Janja Garnbret conquista il secondo oro, Adam Ondra è il campione europeo di punta

Con la sua vittoria nel boulder, la slovena Janja Garnbret può essere celebrata come doppia campionessa europea. Adam Ondra ha prevalso nella finale di vantaggio maschile e ora non è solo un nuovo padre, ma anche un nuovo campione europeo.

Lo sloveno Janja Garnbret si è assicurata la seconda medaglia d'oro ai Campionati Europei in due giorni nella disciplina boulder sulla Königsplatz di Monaco.

Dopo la sua prima vittoria a quella di ieri Campionato europeo nell'arrampicata di testa, il forte sloveno ha vinto un altro oro EM nel boulder. Per salire sul gradino più alto del podio, però, ha dovuto prima recuperare la sua partenza lenta.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Mentre l'eroe locale Hanna Meul e i francesi Oriane Bertone entrambi hanno conquistato il primo masso, Garnbret ha potuto rivendicare solo una zona per se stesso. Il secondo problema, tuttavia, era una storia completamente diversa. La francese Fanny Gibert raggiunto solo la zona lì. Quando è stata la mossa di Janja Garnbret, ha subito mostrato il problema e ha lasciato il tappeto in cima alla classifica. Un altro lampo sul masso tre e una zona sul masso quattro le hanno assicurato la medaglia.

«Oggi è stata dura. Sono partito piuttosto male con il primo masso che non ho superato. Ma non mi sono fatto prendere dal panico. Mi sono appena detto: guarda, hai tre massi davanti a te, tutto può succedere e io mi sono divertito".

Janja Garnbret

dopo Hannah Meul è riuscita a convincere in semifinale, è partita terza nel turno preliminare nel primo boulder femminile. L'ha scalata al secondo tentativo - notevole, dopotutto, solo Oriane Bertone ha raggiunto la presa più alta accanto a lei.

Sebbene la renana sia andata ancora oltre con questa comoda posizione di partenza, è rimasta emozionante fino alla fine: dopo il penultimo tour, il podio era quasi impossibile da strapparle. Doveva solo creare la zona nell'ultimo boulder. Ha raggiunto questo obiettivo con facilità ed è finita al posto 2. Subito dietro l'imbattibile sloveno Garnbret.

Podio boulder femminile
Le fortunate vincitrici della finale boulder: Hannah Meul, Janja Garnbret e Oriane Bertone. Immagine: Jan Virt/IFSC

"Mi sono goduto ogni minuto sul muro e sui tappetini davanti a questo pubblico enorme", ha dichiarato entusiasta il vicecampione d'Europa. È super eccitante definirsi una medaglia d'argento ai Campionati Europei. "È pazzesco. Sembra incredibile e non mi è ancora arrivato".

"È super eccitante definirsi una medaglia d'argento ai Campionati Europei".

Hanna Meul

Quando aveva appena 17 anni Oriane Bertone contro climber competitivi molto più esperti. Ma questo non sembrava infastidire il giovane talento. "È una bella sensazione poter dire: ok, sono abbastanza bravo da vincere il bronzo", ha detto la francese. E sente di essere stata abbastanza brava da vincere l'argento. "Lo so. non se l'oro sarebbe stato fattibile, ma voglio vincere l'oro, quindi tornerò ad allenarmi e lo terrò a mente".

Classifica finale Boulder femminile

Classifica Campionati Europei Boulder Femminili

Dopo il bronzo boulder c'è l'oro al piombo per Adam Ondra

Dopo una semifinale piuttosto tradizionale, i tracciatori hanno escogitato una via più boulder per il round dei primi otto, con salti, movimenti di compressione e passaggi a testa in giù. Yannick Flohe è uscito dalla call zone come terzo e si è presentato bene con 29+, nel frattempo 1° posto. Alexander Megos dietro di lui rilancia a 30+. Purtroppo il record delle due stelle rampicanti non è durato abbastanza.

«Con la medaglia d'oro nella scalata di piombo ho raggiunto il mio obiettivo per la stagione. Ricorderò a lungo questa gara. Monaco è stato fantastico".

Adam Ondra

La corsa alla medaglia d'oro è stata serrata per il ceco Adam Ondra: È salito per muovere 37+, fino a Luca Potcar. Normalmente decideva il piazzamento in semifinale. Ma anche lì, entrambi avevano la stessa valutazione. A causa del minor tempo di cui Ondra aveva bisogno sulla via prima della sua caduta, è passato davanti agli sloveni in classifica.

Adam Ondra in un'intervista sul titolo di Campione Europeo nell'arrampicata di piombo (audio)

Immagine Petr Chodura

Come l'ultimo Campione del Mondo entrato Jakob Schubert il palco. Cosa sarebbe in grado di fare l'austriaco su questa via di piombo pesante? Non abbastanza, come si è scoperto: è caduto alla mossa 34+, finendo in uno sfortunato quarto posto.

Signori di piombo del podio
Il podio maschile: Luka Potocar, Adam Ondra e Alberto Gines Lopez. Immagine: Jan Virt/IFSC

L'Europeo si è concluso particolarmente amaramente dal punto di vista svizzero Sascha Lehmann nella disciplina Lead. Dopo una qualificazione sovrana, che il 24enne ha concluso al 5° posto, il campione europeo dal 2020 ha mostrato una solida prestazione anche in semifinale. Purtroppo manca una mezza mossa alla fine per entrare tra i primi otto atleti. "La fortuna oggi non è stata dalla mia parte. È frustrante che non sia abbastanza per la finale», dice Sascha Lehmann, visibilmente deluso.

È rimasto il secondo semifinalista svizzero Nino Gruenenfelder alla sua prima apparizione a un Campionato Europeo in posizione 25 senza possibilità. "È molto bello essere salito in semifinale. Ho potuto godermi davvero la qualificazione e lottare per i treni. Purtroppo, nonostante il grande supporto del pubblico in semifinale, non sono stato più in grado di farlo".

Classifica Finale Lead Uomini

Classifica Finali Lead Men

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: Foto di copertina: Dimitris Tosidis/IFSC, Testo: IFSC, DAV, SAC

Attuale

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood