Siebe Vanhee e Sébastien Berthe si prendono una pausa dal Muro dell'Alba

Quando si è saputo che i due belgi Sébastien Berthe e Siebe Vanhee stavano prendendo di mira il Dawn Wall, le voci hanno cominciato a girare. Percorrerebbero il percorso a velocità record e forse lo svalutano? Due mesi dopo è diventato chiaro: i forti belgi stanno attraversando un periodo difficile con la via di più tiri più difficile del mondo e si stanno prendendo una pausa.

Gli ultimi due mesi sono cambiati Sieves Vanhee , Sebastien Berthe totalmente il Dawn Wall prescritta. Questo sforzo ha lasciato il segno: "Abbiamo lavorato sulla via per otto settimane e ho raggiunto il punto in cui è davvero scomodo", afferma Siebe Vanhee.

Nonostante i consigli del primo climber e leggenda dello Yosemite Tommy Caldwell in persona, l'iniziale euforia dei belgi sulla Dawn Wall ha lasciato il posto alla stanchezza fisica e mentale. Immagine Alex Eggermont

La soluzione: una breve pausa

Il top climber belga sceglie consapevolmente i suoi obiettivi in ​​modo tale che non siano mai facili e lo costringano a lavorare. "Impostare il Dawn Wall come obiettivo è stato spaventoso", ricorda. "Mi ha fatto venire la pelle d'oca solo a pensarci, ma mi ha anche reso molto eccitato perché sapevo che non sarebbe stato facile".

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning
Sébastien-Berthe-Siebe-Vanhee-Dawn-Wall-dita-danneggiate
Le dita danneggiate rendono difficile il progresso e ci sono anche conflitti mentali in un progetto così grande. Immagine Julia Cassou

Nell'ultimo pezzo di prova del big wall di Tommy Caldwell , Kevin Jorgeson i due belgi hanno scalato ciascuno due giorni di seguito e poi si sono presi una pausa per due o tre giorni. "In questo momento sto notando che ho bisogno di più riposo ogni volta che scendiamo e che la mia pelle non sembra riprendersi", afferma Siebe Vanhee.

"In questo momento sto scoprendo che ogni volta che scendiamo ho bisogno di più riposo e anche la mia pelle non sembra riprendersi".

Sieves Vanhee

È anche più difficile per lui trovare la solita motivazione e flusso durante l'arrampicata. Conosce la sensazione di trovarsi di fronte a molte lotte personali e piccoli demoni dei progetti precedenti. Di conseguenza, ha anche una soluzione per questo problema: una breve pausa.

siebe-vanhee-sebastien-berthe-dawn-wall-camp
Siebe Vanhee e Sébastien Berthe nel loro accampamento al Muro dell'Alba. Immagine Alex Eggermont

Dal momento che Vanhee ha anche un impegno professionale che non può essere rimandato, una rottura dal Dawn Wall sembra la logica conseguenza. "Questo sarà il momento perfetto per recuperare la mia mente e il mio corpo da questo mega progetto.

"Ci siamo fatti prendere a calci in culo"

Sébastien Berthe e Siebe Vanhee hanno dimostrato di essere al top della forma la scorsa estate quando hanno gareggiato in varie classiche a più tiri, tra cui Volare (8c, 550) nella valle di Lauterbrunnen – ne fece un breve lavoro. Il fatto che loro, come prima di loro la Berthe-Favresse, abbiano svalutato la maggior parte dei percorsi assicurati Il malcontento nella scena dell'arrampicata.

"Dopo le dure vie lunghe in Europa, aveva senso andare a Yosemite e provare questo capolavoro".

Sieves Vanhee

Tuttavia, il Muro dell'Alba fu la logica conseguenza per i forti belgi. "Dopo le dure vie lunghe in Europa, aveva senso andare a Yosemite e provare questo capolavoro", afferma Siebe Vanhee.

sebastien-berthe-seconda-chiave-pitch-alba-muro
Sébastien Berthe sul secondo tiro chiave (9a) della Dawn Wall. Immagine Sieves Vanhee

Il 9 gennaio hanno salito per la prima volta la parete e subito hanno salito i primi tiri. Il piano originale della coppia era quello di scalare il muro con una spinta dal basso. Ma hanno rapidamente scartato questa idea. Invece, hanno iniziato a installare corde fisse che consentono una rapida salita e discesa. Dopo alcuni giorni sulla via e sui due tiri chiave della Dawn Wall, i belgi hanno concluso: "Ci siamo presi a calci in culo".

"L'immaginazione di Tommy Caldwell nel mettere insieme tutto questo ci ha sconvolto. Vediamo come ha combinato tutta la sua esperienza su El Cap in un'unica grande via".

Siebe Vanhee e Sebastien Berthe

Non lasciare che questo ti scoraggi. "Crediamo nel potere del tempo, della perseveranza e della pratica", scrive Vanhee a metà gennaio. Con il loro primo schiaffo, che prendono al Dawn Wall, la loro ammirazione per Tommy Caldwell cresce allo stesso tempo. “La sua immaginazione di mettere tutto insieme ci ha sconvolti. Vediamo come ha combinato tutta la sua esperienza su El Cap in un'unica grande via".

Fascino Ondra

Tommy Caldwell ha investito sette anni incredibili per trovare una via arrampicabile attraverso la parete di granito alta 915 metri. Tra dicembre 2014 e gennaio 2015, lui e Kevin Jorgeson hanno gestito la scalata del decennio: la prima salita in libera della Dawn Wall in 19 giorni.

Tommy Caldwell_The-Alba-Wall_Yosemite_Red Bull Content pool.jpg
La leggenda dello Yosemite Tommy Caldwell al Dawn Wall. Immagine Red Bull Content Pool.

Un anno dopo, lo scalatore ceco viaggiò Adam Ondra alla Yosemite Valley. Dopo solo un mese di check-out, ha ottenuto la sua terza salita in libera del Dawn Wall in otto giorni. Ciò è impressionante in quanto Adam Ondra non aveva ancora maturato alcuna esperienza sul granito della Mecca dell'arrampicata californiana.

Adam Ondra e Tommy Caldwell sul muro dell'alba

Il fatto che le due belghe Siebe Vanhee e Sébastien Berthe stiano attraversando un momento così difficile con i 32 tiri della Dawn Wall sottolinea due tesi. Primo: Tommy Caldwell e Kevin Jorgeson hanno stabilito il tour a più tiri più difficile del mondo con il Dawn Wall. Secondo: Adam Ondra è attualmente lo scalatore più forte del mondo.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina Alex Eggermont

Attuale

Andare più in alto durante l'arrampicata: ecco come farlo

Salire più in alto durante l'arrampicata: l'esercizio dello yoga della rana allunga l'interno coscia con un effetto notevole.

Il veterano del Piolet d'Or progetta di registrare un record sull'Everest

Tentativo di record: il 59enne alpinista Valeriy Babanov intende diventare la persona più anziana a scalare l'Everest senza ossigeno artificiale.

Brione per principianti: I boulder più belli fino al 7A

Brione è anche facile: oggi vi mostriamo dove si possono trovare bellissimi boulder di moderata intensità in Valle Verzasca.

Video omaggio al Ticino: Ticino Gravity

Ticino Gravity racconta la storia del boulder in Ticino e accompagna Kim Marschner nella sua prima salita di Embrace Gravity (8B+).

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Andare più in alto durante l'arrampicata: ecco come farlo

Salire più in alto durante l'arrampicata: l'esercizio dello yoga della rana allunga l'interno coscia con un effetto notevole.

Il veterano del Piolet d'Or progetta di registrare un record sull'Everest

Tentativo di record: il 59enne alpinista Valeriy Babanov intende diventare la persona più anziana a scalare l'Everest senza ossigeno artificiale.

Brione per principianti: I boulder più belli fino al 7A

Brione è anche facile: oggi vi mostriamo dove si possono trovare bellissimi boulder di moderata intensità in Valle Verzasca.