James Pearson sale la linea trad di Neil Gresham Lexicon (E11, 7a)

James Pearson gestisce la quarta iterazione della via trad Lexicon (E11, 7a) nel Lake District. Per aggiungere un po' di pepe alla sua salita, è entrato nella linea Trad, che non è solo una delle più difficili d'Inghilterra ma anche del mondo, senza prima fare il check-out nella corda più alta.

con Lessico (E11, 7A). Neil Gresham ha regalato al mondo dell'arrampicata un'audace via trad di fascia alta il 4 settembre 2021. avere data Steve McClure, Dave MacLeod , Matt Wright accettato la sfida e la linea im Lake District superato con successo. È consentita la quinta salita James Pearson prenota per te. La cosa speciale della sua salita: ha scalato la linea senza prima boulder con la corda più alta. Ha guardato solo le maniglie e le opzioni di sicurezza durante la discesa in corda doppia.

James Pearson sul suo tentativo di Flash in Lexicon

"Non ho fatto tutte le vie hard trad in Inghilterra, ma Lexicon è sicuramente tra le migliori linee dure qui."

James Pearson

Lessico e Rapsodia a confronto

La via, anch'essa classificata E11, 7a Rapsodia è anche molto buono, pensa James Pearson. Tuttavia, l'arrampicata non è così pura come in Lexicon. "Il fatto che le cadute in Rhapsody non abbiano quasi conseguenze significa solo che è un'esperienza più semplice che puoi goderti un po' di più."

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning
Attrezzatura del lessico di James Pearson
James Pearson ha utilizzato questi dispositivi mobili di assicurazione per proteggere la via Lexicon (E11, 7a) nel Lake District.

James Pearson ha classificato le potenziali cadute in Lexicon come abbastanza sicure per se stesso. "Penso che sia solo sulla linea di demarcazione tra ok e non ok. Non credo che ti feriresti in modo massiccio, ma una caviglia rotta è sicuramente una possibilità".

Per avere un'idea delle dimensioni di una caduta nel punto cruciale di Lexicon, consigliamo di guardare il seguente video di Steve McClure.

"Non è affatto una via della morte, ma non sottovalutare il pericolo. Solo perché sono riuscito a scalarli senza controllarli sulla corda superiore non significa che penso che siano sicuri al 100%.

James Pearson

Video: Dave MacLeod sulla sua ispezione di Lexicon

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: Foto di copertina James Pearson

Attuale

Jernej Kruder conquista una via ibrida 9a con topout offwidth

Nonostante le condizioni esterne: Jernej Kruder ripete la via ibrida 9a La Bruja di Ignacio Mulero a La Pedriza.

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.

Enorme frana sul Piz Scerscen

Sul Piz Scerscen in Engadina domenica mattina presto si sono staccati oltre un milione di metri cubi di roccia e ghiaccio.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Jernej Kruder conquista una via ibrida 9a con topout offwidth

Nonostante le condizioni esterne: Jernej Kruder ripete la via ibrida 9a La Bruja di Ignacio Mulero a La Pedriza.

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.