I primi giorni di Alexander Megos e Jan Hojer a Tokyo

L'arrampicata sportiva celebra la sua prima olimpica a Tokyo. Alexander Megos e Jan Hojer competono per la squadra tedesca. Così sono andati i suoi primi giorni in Giappone.

I primi giorni è stato relativamente difficile far fronte alle condizioni climatiche. Inizialmente, i due si allenavano in sale climatizzate. Questo non simula le condizioni in gara. Perché a Tokyo fa molto caldo nei mesi estivi.

Penso che il corpo e la pelle si adattino gradualmente al clima. Poiché siamo arrivati ​​due settimane prima dell'inizio della competizione, possiamo abituarci al caldo in una certa misura.

Alexander Megos
Jan Hojer e Alexander Megos indossano gli abiti della cerimonia di apertura - in una versione leggermente modificata - durante l'allenamento. (Foto Alexander Megos)
Jan Hojer e Alexander Megos indossano gli abiti della cerimonia di apertura - in una versione leggermente modificata - durante l'allenamento. (Foto Alexander Megos)

Le Olimpiadi estive di Tokyo si svolgeranno senza pubblico. L'atmosfera alle competizioni è di conseguenza sottotono e non familiare.

Naturalmente, ogni atleta si diverte ad arrampicarsi davanti a diverse migliaia di persone che ti incoraggiano. È diverso senza un pubblico, ma è lo stesso per tutti ora, tutti dobbiamo affrontarlo.

Jan Hojer

Alexander Megos e Jan Hojer non possono lasciare la camera d'albergo durante i primi giorni e vengono portati alle loro sessioni di allenamento nelle sale di arrampicata locali tramite navetta. Non possono guardare la cerimonia di apertura o altre competizioni olimpiche.

Jan Hojer nella stanza d'albergo. Dopotutto, la prospettiva non è male. (Foto Jan Hojer)
Jan Hojer nella stanza d'albergo. Dopotutto, la prospettiva non è male. (Foto Jan Hojer)

Il suo allenatore Urs Stöcker ha recentemente allestito una piscina per bambini per alleggerire un po' l'atmosfera. E in generale si ha l'impressione che Alexander Megos e Jan Hojer prendano la questione con umorismo (vedi foto sopra).

Invece del caffè e della vista, Janja Garnbret si dedica all'allenamento

Janja Garnbret affronta la questione un po' più seriamente. L'atleta slovena Janja Garnbret fa anche una sessione di allenamento nella stanza d'albergo e sembra quasi un criceto in bicicletta.

Janja Garnbret durante l'allenamento nella stanza d'albergo. (Immagine Gorazd Hren)

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: Sezioni di testo DAV, immagine di copertina

Attuale

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.