Nuova linea alla Torre delle Sirene da Schüpbach, Della Bordella e Welfringer: Forum (840m, 7c)

Dall'estremo nord torna il trio Silvan Schüpbach, Matteo Della Bordella e Symon Welfringer. Sono riusciti nella seconda salita della Torre della Sirena sulla nuova linea del Forum (840m, 7c). Prima di allora, avevano remato per 170 chilometri fino al massiccio granitico Mythics Cirque, dove inaspettatamente si sono imbattuti in vecchi amici.

Con mezzi onesti - questo è il marchio di Silvan Schüpbachche quest'estate ha visitato nuovamente in kayak i remoti fiordi della Groenlandia. Insieme all'italiano Matteo Della Bordella aveva già aperto la linea The Great Shark Hunt (2014m, 900b+) in Groenlandia nel 7 - "nel miglior stile possibile: con mezzi giusti, puliti e completamente liberi", come scrive Silvan. Il francese era nuovo quest'anno Symon Welfranger.

Il punto chiave è una fessura di 7c.
Il punto chiave è una fessura di 7c.

Dopo alcune difficoltà iniziali causate dal Covid, il trio è stato in grado di trasferirsi a Tassilaq, nella Groenlandia orientale, dove è iniziata la parte dei "mezzi giusti": hanno remato per 170 chilometri fino al fiordo Kangertittivatsiaq ai piedi dei giganti di granito nel Mythics Cirque. L'obiettivo era la Torre della Sirena, ancora inviolata.

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning

"Non dimenticherò mai l'apertura di tiri duri con protezione a volte molto dubbia nel mezzo dell'Oceano Artico."

Simon Welringer

I belgi erano già attraccati

Ma con loro sorpresa, Schüpbach e compagni ritrovano vecchi amici: i belgi Nico Favresse, Sean Villanueva e Jean-Louis Wertz rimase con lo svedese Aleksej Jaruta già ai piedi del muro vergine. All'inizio di luglio erano partiti dalla Francia in barca a vela ed erano così giunti anche al Mythics Cirque con mezzi onesti.

Sebbene entrambe le squadre avessero in mente la prima salita della Torre delle Sirene, non si può parlare di rivalità. “Incontrarla è stato fantastico”, ha detto Della Bordella. Incontrare scalatori con lo stesso spirito in un luogo remoto è stato un bel regalo. La squadra belga-svedese ha seguito un'altra linea attraverso il muro e si è fermata in vetta pochi giorni prima dei canoisti.

Della Bordella definisce la propria prima salita "psicologicamente impegnativa per piazzamenti non facili, con alcuni bei tiri verticali e strapiombanti".

Vertice non pianificato di specialisti trad al Mythics Cirque.
Vertice non pianificato di specialisti trad al Mythics Cirque.

Tre giorni dopo aver raggiunto la vetta, la squadra belga-svedese si è assicurata la seconda salita della Siren Tower attraverso la via che hanno chiamato Forum (840m, 7c). Il nome si riferisce alle discussioni che i tre hanno avuto sulla strategia e sulla scelta del percorso. Sono rimasti in parete per cinque giorni e hanno coperto 21 tiri. Il sesto giorno è stato dedicato alla ripetizione, o alla liberazione, di quei tiri che prima erano riusciti solo in stile Aid.

L'intera via è stata percorsa in stile trad, sono rimasti solo due spit in parete. "Non dimenticherò presto l'apertura di tiri difficili con una sicurezza a volte molto dubbia nel mezzo dell'Oceano Artico", scrive Symon Welfringer. Dopo la prima salita, il trio ha esplorato un'altra parete, che hanno chiamato la parete della pagaia. Poi hanno lasciato il modo in cui sono venuti: pagaiando. Hanno percorso un totale di 350 chilometri in kayak.

Questo potrebbe interessarti

Attuale

00:20:25

La Rhapsody (E11) è la via più pericolosa al mondo?

Magnus Midtbo torna con Dave MacLeod su una delle sue prime salite più impressionanti: Rhapsody (E11, 7a).

Yannick Flohé sale la sua via più difficile fino ad oggi con Lazarus (9a+).

9a+ in transito: Yannick Flohé riesce a salire Lazarus allo Schiefen Tod nel Giura francone in soli 4 tentativi.

Esercizio efficiente sulla strada per la verticale

Ecco come funziona la verticale: con la verticale a L puoi aumentare la forza e praticare la verticale in modo controllato.
00:28:18

Inaugurato il nuovo settore boulder a Chironico: Full Ring

L'area boulder di Chironico in Ticino conta già diverse migliaia di linee boulder, rendendola una delle destinazioni più apprezzate nel panorama dell'arrampicata. Ora Nils Favre della Svizzera romanda ha aperto un nuovo settore vicino a Schattental. Questo video presenta la maggior parte dei massi.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

00:20:25

La Rhapsody (E11) è la via più pericolosa al mondo?

Magnus Midtbo torna con Dave MacLeod su una delle sue prime salite più impressionanti: Rhapsody (E11, 7a).

Yannick Flohé sale la sua via più difficile fino ad oggi con Lazarus (9a+).

9a+ in transito: Yannick Flohé riesce a salire Lazarus allo Schiefen Tod nel Giura francone in soli 4 tentativi.

Esercizio efficiente sulla strada per la verticale

Ecco come funziona la verticale: con la verticale a L puoi aumentare la forza e praticare la verticale in modo controllato.