Combinazione ultraleggera di trail running e zaino alpino: Deuter Vertrail 16 | test

Con il Vertrail 16, Deuter ha unito il meglio di due mondi: il comfort leggerissimo di un gilet da trail running e la sicurezza di un robusto zaino alpino. Abbiamo dato un'occhiata più da vicino allo zaino ultraleggero nelle nostre montagne domestiche.

Il Vertrail 16 di Deuter è uno zaino alpino tanto leggero quanto purista. Pesa solo 480 grammi e il suo scomparto principale impermeabile ha un volume di 16 litri. Chi sta già pensando di lanciare il piccone grazie al suo volume compatto dovrebbe continuare a leggere, soprattutto perché può essere facilmente agganciato al Vertrail 16. Inoltre: lo zaino offre numerose possibilità di fissaggio ben studiate per caschi, corde, ramponi o bastoncini.

Super leggero, impermeabile e dannatamente comodo: con queste caratteristiche, il Vertrail 16 è l'ideale per avventure verticali molto diverse.
Super leggero, impermeabile e dannatamente comodo: con queste caratteristiche, il Vertrail 16 è l'ideale per avventure verticali molto diverse.

Vertrail 16: calza come un guanto

La prima cosa che noti di questo zaino minimalista quando lo tieni tra le mani sono gli spallacci a forma di gilet, come li conosci dal trail running. Insieme al materiale morbido dello schienale garantiscono una vestibilità molto comoda e sicura.Lo zaino può essere regolato individualmente tramite diverse cinghie elastiche di fissaggio sul petto, sui lati e sulle spalle.

Una volta indossato, dimenticherai presto che indossi uno zaino sul campo.

Lo scomparto principale è realizzato in materiale resistente che può facilmente resistere al contatto occasionale con le rocce. Tutte le cuciture sono nastrate e sigillate impermeabili. Ciò significa che tutto ciò che metti nel Vertrail 16 rimane asciutto anche nelle condizioni atmosferiche più avverse, a condizione che tu abbia il roll top chiuso correttamente.

A proposito: abbiamo portato con noi il Vertrail 16 anche durante il deep water solo a Maiorca e possiamo dire con sicurezza: è impermeabile al 100%.

Vertrail 16: tuttofare ultraleggero

Non esiste una risposta chiara alla domanda sull'area di applicazione del Vertrail 16. Deuter lo descrive come uno zaino da alta quota, ma lo vede anche come il compagno ideale per il trail running o l'alpinismo.

Saremmo sicuramente d'accordo con questo dopo il nostro tour nell'Alpstein. Il Vertrail 16 è un entusiasmante ibrido tra gilet da corsa e zaino alpino, che lo rende il compagno perfetto per salite e discese veloci.

A nostro avviso è anche un buon zaino da arrampicata perché è molto alto sulla schiena e quindi non copre il materiale dell'imbracatura.

L'unico lato negativo dell'arrampicata sportiva: le cinghie elastiche sulla parte anteriore del gilet possono impigliarsi sui bordi rocciosi frastagliati.

Poiché il Vertrail 16 è molto compatto sulla schiena, non solo hai la massima libertà di movimento, ma anche accesso illimitato al materiale dell'imbracatura da arrampicata.
Poiché lo zaino è molto compatto sulla schiena, non solo hai la massima libertà di movimento, ma anche accesso illimitato al materiale dell'imbracatura da arrampicata.

Tutto ciò che è importante è a portata di mano

Tuttavia, i vantaggi del sistema di trasporto del gilet superano di gran lunga gli svantaggi, poiché tutto ciò che è importante è sempre a portata di mano: da un lato ci sono le due tasche per piccole borracce/borracce morbide, la fondina per fissare bastoncini pieghevoli o si adatta alla pratica tasca con cerniera per il tuo smartphone, che può essere inserita anche nei modelli di grandi dimensioni.

Chi ama dissetarsi in viaggio con una borsa da cammello non rimarrà deluso dal Vertrail 16. Lo zaino alpino ha un dispositivo corrispondente. Questo è ben nascosto sotto lo scomparto interno per gli oggetti di valore.

Sistema di idratazione verticale
Anche se le borse della spesa sono progettate per borracce morbide, offrono spazio sufficiente anche per le tradizionali bottiglie da mezzo litro.

Imballare in modo diverso a seconda dell'uso

Come accennato all'inizio, quasi tutta l'attrezzatura da arrampicata può essere fissata all'esterno dello zaino superleggero. L'ambito di applicazione della rete per casco rimovibile è ovvio. Con le due cinghie elastiche di fissaggio sei abbastanza libero di decidere cosa va dove. Bastoncini, ramponi o corda da arrampicata possono essere fissati lateralmente o frontalmente.

Trattato 16: La nostra conclusione

Vertrail-16-Deuter

Il Vertrail 16 di Deuter è una scelta entusiasmante per coloro che preferiscono viaggiare leggeri e veloci nelle loro avventure in montagna. Che si tratti di un tour in alta quota, di un tour alpino in montagna, di una corsa su sentieri più lunghi o di un'arrampicata su più tiri, il Vertrail 16 è un tuttofare alpinistico con una vestibilità molto comoda, avvolgente e massima libertà di movimento.

Se non sei disposto a scendere a compromessi sulla tua attrezzatura personale a favore del volume e del peso durante un tour alpino in montagna, è meglio scegliere un modello più grande come questo Guida 24.

Dettagli tecnici

  • Peso: 480 g
  • Volume: litri 16
  • Dimensioni: 52 x 23 x 18 (A x L x P)
  • Lunghezza schiena: 38-54 cm
  • Wasserdicht
  • Senza PFAS

Questo potrebbe interessarti

Attuale

Professionisti dell’arrampicata come ambasciatori del clima – è possibile?

Katherine Choong e Nicolas Hojac sono professionisti dell'arrampicata e ambasciatori del clima presso Protect our Winters. Come affronti questo doppio ruolo?

Allenamento nonostante una lesione al legamento anulare

Lesione del legamento anulare: in questo video, Dave MacLeod spiega come può essere una sessione di allenamento adattata sulla parete da boulder.

Ondra durante il tentativo di 9a a-vista: stop finale per rottura della presa

Questo video mostra Adam Ondra mentre tenta un solido tentativo di 9a a-vista. Ma quando la maniglia si rompe, tutto finisce bruscamente.

Le Kingline spagnole si ripetono

Jorg Verhoeven, Gabriele Moroni e Leo Ketil Bøe ripetono le classiche del 9° grado francese a Siurana, Oliana e Margalef.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Professionisti dell’arrampicata come ambasciatori del clima – è possibile?

Katherine Choong e Nicolas Hojac sono professionisti dell'arrampicata e ambasciatori del clima presso Protect our Winters. Come affronti questo doppio ruolo?

Allenamento nonostante una lesione al legamento anulare

Lesione del legamento anulare: in questo video, Dave MacLeod spiega come può essere una sessione di allenamento adattata sulla parete da boulder.

Ondra durante il tentativo di 9a a-vista: stop finale per rottura della presa

Questo video mostra Adam Ondra mentre tenta un solido tentativo di 9a a-vista. Ma quando la maniglia si rompe, tutto finisce bruscamente.