paradiso.

Per chiarire in anticipo una cosa, il Gran Paradiso non contiene una sola maniglia forata o battuta. Questa affermazione è semplicemente falsa. Ci sono alcune squame e scaglie rotte che ci sono venute alla prima salita. Non è possibile prevenire qualcosa del genere e questi focolai lasciano bordi di demolizione.

Il percorso è stato inizialmente completato con l'aiuto di scogliere e skyhooks. Laddove questo metodo non ha funzionato a causa della struttura rocciosa chiusa, è stato praticato un foro ausiliario dal gancio per ottenere il gancio da trapano in posizione. L'affermazione che il percorso contiene dall'alto verso il basso tutti i fori ausiliari 50cm è attratta dai capelli come la cosa con l'artificio.

Tutte le altre accuse contro di noi sono ancora più astruse. Immondizia, ovvero vecchi sacchi di materiale, vecchie corde fisse e bottiglie di plastica, l'abbiamo già trovata nel 2018 di luglio all'entrata di Zahir. Durante la nostra prima salita, in genere appeso un Haulbag all'ingresso, che noi alla partenza - con la spazzatura di altri aufpimpt - di nuovo in giù.

Cedric Lachat A settembre abbiamo incontrato 2019 a Wendenalp insieme alla troupe cinematografica. Ci ha raccontato della sua corda recisa e ci ha mostrato delle foto. Tuttavia, questo deve essere fatto prima del nostro arrivo. In ogni caso, non abbiamo mai visto la sua corda.

Jörg Andreas nella chiave del percorso Gran Paradiso.

Infine, alcune parole sull'etica di primo piano delle rotte difficili in relazione al Gran Paradiso.

In molti percorsi nell'area di confine, così come nel Gran Paradiso, la difficoltà di arrampicata e non l'etica operativa della perforazione è in primo piano. Ciò è dovuto anche al fatto che ci sono passaggi a muro nei gradi di difficoltà che sono scalabili, ma che offrono quasi nessuna possibilità di ripararsi tramite Skyhook. Ma cosa fa ora il primo arrivato in simili passaggi a muro? Abbastanza chiaro: in tali passaggi, si arrampica in 8b + sconosciuto e non dipinto volte terreno velocemente alto cinque o sei piedi e guarda, se non in cima, ma arriva un legamento inguinale. Quindi la storia delle fiabe alpine.

In effetti, in tale terreno, ogni cacciatore per la prima volta "mastica" a modo suo. L'uno attraversa, si arrampica su un arco e pende dall'alto una corda fissa per controllare puramente. All'altro piace "mordersi" più spesso e battere i tasselli intermedi ridondanti nel pozzo dopo una conquista riuscita. Proprio questo "Erstbegehungstechnik", il gancio intermedio eliminato, lo so da più di 20 anni di raccolta di percorsi alpini. Non voglio fare alcun esempio, ma sono sufficienti. I ripetitori, che, quando bouldering di tali lunghezze, guardano i tasselli puri molto sopra l'ultimo gancio, non vedono l'ora.

Nel Gran Paradiso, nonostante la pura difficoltà, ci siamo presi cura di renderlo molto accessibile. Per quanto riguarda la prima salita, non abbiamo mai affermato di aver implementato un'etica particolarmente nobile o eroica. La sfida sportiva dell'arrampicata era chiaramente in primo piano per noi. Non dobbiamo dimostrare nulla a nessuno durante la prima salita. Fortunatamente, siamo fuori dalla vecchiaia.

Una vera perdita, tuttavia, ci sembra che il Grand Paradiso sarebbe stato un piacere sportivo per scalatori eccezionali. Anche l'ascesa quotidiana delle cinque lunghezze di 8 sembrava una cosa dannatamente bella per gli altri, scalatori più forti. Questo non è più il caso. Grazie agli eroi di Haslital."

Per l'Erstbegeherteam, Jörg Andreas

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: Titelbild Yannick Glatthard

Attuale

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Livello successivo: ecco come superi il 7° grado

Andate avanti dove ci sono molti scalatori in coda: con questi consigli professionali potrete fare il salto fino al 7° grado.

Stefano Ghisolfi sale la mitica Action Directe (9a) | video

Primo 9a al mondo: Con Action Directe, Stefano Ghisolfi ha ripetuto una delle linee più iconiche del mondo lo scorso autunno.

La big wall ticinese come prova generale per le avventure della Patagonia

La prova principale superata: Matteo Della Bordella e Giacomo Mauri scalano contemporaneamente le big wall ticinesi prima del viaggio in Patagonia.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Livello successivo: ecco come superi il 7° grado

Andate avanti dove ci sono molti scalatori in coda: con questi consigli professionali potrete fare il salto fino al 7° grado.

Stefano Ghisolfi sale la mitica Action Directe (9a) | video

Primo 9a al mondo: Con Action Directe, Stefano Ghisolfi ha ripetuto una delle linee più iconiche del mondo lo scorso autunno.

1 commento

I commenti sono chiusi.