Mori depone Garnbret dal trono, Schubert porta il 5° oro ai Mondiali: i risultati finali guidano uomini e donne

Le finali dell'arrampicata lead non avrebbero potuto essere più emozionanti e sorprendenti. Nella categoria femminile, Ai Mori vince in un duello con Janja Garnbret. Nella gara maschile, Jakob Schubert punta alla sua quinta medaglia d'oro ai Mondiali, approfittando delle disavventure di diversi concorrenti.

Le novità sui Mondiali 2023 saranno presentate da Unparallel, Petzl e Bächli Bergsport

Aveva nelle semifinali di testa delle donne Janja Garnbret il giovane atleta Ai Mori dover cedere. La slovena è stata eliminata a 47 anni, la giapponese a 52. Quando poi Garnbret è salita in cima alla finale, sembrava che fosse quasi finita, soprattutto perché nessuna delle altre finaliste l'aveva fatto prima di lei. Ma poiché Ai Mori aveva in tasca il miglior risultato in semifinale, è stata in grado di estromettere la slovena dal trono con un top. Ed è esattamente quello che ha fatto.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Highlights Giorno 6 | video

Janja Garnbret è contenta del suo top. Ma la gioia non dura a lungo. Poco dopo, Ai Mori le strappa la medaglia. Immagine: Jan Virt
Janja Garnbret è contenta del suo top. Ma la gioia non dura a lungo. Poco dopo, Ai Mori le strappa la medaglia. Immagine: Jan Virt

Forte campo di partenza per le donne

compagno di squadra di Garnbrett Mia Krampl, che era stato a lungo a portata di podio come primo titolare con un 42, alla fine è stato urtato in un ingrato quarto posto dal coreano Chaehyun Seo. Ma il bronzo va a Seo, assolutamente meritato. È salita in modo estremamente preciso fin dall'inizio ea 47+ ha presentato un punteggio solido sufficiente per un podio entro la fine della finale.

Il livello in finale è stato complessivamente molto alto. Ecco come giacevano gli americani Brooke Raboutou, che ieri sera ha già vinto una medaglia nel boulder, l'austriaco Fungo di Jessica così come l'italiano Laura Rogora molto vicini tra loro.

Coppa del mondo di arrampicata sportiva: classifica delle donne leader finali

PosizioneNomeNomePaesePunti
1AIMORIJPNtop
2JANJAGARNBRETSLOtop
3CHAEHYUNGestione SEOKOR47+
4MIAKRAMPLSLO42
5BROOKERABOUTOUUSA39+
6JESSICAFUNGOAUT39
7LAURAROGORAITA36+
8MIHONonakaJPN32
9MOLLYTHOMPSON SMITHGBR26+

Truccato senza pari:
Scarpa da arrampicata altamente funzionale per agganci a prova di bomba

La Souped Up di Unparallel è una scarpa da arrampicata altamente funzionale con una forte flessione per la massima precisione. La Souped Up ha un design della suola in due parti e combina diverse mescole di gomma. Questa costruzione garantisce rigidità e trasmissione precisa della potenza. Sei pronto per l'arrampicata?

Lo stile del percorso moderno costringe il duello di generazioni

Con lo spettacolare percorso finale, i tracciatori sono riusciti a creare una buona difficoltà per dividere a sufficienza il nutrito schieramento di partecipanti e allo stesso tempo offrire al pubblico un discreto spettacolo. Il percorso ha anche costretto movimenti insoliti e soluzioni creative nella finale di testa maschile.

Il giovane giapponese si è comportato molto bene con questo moderno stile di tracciatura della via nella competizione Sorato Anraku giustamente, quindi. Il 16enne giocatore di alto livello, che ha già mostrato il suo incredibile talento in vari Mondiali di questa stagione, ha fatto un potente annuncio come quarto titolare all'età di 48 anni.

Jakob Schubert sta salendo verso il suo quinto titolo mondiale. Immagine: Jan Virt
Jakob Schubert sta salendo verso il suo quinto titolo mondiale. Immagine: Jan Virt

Questo è stato possibile solo per il quattro volte campione del mondo austriaco, Jakob Schubertcontrastare qualcosa. Appena sotto la cima è stato in grado di iniziare il movimento verso la presa successiva nello stesso punto del giapponese e quindi si è assicurato il 48+.

irundo:
Imbracatura leggera e confortevole per l'arrampicata orientata alle prestazioni

Petzl Harness Hirundos

L'Hirundos è destinato agli scalatori atletici per l'arrampicata indoor e su roccia. Il cinturino stretto e leggero garantisce la massima libertà di movimento ed è comodo anche quando si appende liberamente. I quattro portamateriali offrono spazio per tutta l'attrezzatura necessaria e gli occhielli rinforzati proteggono in modo permanente dall'abrasione della corda.

Quando due se la prendono comoda, il terzo è felice

Ora non era più nelle mani di Jakob Schubert se avrebbe vinto il suo quinto titolo mondiale. Adam Ondra è volato inaspettatamente presto fuori dal percorso e quindi fuori dalla zona del podio.

Quindi spettava agli inglesi Toby Robert, contestando il titolo di Schubert. Il giovane ha mostrato un'enorme resistenza e una volontà di ferro in semifinale. Ma ha anche commesso un piccolo errore e ha fallito il primo salto dinamico nel terzo inferiore della via.

Alex Megos parte in testa al percorso finale verso la dinamo. Immagine: Jan Virt.
Alex Megos parte in testa al percorso finale verso la dinamo. Immagine: Jan Virt.

Il beneficiario di questo errore è lo scalatore tedesco Alex Megos. Con un 40 vince la medaglia di bronzo ai campionati mondiali di arrampicata lead e naturalmente era molto contento di questo regalo di Ondra e Roberts. Ma la gioia più grande è stata per Jakob Schubert, che può coronare la sua lunga carriera con un quinto titolo iridato.

Coppa del Mondo di Arrampicata Sportiva: Classifica finale uomini di testa

PosizioneNomeCognomePaesequalificazione
1GIACOBBESCHUBERTAUT1
2SORATOANRAKUJPN2
3ALEXANDERMegoGER7.35
4DOHYUNLEEKOR11.62
5AOYURIKUSAJPN6.71
6PAULJENFTFRA10.06
7SEANBAILEYUSA11
8ADAMOONDRACZE3.16
9TOBYROBERTSGBR2.83

Questo potrebbe interessarti

Content partner Climbing World Championship 2023

La copertura dei Mondiali di arrampicata 2023 a Berna è presentata da Unparallel, Petzl e Bächli Bergsport:

Massima presa, design ben congegnati e "fatto a mano in California": il marchio "impareggiabile» convince non solo con molti anni di esperienza nella produzione di scarpette da arrampicata, ma si affida anche a una filosofia sostenibile, nonché a una selezione di mescole di gomma appositamente sviluppate che vengono lavorate esclusivamente da partner locali di lunga data.

Il nostro Aziende è gestita da 50 anni sulla base di quattro pilastri: la stabilità della nostra azienda familiare, la promozione dello spirito pionieristico per lo sviluppo di soluzioni di prima classe, la garanzia dell'eccellenza industriale con l'obiettivo zero difetti e la stretta collaborazione con le persone delle nostre comunità con le quali condividiamo tecniche collaudate a livello globale per una maggiore sicurezza.

Amiamo la montagna e viviamo per la montagna. Come il più grande Specialista svizzero per l'alpinismo offriamo una gamma straordinariamente ampia e di alta qualità per tutti gli sport alpini. Da noi alpinisti purosangue, appassionati di montagna e principianti troveranno un'ampia gamma di attrezzature nelle nostre filiali con negozio principale e outlet o online al prezzo più giusto.

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++

Crediti: immagine di copertina Lena Drapella

Attuale

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood