Janja Garnbret vince una medaglia di Coppa del Mondo per la 50a volta

La settima competizione della IFSC World Cup Series 2022 si è svolta ieri sera a Villars, in Svizzera. La slovena Janja Garnbret ha conquistato la sua 50esima medaglia di Coppa del Mondo con una vittoria nella disciplina di testa, mentre la giapponese Taisei Homma ha festeggiato la sua prima vittoria in Coppa del Mondo maschile.

Con un punteggio di 36+, Tasei Homma è salito sul gradino più alto del podio nella finale maschile e ha ottenuto la sua prima medaglia d'oro in Coppa del Mondo. È il secondo podio per l'atleta giapponese, che ha vinto l'argento alla IFSC Lead World Cup di Xiamen 2019. È arrivato alla finale di Innsbruck lo scorso fine settimana, ma era lontano dal podio con il suo nono posto.

«Ad Innsbruck sono rimasto molto deluso dal mio risultato, quindi questa volta ho voluto fare del mio meglio. Non ero molto felice in semifinale, ma ho ricevuto molti messaggi motivanti dagli amici in Giappone, motivo per cui volevo andare a tutto gas in finale.»

Taisei Homma

Il secondo posto è andato alla medaglia di bronzo della scorsa settimana, l'americano Jesse Grupper, che si è assicurato la medaglia d'argento con oltre 34 punti. Grupper ha portato a casa la sua seconda medaglia di Coppa del Mondo.

nordvpn_display

Gli highlights della finale di testa


Il suo compagno di squadra, l'olimpionico Colin Duffy, è arrivato terzo con 34 punti, guadagnandosi la sua terza medaglia della stagione. Duffy ha fatto la storia lo scorso fine settimana diventando la prima persona in assoluto a vincere sia il boulder che il comando in una competizione.

Il tedesco Yannick Flohé ha sfiorato il podio con 33 punti al quarto posto. Lo svizzero più forte è stato Sascha Lehmann, che è arrivato 19° a Villars.

Il podio della Coppa del Mondo Lead a Villars 2022 (Foto Lena Drapella/IFSC)
Il podio della Coppa del Mondo Lead a Villars 2022 (Foto Lena Drapella/IFSC)

Janja Garnbret continua il suo dominio

L'olimpionica slovena Janja Garnbret si è assicurata l'unica vetta della serata, salendo sul podio della Coppa del Mondo IFSC per la cinquantesima volta. Ha vinto l'oro per un totale di 34 volte, 20 delle quali nella disciplina principale.

«Mi sento benissimo, quella è stata una delle migliori vie della competizione. Ero in piena attività e mi sono divertito ad arrampicare.»

Janja Garnbret

«Ad Innsbruck mi sentivo un po' arrugginito perché quest'anno non ho salito nessuna competizione, ad eccezione di Meiringen, ma dopo le semifinali mi sono sentito nel flusso. Il percorso era un po' più facile rispetto a Innsbruck, aveva alcuni passaggi difficili dove bisognava stare attenti. Tuttavia, il punto cruciale della via risiedeva nelle ultime mosse prima della vetta", aggiunge Janja Garnbret.

Team USA alle calcagna di Garnbrett

L'olimpionica Brooke Raboutou degli Stati Uniti si è classificata seconda con 37+ punti, guadagnandosi la medaglia d'argento. L'americano ha avuto finora una stagione stellare, avendo vinto tre medaglie nel boulder e due in vantaggio.

Natalia Grossman, compagna di squadra e migliore amica di Raboutou, si è assicurata la medaglia di bronzo con oltre 35 punti. Grossman è salito sul podio della Coppa del Mondo per la 15a volta a Villars, avendo vinto otto medaglie nel 2021 e sette medaglie finora in questa stagione.

L'olimpionica italiana Laura Rogora era quarta con 31+ punti, seguita dalla francese Manon Hily quinta con 28+ punti. Una seconda meta è stata assegnata a Hily nella finale di stasera dopo un incidente tecnico in cui non le è stata data abbastanza corda. L'olimpionico Chaehyun Seo della Corea del Sud è arrivato sesto con 17+ punti, mentre i giapponesi Ryu Nakagawa e Natsuki Tanii, anche loro con 17+, sono arrivati ​​​​rispettivamente settimo e ottavo.

Janja Garnbret ha vinto l'oro per la 34a volta a Villars. (Immagine: Lena Drapella/IFSC)
Janja Garnbret ha vinto l'oro per la 34a volta a Villars. (Immagine: Lena Drapella/IFSC)

La prossima edizione della IFSC World Cup Series 2022 si terrà a Chamonix (Francia), dove dall'8 al 10 luglio si terranno le gare nelle discipline del piombo e della velocità. Informazioni e live streaming saranno pubblicati su www.lacrux.com a tempo debito.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++
Crediti: immagine di copertina Lena Drapella/IFSC

Attuale

Storico: Prima libera di Riders on the Storm (1200m, 7c+)

Siebe Vanhee, Sean Villanueve, Nico Favresse e Drew Smith effettuano la prima salita in libera di Riders on the Storm.

Grande linea invernale ripetuta sulla parete nord del Triglav | Il canale dei sogni

Nel mese di gennaio diverse cordate hanno potuto scalare una delle grandi vie invernali slovene, il Dream Couloir sulla parete nord del Triglav.

Il Wild Collective Mountain Sports Festival entra nel secondo turno

L'1 e il 2 marzo il Wild Collective Mountain Sports Festival a Herisau, nell'Appenzello, giunge alla sua seconda edizione.

L'arrampicatrice professionista allena il padre 60enne al suo primo 7a+

Toccante storia di famiglia: la professionista dell'arrampicata Emily Harrington accompagna suo padre sulla sua prima via di 60a+ all'età di 7 anni.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Storico: Prima libera di Riders on the Storm (1200m, 7c+)

Siebe Vanhee, Sean Villanueve, Nico Favresse e Drew Smith effettuano la prima salita in libera di Riders on the Storm.

Grande linea invernale ripetuta sulla parete nord del Triglav | Il canale dei sogni

Nel mese di gennaio diverse cordate hanno potuto scalare una delle grandi vie invernali slovene, il Dream Couloir sulla parete nord del Triglav.

Il Wild Collective Mountain Sports Festival entra nel secondo turno

L'1 e il 2 marzo il Wild Collective Mountain Sports Festival a Herisau, nell'Appenzello, giunge alla sua seconda edizione.