Yannick Glatthard ha superato onsightbegehung il percorso misto Saphira M15

Quasi in preparazione per la Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio a Denver, in Colorado, ha guidato Yannick Glatthard a Vail, a scalare un'ultima volta. Nella zona The Fang Amphitheatre ha gestito la camminata a vista su uno dei percorsi misti più difficili degli Stati Uniti: Saphira (M15-).

"In realtà volevo fare arrampicata su ghiaccio, ma i miei amici di Denver hanno deciso di andare all'anfiteatro", spiega Yannick. "Quando sono arrivato, sono rimasto subito affascinato dalla linea Saphira". Poiché inizialmente voleva praticare l'arrampicata su ghiaccio, Yannick non aveva con sé scarpe da dry tooling e ha salito la via Saphira con scarponi da alpinismo e ramponi monopunta.

"Ho avuto solo un giorno, quindi era chiaro che avrei dato tutto e messo sulla mappa" a vista ".

Il percorso ha due piccoli passaggi di sbalzo prima di continuare sul ghiaccio. Poi sali attraverso l'intero tetto dietro una cortina di ghiaccio.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

“I singoli posti non sono difficili. La sfida del percorso è molto più legata alla resistenza".

Alla difficoltà del percorso vuole Yannick Glatthard non esprimere. "Per me, si trattava principalmente della gioia di arrampicarsi e di prepararsi per la Coppa del Mondo", ha detto a LACRUX. La via Saphira è stata salita per la prima volta dalla ceca Lucie Hrozová nel gennaio 2016 ed è considerata una delle vie di misto più difficili degli Stati Uniti.

Medaglia d'oro per Yannick ai Mondiali di Denver

Dopo aver modificato l'articolo sulla passeggiata a cielo aperto di Saphira, il messaggio successivo ci raggiunge. Yannick Glatthard vince la gara a Denver in una spettacolare finale.

Potrebbe interessarti anche tu

+++
Crediti: immagine di copertina Yannick Glatthard

Attuale

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Rara salita del Trad-Testpiece Into the Sun di Zangerl (8c+)

Prima Trad e poi Into the Sun (8c+): Andreas Hofherr ripete la via di Zangerl nella Murgtal.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui

×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood