I giovani dominano la Coppa del Mondo di Boulder a Salt Lake City

Alla Coppa del Mondo di Boulder IFSC a Salt Lake City, il Team Austria ha avuto una buona partenza e ha avuto due finalisti ciascuno. I giovani si sono poi assicurati il ​​podio: il 18enne Mejdi Schalck ha vinto davanti ai giapponesi Ogata e Kawamata. Nella categoria femminile, Grossman ha vinto davanti a Raboutou e Nonaka.

Il primo fine settimana della Coppa del Mondo IFSC a Salt Lake City era nel segno dei giovani. Il giovane talento francese si è occupato degli uomini Mejdi Schalck per una sorpresa Il 18enne ha risolto quattro boulder impegnativi e vari e si è assicurato così la medaglia d'oro davanti ai due giapponesi Yoshiyuki Ogata , Rei Kawamata.

I giovani atleti hanno avuto la meglio anche tra le donne. Il ventenne americano Natalia Grossmann sono stati all'altezza del loro ruolo di favoriti e hanno vinto facilmente l'oro. Sulla strada per il podio, ha lanciato due dei quattro massi e ha chiuso la finale come l'unica atleta con quattro cime e altrettante zone.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

La sua connazionale di 21 anni si è assicurata l'argento Brooke Raboutou con tre top e quattro zone. Il bronzo è stato vinto dalla medaglia d'argento olimpica Miho Nonaka dal Giappone.

Momenti salienti della finale boulder

Forti squadre provenienti da Austria e Germania

Gli atleti dei paesi di lingua tedesca hanno iniziato la terza Coppa del Mondo della stagione con grandi promesse. Tra le donne condivise Franziska Sterer il primo posto in semifinale con Brooke Raboutou, Fungo di Jessica è entrato in finale come quarto migliore.

Jakob Schubert Post
Buoni risultati ad interim dopo le semifinali dal punto di vista austriaco - Insta story di Jakob Schubert.

Con i signori giaceva Jakob Schubert dopo le semifinali al primo posto. Il vincitore della medaglia di bronzo olimpica ha sottolineato di essere non solo uno dei migliori al mondo quando si tratta di guidare, ma che è anche una forza da non sottovalutare nella disciplina del boulder. Ha anche mostrato una performance al top Yannick Flohe , Nicolai Uznik, che è passato alle finali Boulder al secondo e quarto posto.

Nella stessa finale, purtroppo, le squadre di Austria e Germania hanno perso il podio. Nicolai Uznik è arrivato quarto, seguito da Yannick Flohé e Jakob Schubert. Nella categoria femminile Jessica Pilz è arrivata quarta davanti alla connazionale Franziska Sterrer.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina Daniel Gajda / IFSC

Attuale

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood