Katherine Choong sale La Fiesta de Los Metallos (8b, 200m)

Lunedì scorso la scalatrice svizzera Katherine Choong è riuscita a ripetere l'impegnativa via di più tiri La Fiesta de Los Metallos (8b, 200) nelle gole del Verdon.

La Fiesta de los Metallos Con difficoltà fino all'8b e una lunghezza di 200 metri, è una delle prove più dure del panorama mondiale. Verdon. Recentemente è la donna giurassica Katherine Choong è riuscito a ripetere la via lunga aperta da Olivier Dutel e Nico Potar.

I tiri di La Fiesta de Los Metallos sono molto vari: incroci, fessure, canne, buche, cenge, grandi strapiombi e arrampicata su placca vecchia scuola - assolutamente da fare

Katherine Choong

Condizioni difficili: prima pioggia, poi caldo

Katherine Choong e il suo compagno hanno affrontato la via per la prima volta ad aprile. A quel tempo, però, l’umidità ha ostacolato il loro piano. "A causa delle forti piogge, gran parte del percorso era inzuppato di umidità." Quindi hanno controllato i pochi tratti asciutti e sono tornati a giugno.

A questo punto era asciutto, ma le condizioni erano tutt'altro che ideali con 24 gradi e assenza di vento. Nonostante le condizioni difficili, Katherine Choong è riuscita a salire i primi due tiri senza cadere.

I primi due tiri sono stati più difficili del previsto. Il calore e l'umidità combinati creano un attrito davvero pessimo.

Katherine Choong
Katherine Choong in La Fiesta de Los Metallos nelle impressionanti gole del Verdon. Immagine: @julia.cassou
Katherine Choong in La Fiesta de Los Metallos nelle impressionanti gole del Verdon. Immagine: @julia.cassou 

Combatti fino all'ultimo

Con sua sorpresa, Katherine Choong è riuscita a salire in libera il tiro chiave e i tiri successivi (7a, 8a) in una grande lotta. Ora rimaneva solo l'ultimo tiro, coronato da un punto difficile in cima.

Mi sentivo molto stanco, ma sono riuscito a raggiungere l'ultima sezione, ho preso il buco con 2 dita... e sono caduto.

Katherine Choong

La frustrazione era enorme, ma non voleva ancora arrendersi. Dopo una pausa riprovò. Anche se non aveva quasi più pelle sulle dita e poca forza, è riuscita ad andare più lontano rispetto al tentativo precedente. Quando comunque cadde nella corda, Katherine Choong aveva un grande sorriso sul viso:

Ero felice di aver dato il massimo e di aver vissuto un'altra incredibile avventura, anche se non è bastato e sono caduto due metri sotto la vetta

Katherine Choong
Gioia nel deviatore
Katherine Choong: "È stato un momento così gioioso ed ero così felice di condividerlo di nuovo con il mio partner Jim, che mi ha supportato durante l'intero processo."

“Sapevo esattamente cosa dovevo fare”

Dopo due giorni di riposo, Katherine Choong ha fatto un altro tentativo, che ricorda così: “Ho dovuto lottare ancora duramente per superare tutti e cinque i primi tiri senza cadere. Mi sentivo stressato ma super emozionato per il tiro finale.

Ho iniziato ad arrampicare e ho sentito il forte sostegno del mio compagno Jim. Ho faticato nella prima parte della via ma sono comunque arrivato alla sezione finale. Adesso mi restava solo un nodo cruciale."

Sapevo esattamente cosa dovevo fare. Ho dato il massimo, ho superato il passaggio chiave e ho raggiunto la deviazione."

Nota sullo stile di salita: A parte il primo tiro (7b+, corda superiore), Katherine Choong ha segnato tutti i tiri da capofila ed è salita senza ginocchiera.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Quando abbiamo lanciato la rivista di arrampicata Lacrux, abbiamo deciso di non introdurre un paywall perché vogliamo fornire al maggior numero possibile di persone che la pensano allo stesso modo notizie dalla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina @julia.cassou

Attuale

Philipp Geisenhoff: “Finora è stata la mia giornata migliore nel boulder”

Che giornata per Philipp Geisenhoff: il forte svizzero scala quattro massi duri fino a 8B+ nelle Rocklands.

Scalata la montagna inviolata più alta del mondo: successo in vetta sul Muchu Chhish (7453m)

Gli alpinisti estremi cechi Zdenek Hak, Radoslav Groh e Jaroslav Bansky effettuano la prima salita del Muchu Chhish.

“Un solido 9A”: Aidan Roberts su Arrival of the Birds

Aidan Roberts conferma 9A-Boulder. Come ha vissuto la salita di Arrival of the Birds e perché valuta la linea 9A.

Coppa del mondo IFSC Lead e Speed ​​Chamonix | Informazioni e live streaming

La Coppa del mondo IFSc Lead e Speed ​​si svolgerà a Chamonix dal 12 al 14 luglio 2024. Qui troverete tutte le informazioni importanti e la diretta streaming.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Philipp Geisenhoff: “Finora è stata la mia giornata migliore nel boulder”

Che giornata per Philipp Geisenhoff: il forte svizzero scala quattro massi duri fino a 8B+ nelle Rocklands.

Scalata la montagna inviolata più alta del mondo: successo in vetta sul Muchu Chhish (7453m)

Gli alpinisti estremi cechi Zdenek Hak, Radoslav Groh e Jaroslav Bansky effettuano la prima salita del Muchu Chhish.

“Un solido 9A”: Aidan Roberts su Arrival of the Birds

Aidan Roberts conferma 9A-Boulder. Come ha vissuto la salita di Arrival of the Birds e perché valuta la linea 9A.