Il mostro di forza e resistenza di Ondra Vicious Circle (9a+/b) ripetuto per la prima volta

Quando Adam Ondra ha collegato Sanjski par Extension (2016a) con un inizio boulder di 9c+ nel 8, non solo ha creato un pezzo di prova di resistenza estrema, ma anche la via di arrampicata sportiva più difficile in Slovenia. Recentemente Stefano Carnati è riuscito ad ottenere la prima ripetizione di Vicious Circle (9a+/b).

L'italiano forte Stefano Carnatti più volte nell'area di arrampicata slovena Mišja Peč il pezzo di prova di resistenza alla forza Vicious Circle (9a+/b). Il 25enne è il primo scalatore dopo Adam Ondra a riuscire a mettere insieme 40 movimenti senza cadere.

Dopo aver salito la maggior parte delle vie a Mišja Peč, sembrava irresponsabile partire senza provare questo "collegamento strano e brutale", come lo chiamavano i locali.

Stefano Carnatti

Sotto l'incantesimo del circolo vizioso

La via di Adam Ondra lo ha affascinato dal primo momento in cui l'ha vista. “La complessità dei movimenti mi ha subito affascinato”, afferma entusiasta Stefano Carnati. Inoltre, il percorso è rimasto asciutto nonostante le piogge regolari.

La complessità dei movimenti mi ha subito affascinato.

Stefano Carnatti

Agli occhi del forte italiano, la via potrebbe essere scomposta in un'introduzione più semplice che porta direttamente al cuore della via: "Una sequenza breve ma dura su spigoli vivi, dove la posizione del corpo e la mobilità delle anche giocano un ruolo centrale."

Poi arriva il passaggio alla parte apparentemente più facile, con Sanjski par Extension (9a) che è il vero punto cruciale della salita del punto rosso.

Stefano Carnati ha impiegato circa 19 sessioni prima della seconda salita di Vicious Circle (9a+/b). Immagine: @umberto.cristofolini
Stefano Carnati ha impiegato circa 19 sessioni prima della seconda salita di Vicious Circle (9a+/b). Immagine: @umberto.cristofolini

Intrappolato nel loop di configurazione

Secondo Stefano Carnati i 40 movimenti del mostro di forza e resistenza sono davvero duri. Una rottura della presa alla primissima presa ha ulteriormente esacerbato la sequenza introduttiva.

Nella prima parte della via l'italiano ha potuto fare affidamento sulle capacità di boulder che aveva sviluppato negli ultimi anni.

Ma questi percorsi impegnativi richiedono un tipo di forma fisica completamente diversa.

Stefano Carnatti

Per l'ennesima volta nella sua carriera da alpinista si è ritrovato nel ciclo di pianificazione del progetto, il tipico processo fatto di progressi, battute d'arresto, pressione e indecisione. In totale, il 25enne ha avuto bisogno di tre sessioni per la seconda parte della via, Sanjki par Extension, e altre 10-12 per Vicious Circle.

Sabato scorso ho trovato la chiave per spezzare questo ciclo infinito.

Stefano Carnatti

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Quando abbiamo lanciato la rivista di arrampicata Lacrux, abbiamo deciso di non introdurre un paywall perché vogliamo fornire al maggior numero possibile di persone che la pensano allo stesso modo notizie dalla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: Foto di copertina Stefano Staffetta

Attuale

00:16:23

Nina Caprez: Questa è stata la sfida più grande della mia vita | colloquio

All'Arc'teryx Alpine Academy all'inizio di luglio abbiamo avuto l'opportunità di avere una conversazione dettagliata con la scalatrice professionista svizzera Nina Caprez. Che influenza ha avuto la nascita di tua figlia Lia sul tuo percorso professionale? Quali momenti sono stati particolarmente impegnativi e quali particolarmente arricchenti?

Arrampicare alle Olimpiadi: ecco come funziona il format delle gare a Parigi

Tra meno di un mese si giocherà per le medaglie ai Giochi Olimpici di Parigi: ecco come funziona il format della competizione.
00:16:21

Consigli tecnici da 5 professionisti dell'arrampicata

Aidan Roberts, Jen Wood e altri professionisti ti danno consigli su come migliorare la tua tecnica di arrampicata in questo video.

Jaan Roose attraversa lo Stretto di Messina su una slackline lunga 3646m

Tentativo di record mondiale sullo Stretto di Messina: lo slackline Jaan Rooses osa tentare la slackline lunga 3640 metri.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

00:16:23

Nina Caprez: Questa è stata la sfida più grande della mia vita | colloquio

All'Arc'teryx Alpine Academy all'inizio di luglio abbiamo avuto l'opportunità di avere una conversazione dettagliata con la scalatrice professionista svizzera Nina Caprez. Che influenza ha avuto la nascita di tua figlia Lia sul tuo percorso professionale? Quali momenti sono stati particolarmente impegnativi e quali particolarmente arricchenti?

Arrampicare alle Olimpiadi: ecco come funziona il format delle gare a Parigi

Tra meno di un mese si giocherà per le medaglie ai Giochi Olimpici di Parigi: ecco come funziona il format della competizione.
00:16:21

Consigli tecnici da 5 professionisti dell'arrampicata

Aidan Roberts, Jen Wood e altri professionisti ti danno consigli su come migliorare la tua tecnica di arrampicata in questo video.