La climber tedesca Martina Demmel firma il suo progetto a lungo termine Heim nach Afrika (9a) a Kochel am See. La mega-diagonale, su cui ha lavorato per due anni, è una combinazione delle tre vie esistenti Baby Love (8b +), madness fat booty (8b +) e QL (8c).

"Non mi sono ancora del tutto reso conto che il 5 novembre sono riuscita a salire questa linea da sogno, a cui ho dedicato due anni della mia vita", dice Martina Demmel. Il tuo pezzo di resistenza Casa in Africa (9a) collega tre percorsi separati e attraversa l'intero settore come una diagonale mozzafiato Muro dell'Africa. "Per Baby Love (8b+) segue un punto di riposo abbastanza buono prima di entrare nel passaggio chiave di Il grosso bottino della follia (8b+) e poi al passaggio chiave di QL (8c) va."

"Non mi sono ancora completamente reso conto di essere riuscito a scalare quella linea da sogno il 5 novembre."

Martina Demmel

Il progetto più lungo e faticoso di Demmel fino ad oggi

Da novembre 2020, l'ispezione domestica in Africa è in cima alla lista delle priorità di Martina Demmel. Il totale di 18 tentativi di cui aveva bisogno per arrampicarsi non sembra molto a prima vista. Se si aggiungono dai cinque ai dieci tentativi per le singole linee, lo sforzo diventa ancora maggiore.

Tuttavia, Martina Demmel non misura comunque l'impegno per una linea dal numero di giorni di progetto, ma piuttosto dalla visualizzazione complessiva e dall'approccio mentale approfondito a un progetto.

"Quando guardo a tutti i diversi preparativi che hanno portato alla scalata, posso sicuramente definire Heim nach Afrika il mio progetto più lungo e anche il più faticoso."

Martina Demmel

Decodifica il percorso pezzo per pezzo

Sorprendentemente, in questi due anni non è mai diventata impaziente con se stessa, dice Martina Demmel. La 21enne vede la ragione di ciò nel fatto che per molto tempo non era certa se sarebbe stata in grado di tornare a casa in Africa. "Fortunatamente, mi è piaciuto molto questo processo costante."

Trovare le giuste posizioni del corpo, punti di gesso o momenti di relax passo dopo passo, che tutti insieme hanno portato al successo, l'ha totalmente affascinata.

"Il percorso comprende tutti i tipi di strutture rocciose e stili di arrampicata, dai movimenti potenti su pendii scoscesi, ai movimenti boulder su minuscole cenge, all'arrampicata di forza-resistenza su roccia perfettamente affilata."

Martina Demmel

Capolavoro di Philipp Hrozek e Pirmin Bertle

Home to Africa è stato rilasciato nella primavera del 2018 da Pirmin Bertle impostato come 9a/+. Ma in realtà ho Filippo Hrozek aveva scalato la via dieci anni prima e l'aveva valutata 8c+/9a, dice Martina Demmel. "Solo che non l'ha mai detto a nessuno." Il 21enne si sente onorato di seguire le orme di questi due alpinisti.

"Posso solo dire che la casa in Africa è stata la mia strada più impegnativa finora."

Martina Demmel

Per quanto riguarda le difficoltà, Martina Demmel valuta Heim come 9a dopo Africa. Nella loro percezione, la valutazione dipende fortemente da quanto bene la linea corrisponde al proprio stile. Pertanto, ha sempre e solo usato questi numeri soggettivi come guida per sapere cosa aspettarsi.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++
Crediti: Immagini Felix Bub

azionetalkTV
EnglishSpanishFrenchItalianGerman