Adam Ondra ha esaurito le vie difficili

Dopo le Olimpiadi estive, Adam Ondra, come molti altri partecipanti olimpici, si è preso una pausa. Ma questo non significava che non stesse scalando. Al contrario, è stato estremamente attivo, ovvero l'apertura di nuove vie.

Le Olimpiadi estive hanno richiesto tutto agli atleti partecipanti. A causa del rinvio di un anno delle gare dovuto alla corona, gli atleti qualificati hanno dovuto concentrarsi completamente sull'allenamento preparatorio per un altro anno - e quindi sull'arrampicata su plastica. La maggior parte di loro era raramente sulla roccia.

“Dopo le partite estive ero molto esausto e non avevo voglia di allenarmi duramente. Ma ero super motivato a scalare rocce e ad aprire nuove vie".

Adam Ondra

Dopo essere tornato da Tokyo, Adam Ondra ha trascorso diversi mesi principalmente a casa a Brno, nella Repubblica Ceca. Ma ha affrontato un problema. Aveva già segnato punti sulle vie difficili nelle zone di arrampicata intorno a Brno, soprattutto nel Carso moravo. Inoltre, nei settori e nelle aree popolari non c'è quasi più spazio per aprire nuove rotte.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Byci Skala scoperto come parco giochi

L'area di arrampicata di Byci Skala (Bull's Rock) è stata un'eccezione, poiché c'era abbastanza spazio per nuovi tour difficili. Unica pecca in questa zona: l'arrampicata è vietata per diversi mesi, in particolare durante la stagione riproduttiva degli uccelli.

“Davvero non so perché non ho mai avuto quell'area sul mio radar. Certo, è un po' demotivante che la stagione dell'arrampicata sia così breve".

Adam Ondra

Inoltre, la roccia di Byci Skala non è particolarmente solida. Ma niente di tutto ciò ha diminuito notevolmente la motivazione di Adam Ondra. Più e più volte ha guidato nella zona, ha aperto nuove vie, ha provato progetti aperti a lungo termine e ha aperto un 9a, che all'inizio sembrava invalicabile. Grazie alle ginocchiere e alla folle arrampicata 3D, Ondra ha decifrato tutte le sequenze e ha aperto Protivnik (9a).

Secondo Ondra, ci sono almeno altre cinque potenziali linee nell'area, che in precedenza anche lui aveva valutato come invalicabili. Ma quest'anno ha anche guardato più da vicino queste linee e si è reso conto che possono anche essere scalate.

“Le vie sono tutte salibili, ma sono molto difficili. Devo ricominciare ad allenarmi per poter segnare queste linee".

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: Immagine di copertina Petr Piechowicz, contenuto AO Production sro

Attuale

Potenza femminile ad Annot: Soline Kentzel sale la via trad Le Voyage (E10, 7a)

La giovane francese Soline Kentzel si è assicurata la quarta salita femminile della dura via trad Le Voyage (E10, 7a).

Martin Feistl ha avuto un incidente mortale

Sabato scorso il grande alpinista tedesco Martin Feistl è rimasto vittima di un incidente mortale sulla parete sud dello Scharnitzspitze.
00:24:44

Seb Bouin: “Dopo il passo chiave più importante sono caduto 11 volte”

Video: Accompagna lo scalatore professionista francese Seb Bouin nel suo percorso verso la quarta salita della Bibliographie a Ceüse.

Alex Honnold fa free solo anche su roccia bagnata

Alex Honnold torna nella Yosemite Valley con due free solo di 300 metri, di cui uno su roccia bagnata.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Potenza femminile ad Annot: Soline Kentzel sale la via trad Le Voyage (E10, 7a)

La giovane francese Soline Kentzel si è assicurata la quarta salita femminile della dura via trad Le Voyage (E10, 7a).

Martin Feistl ha avuto un incidente mortale

Sabato scorso il grande alpinista tedesco Martin Feistl è rimasto vittima di un incidente mortale sulla parete sud dello Scharnitzspitze.
00:24:44

Seb Bouin: “Dopo il passo chiave più importante sono caduto 11 volte”

Video: Accompagna lo scalatore professionista francese Seb Bouin nel suo percorso verso la quarta salita della Bibliographie a Ceüse.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood