Alexander Megos lampeggia il cromosoma Y (9a) - e svaluta

Alexander Megos riesce ancora una volta nella salita di una difficile via in stile Flash. Ha scalato il cromosoma Y a Charmey al primo tentativo e ha anche segnato la via meiosis (originariamente 9b). Svaluta entrambi i percorsi.

"Oops, l'ho fatto di nuovo", commenta il miglior climber tedesco Alexander Megos la sua ultima impresa. Ha scalato la via Cromosomi Y (9a) a Charmey flash, quindi al primo tentativo, in base alle informazioni sul percorso. Gli svizzeri gli diedero le istruzioni per il sopralluogo Alessandro Rohr, che arrampica spesso con Megos.

La via Chromosome Y nell'area di arrampicata svizzera di Charmey è stata aperta nel 2012 da Pirmin Bertle primo iscritto e valutato 9a. Tuttavia, il grado non durò a lungo. Già il primo ripetitore, Adam Ondra, non ha confermato il voto dopo la sua ispezione flash. Alexander Rohr, che ha salito la via nel 2017, suggerito per i cromosomi Y 8c + prima. Questa è l'opinione del terzo ripetitore del tour, Samuel Ometz, e ora Alexander Megos.

"Sono d'accordo con l'opinione della maggior parte dei ripetitori e penso anche che il grado di difficoltà della via sia più simile all'8c+."

Alexander Megos

Pirmin Bertle deve arrendersi una seconda volta: 9b diventa 9a

Data la sua forma al top, c'era da aspettarsi che Alexander Megos avesse anche la combinazione del cromosoma X e del cromosoma Y, la linea meiosi, proverò. La linea è stata aperta da Pirmin Bertle nel 2015 come primo 9b in Svizzera. Adam Ondra ha ottenuto la prima ripetizione nel 2018 e ha svalutato il tour a 9a +. All'epoca la cosa non fu ben accolta dal primo scalatore, che parlò pubblicamente (LACRUX segnalato).



Il grado di meiosi ora scende ancora più in basso nella scala di difficoltà. Alexander Megos valuta la meiosi solo con 9a. Roba difficile per gli scalatori alle prime armi. Secondo Megos, Pirmin Bertle ometterebbe senza discussioni le maniglie che sono alla portata della linea e quindi, a suo avviso, fanno anche parte del percorso.

“Non ha senso non usare queste maniglie. Secondo me ho salito la stessa linea, usato gli stessi spit, ma con una beta completamente diversa e prese diverse”.

Alexander Megos

Alexander Megos ha un beta completamente diverso rispetto alla prima salita e quindi valuta la via con un 9a. Con la soluzione della prima salita, il livello di difficoltà della via secondo Megos è 9a+.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++
Crediti: immagine di copertina Jan Virt Fotografia

Attuale

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpetta da arrampicata ad alte prestazioni...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).

Infortuni comuni nel trail running e come prevenirli

In questo articolo imparerai quali infortuni sono comuni durante il trail running e cosa puoi fare per risolverli.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Scarpa da arrampicata di fascia alta per progetti difficili | Qubit impareggiabile

Con Qubit, Unparallel ha sviluppato una nuova scarpa da arrampicata ad alte prestazioni che eccelle davvero su terreni ripidi e strapiombanti. Siamo con il nuovo...
00:12:03

Ritratto intimo dell'olimpionica giapponese Miho Nonaka

Uno sguardo dietro le quinte: accompagna l'icona dell'arrampicata giapponese Miho Nonaka nella sua intensa preparazione per le Olimpiadi del 2024.

I fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85° M6)

Spinta continua di 20 ore: i fratelli Pou e Micher Quito aprono una nuova via in stile alpino nelle Ande: Pisco Sour (640m, 85°, M6).