Dopo 23 giorni sul muro, Sébastien Berthe si arrende al Muro dell'Alba

Che fatica: Sébastien Berthe ha lottato per 23 giorni con la via di più tiri più difficile del mondo. Per 16 giorni ha lottato con la lunghezza della corda chiave 9a. È caduto sei volte nei suoi tentativi all'ultimo passaggio chiave. Ora il belga ne ha avuto abbastanza e lascia il Dawn Wall – senza un punto rosso in salita, ma a testa alta.

"E' stata una grande e dura avventura e sono orgoglioso di tutto il lavoro che ho fatto Sieves Vanhee in questo incredibile percorso. Ho imparato così tanto - su me stesso e molte altre cose", scrive Sebastien Berthe dopo il suo sforzo mostruoso. il Dawn Wall poter arrampicare in una stagione è a obiettivo ambizioso stato. "Ero molto vicino ma non riuscivo a catturare il momento."

"E' stata una grande e dura avventura e sono orgoglioso di tutto il lavoro che ho messo in questa incredibile via con Siebe Vanhee".

Sebastien Berthe

Video: Sébastien Berthe cade all'ultimo passaggio chiave del tiro chiave

Dawn Wall: Berthe ha provato di tutto

C'è una cosa per cui non puoi assolutamente incolpare il forte belga: che non ha fatto molti sforzi nel Dawn Wall o ha mostrato abbastanza pazienza. Da quando ha viaggiato negli Stati Uniti in barca a vela all'inizio di quest'anno, Sébastien Berthe ha conosciuto una sola destinazione, il Muro dell'Alba.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Ha trascorso settimane in parete con la compagna di cordata Siebe Vanhee. E anche dopo Partenza da Yosemite non si è arreso e ha messo tutto su una carta. "Dopo 23 giorni in parete, 16 dei quali sul 14° campo, ho dovuto accettare la sconfitta", dice Berthe.

"Dopo 23 giorni in parete, 16 dei quali al 14° campo, ho dovuto accettare la sconfitta".

Sebastien Berthe

Il suo impegno per la Dawn Wall porta al belga molti riconoscimenti, non da ultimo da parte degli scalatori per la prima volta Tommy Caldwell stesso: "Oh wow. Un tale lavoro per arrivare a questo punto. Questo passo mi ha fermato in due tentativi. Ma non potrei mai resistere lì per 23 giorni.

E anche Adam Ondra, che ha salito la via dal 14 al 21 novembre 2016 a tempo di record, avrebbe augurato a Berthe un successo dal profondo del cuore. "È una tale sfortuna che è caduto all'ultima mossa. Sono sicuro che funzionerà la prossima volta".

Sébastien-Berthe-Siebe-Vanhee-Dawn-Wall
Il duo belga Vanhee/Berthe sulla Dawn Wall, la via di più tiri più difficile al mondo. Foto: Alex Eggermont

Il tempo mangia motivazione e fiducia in se stessi

Durante i 23 giorni sul muro, ha dato tutto e allo stesso tempo ha dato una tregua alla sua pelle, dice Sébastien Berthe. «Ma semplicemente non ha funzionato.» Quando il tempo assegnato passò e le provviste furono finite, pensò per un momento di chiedere agli amici una missione di trasporto. Ma questo gli sembrava sbagliato. "Segnare la via in questo modo non aveva senso per me."

"La mia fiducia è diminuita ed è diventato sempre più difficile godersi il processo lassù".

Sebastien Berthe
Siebe Vanhee Dawn Wall
Quando l'esaurimento mentale aumenta e la fiducia in se stessi diminuisce, diventa davvero difficile. Setaccia Vanhee nel Muro dell'Alba. Foto: Alex Eggermont

Negli ultimi giorni Sébastien Berthe, come Siebe Vanhee, ha mostrato segni di stanchezza. "La mia fiducia è diminuita ed è stato sempre più difficile godersi il processo lassù." Era mentalmente stanco e voleva scalare alcune altre cose in Yosemite prima di partire a maggio.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina Julia Cassou

Attuale

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Stile alpino: Nuova via attraverso la parete ovest dell'Hungchi (7029m)

I due alpinisti Charles Dubouloz e Symon Welfriger hanno effettuato un'impressionante prima salita in stile alpino sui 7000m Hungchi.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood