Yannick Glatthard segna il serio percorso Portami Via sul Wendenstöcken

Lo scalatore svizzero Yannick Glatthard gestisce la quarta salita in rosso sul percorso a più tiri Portami Via (7c + expo, 7 SL) a Wendenstöcken.

Yannick Glatthard, Campione svizzero di arrampicata su ghiaccio e vincitore della Coppa del mondo nella stessa disciplina, annuncia la riuscita ascesa in rosso di un percorso poco utilizzato: Portami Via sul Wendenstöcken. Il percorso sul pilastro della Strada del Sole si estende su sette tiri e sfida gli aspiranti con difficoltà a 7c +.

Chiunque pensi che questo non sia sconvolgente, ha torto. Perché i percorsi a più tiri sopra Gadmen sono di solito molto avventurosi. Portami Via non fa assolutamente eccezione. Non per niente, dice il pro statunitense dell'arrampicata Tommy Caldwell oltre il quinto tiro, è stato il tiro più spaventoso che abbia mai salito (2005). Yannick, che ha segnato la via all'inizio di agosto, dice anche che la via è stata un serio "pezzo di prova" per lui.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

"Questo è il tiro più spaventoso che abbia mai salito"

Lo scalatore statunitense Tommy Caldwell dopo la sua inaugurazione nell'anno 2012
Detta lunghezza della chiave con la sua siepe sparsa. (Picture Mario Heller)

Yannick Glatthard sull'ispezione di Portami Via sul Wendenstöcken

“Ho pensato molto a questa via ed ero un po' entusiasta del nome Portami Via. Nel 2016 ero vicino a provare la via. Ma quando è arrivato il momento, ho avuto paura. Quest'anno è stato diverso, ho arrampicato spesso su terreni simili ed ero relativamente sicuro anche nei corrispondenti gradi di difficoltà. Ecco perché Mario Heller ed io abbiamo deciso di riprovarci. Il tempo era perfetto e abbiamo iniziato rilassati. La decisione finale di unirsi al percorso è stata presa nella parte superiore del percorso.

Mario ha scalato le prime due lunghezze e abbiamo avuto la sensazione di mettere in sicurezza il percorso. Le lunghezze sono sportive, ma ben assicurate. Poi sono stato con il primo 7c + in cui lo stile è cambiato improvvisamente. Non ero ancora mentalmente al punto e ho incasinato troppo potere e quindi incasinato una visita a vista. Nel secondo tentativo sono stato in grado di segnare la lunghezza e sono arrivato in un super flusso. Poi è passato alla lunghezza di 6c, che ci è costato molto tempo per la copertura con zeppe e amici. Arrivando alla prossima band, abbiamo fatto una pausa pranzo e ci siamo goduti la meravigliosa atmosfera al Wendenstöcken.

Dopo l'interruzione, era quindi nella seconda lunghezza della chiave. Per me era chiaro che non volevo fare un secondo tentativo in quest'area con questa siepe. Ho scalato da un'isola all'altra e l'arrampicata nel modo più sicuro possibile. Arrivando al prossimo stand, sono stato molto contento di poter fare la seconda lunghezza della chiave (7c / 7c +) a vista - e potrei risparmiarmi un secondo tentativo. Perché non ero solo felice, ma nervosamente un po 'teso. Dopo le ultime due lunghezze più comode, è andato a Felix del campeggio Gadmen, dove abbiamo concluso la giornata con una buona pizza e una birra fresca."

Galleria d'immagini: Yannick Glatthard e Mario Heller in Portami Via

Prima salita dell'anno 2005 di Fabio Palma, Domenico Soldarini e Matteo Della Bordella

Matteo Della Bordella e Fabio Palma si sono ripresi con il percorso Portami Via le sue prime esperienze nello sviluppo di vie dal basso al loro limite tecnico di arrampicata con il minor numero di spit. Insieme a Domenico Soldarini, i due hanno investito cinque giorni nella - avventurosa - impostazione del percorso. Sul sito dei Ragni della Grignetta viene descritto un momento indicativo della storia dello sviluppo di Portami Via:

“Dopo che Matteo è stato in grado di decifrare la parte più difficile della quinta lunghezza, ha scalato 12 metri - senza fissaggi intermedi - per potervi perforare uno stand. Era appeso a due piccoli ganci per il cielo e ha notato che il trapano era bloccato e non poteva tirarlo su. È stato costretto a calarsi dai due ganci del cielo con un'unica corda".

Fonte: gruppo di arrampicata Ragni della Grignetta

Ancora più brutto dell'installazione, è stato al primo tentativo di punto rosso di Matteo e Fabio con Davide Mazzucchelli ed Erik Svab. Matteo ha perso terreno, motivo per cui il gruppo ha deciso di ritirarsi. Questo completa il capitolo della passeggiata redpoint per Matteo per il momento. Solo a settembre 2016, dopo la salita in rosso di altre squadre di corde (vedi sotto), l'italiano è tornato per affrontare il percorso e quindi la sfida emotiva. Con successo. Ha scalato Portami Via Rotpunkt.

Tommy Caldwell sale a vista

Nel mese di ottobre 2005 ha ottenuto la visita Portami Via dagli svizzeri Ueli Steck , Simon Anthamatten. Dopo una giornata di pianificazione, i due hanno ottenuto la prima salita di red point. Dopo la salita, Ueli Steck ha dichiarato: "Portami Via è una via fantastica, aperta nel migliore dei modi, con pochi spit!" La via è rimasta a lungo tranquilla fino a quando il climber professionista statunitense Tommy Caldwell ha iniziato la via con Luca Schiera. Tommy ha salito la via a vista, non essendo sulla linea originale del quinto tiro. Ha trascurato uno spit e ha salito una variante di 7b con sicurezze autocostruite. Ha descritto la quinta lunghezza come "il tiro più terrificante che abbia mai salito".

Informazioni sul percorso a più tiri Portami Via sul Wendenstöcken

prima salita: Matteo Della Bordella, Fabio Palma, Domenico Soldarini 2005
Prima salita del punto rosso: Ueli Steck e Simon Anthamatten
Lunghezza: Meter 230
difficoltà: 7c + (7b obl.)
Le lunghezze della corda
SL1: 38m, bulloni 3, 6b +
SL2: 25m, bulloni 6, 7a
SL3: 24m, bulloni 4, 7c +
SL4: 45m, bulloni 2, xpo 6c
SL5: 40m, 5 Bolt, expo 7c +
SL6: 35m, bulloni 2, 6a
SL7: 30m, bulloni 3, 6b +

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: Bildmateria zVg, Informazioni sulla prima salita

Attuale

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Rara salita del Trad-Testpiece Into the Sun di Zangerl (8c+)

Prima Trad e poi Into the Sun (8c+): Andreas Hofherr ripete la via di Zangerl nella Murgtal.

Black Diamond ricorda i ramponi Neve Strap

Black Diamond Equipment richiama i ramponi Neve Strap (versione verde 2024) e i relativi accessori/ricambi. 

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Rara salita del Trad-Testpiece Into the Sun di Zangerl (8c+)

Prima Trad e poi Into the Sun (8c+): Andreas Hofherr ripete la via di Zangerl nella Murgtal.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood