Da specialista speleologico a fornitore di sport di montagna: Petzl

Quando si pensa al fornitore di sport di montagna Petzl, si pensa a pareti alte, blocchi di boulder strapiombanti e spettacolari tour di alpinismo. Ma la storia di Petzl è iniziata sottoterra, nella caveologia. Cosa rende Petzl quello che è oggi?

Da qualche giorno la frase “We are Petzl” abbinata all'hashtag #WeArePetzl è onnipresente sui social. Gli ambasciatori del fornitore di attrezzature per sport di montagna Petzl riconoscono il loro sponsor nei loro profili Instagram e Facebook. C'è, per esempio Alexander Megosche ha pubblicato le seguenti righe:

"Non molto tempo fa sono stato accolto calorosamente dalla famiglia Petzl e sono orgoglioso di far parte della squadra".

Alexander Megos

Sembra simile con l'atleta svizzero Nina Caprezche fa parte della squadra di atleti Petzl da innumerevoli anni. In larga misura, grazie a Petzl e alle persone creative e pazze del fornitore di attrezzature per sport da montagna, si è sviluppata come scalatrice.

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning

Sono solo parole o c'è dell'altro?

Da specialista speleologico a fornitore internazionale di attrezzature per l'alpinismo

Per arrivare in fondo alla questione se si tratti di affiliazione convinta, ci siamo rivolti a diversi atleti Petzl che ci sono amici. È apparso subito chiaro: Petzl è davvero un'azienda speciale che, nonostante le sue attuali dimensioni, non ha perso di vista il suo background familiare.

La storia di Petzl inizia più di 50 anni fa. Il fondatore Fernand Petzl, appassionato speleologo e artigiano inventivo, ha sviluppato strumenti per scoprire le grotte nel suo laboratorio. Nel 1968 vende i suoi primi prodotti e nel 1970 fonda l'azienda Petzl.

Fernand Petzl nel suo laboratorio.
Fernand Petzl nel suo laboratorio.

Petzl ha compiuto la sua prima rivoluzione nel 1973 con il lancio del suo primo Proiettore. Un'altra pietra miliare che ancora oggi caratterizza l'arrampicata è stato il lancio dell'assicuratore con supporto di bloccaggio GRIGRI, nel 1991.

L'ultimo modello della Grigri

Negli ultimi decenni, Petzl si è trasformata da azienda familiare specializzata in prodotti per la speleologia a fornitore internazionale di sport di montagna e produttore di attrezzature di sicurezza. Nonostante questo successo, Petzl è rimasta fedele alle sue radici. Questo è più importante per il figlio del fondatore e presidente di oggi di una fiorente quotazione di borsa.

“La nostra azienda di famiglia non è quotata in borsa. Venderlo per me è assolutamente impensabile. Sarebbe un tradimento di tutte le persone che lavorano per noi e danno tutto ogni giorno.

Paolo Petzl

Film sulla storia di Petzl

In occasione del 50° anniversario, Petzl ha rilasciato pochi giorni fa il seguente film, che racconta la storia dell'azienda e mostra quali valori rappresenta Petzl. Paul Petzl riassume un elemento centrale che si può vedere nel video in una citazione: "Tutto ciò che facciamo deve offrire un valore aggiunto, deve servire a uno scopo".

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: Immagine di copertina Petzl

Attuale

Alex Megos apre la palestra di arrampicata | Accademia del Frankenjura

Apertura parziale dell'Accademia Frankenjura: da oggi potrete arrampicare nella palestra di arrampicata di Alex Megos a Forchheim.
00:20:25

La Rhapsody (E11) è la via più pericolosa al mondo?

Magnus Midtbo torna con Dave MacLeod su una delle sue prime salite più impressionanti: Rhapsody (E11, 7a).

Yannick Flohé sale la sua via più difficile fino ad oggi con Lazarus (9a+).

9a+ in transito: Yannick Flohé riesce a salire Lazarus allo Schiefen Tod nel Giura francone in soli 4 tentativi.

Esercizio efficiente sulla strada per la verticale

Ecco come funziona la verticale: con la verticale a L puoi aumentare la forza e praticare la verticale in modo controllato.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Alex Megos apre la palestra di arrampicata | Accademia del Frankenjura

Apertura parziale dell'Accademia Frankenjura: da oggi potrete arrampicare nella palestra di arrampicata di Alex Megos a Forchheim.
00:20:25

La Rhapsody (E11) è la via più pericolosa al mondo?

Magnus Midtbo torna con Dave MacLeod su una delle sue prime salite più impressionanti: Rhapsody (E11, 7a).

Yannick Flohé sale la sua via più difficile fino ad oggi con Lazarus (9a+).

9a+ in transito: Yannick Flohé riesce a salire Lazarus allo Schiefen Tod nel Giura francone in soli 4 tentativi.