Ecco come l'IFSC agisce contro RED-S nelle competizioni di arrampicata

L'associazione internazionale di arrampicata sportiva ha adottato nuove linee guida per le gare nella lotta contro la sindrome da deficit energetico relativo, in breve RED-S. Ciò responsabilizza innanzitutto le associazioni nazionali.

* IFSC è stato criticato per anni, ma non abbastanza contro di esso ROSSO-S così come i disturbi alimentari nell'arrampicata. Ieri l'associazione internazionale di arrampicata sportiva ha pubblicato le sue nuove linee guida di gara con le quali vuole tutelare meglio gli atleti.

La nuova policy prevede un processo in più fasi per ottenere una licenza di concorrenza internazionale. Ciò coinvolge gli alpinisti, le loro associazioni, nonché l'IFSC e un comitato consultivo esterno. La nuova politica RED-S affida una responsabilità particolare alle associazioni nazionali.

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning

Le federazioni nazionali sono fondamentali per il successo della nuova politica, poiché la salute e il benessere degli atleti rientrano sotto la loro responsabilità a livello nazionale.

Marco Scolaris, Presidente dell'IFSC

Molte responsabilità a livello nazionale

Con le sue nuove linee guida per le gare, l'IFSC trasferisce molte responsabilità alle associazioni nazionali di arrampicata sportiva. Un approccio che la DAV, essendo una delle associazioni più grandi, vede positivamente.

"Dal nostro punto di vista, tutto ciò va costantemente nella giusta direzione, anche se ci sono ancora singole questioni dettagliate da chiarire."

Nico Schlickum, formatore nazionale per l'educazione e la scienza

Sembra simile anche al Club Alpino Svizzero CAS. Kevin Hemund, Head Coach & Head of Competitive Sport Swiss Climbing, ritiene che sia cosa buona e giusta che l'IFSC assuma il suo ruolo e si assuma la responsabilità. “L’approccio ha senso in quanto contiene diverse fasi e strumenti con diversi gradi di valutazione e questi sono scientificamente fondati, ampiamente supportati e riconosciuti”.

Nico Schlickum accoglie con favore il fatto che la nuova politica miri a fornire un'assistenza sanitaria altrettanto adeguata a livello internazionale. “Per quanto riguarda le misurazioni e la raccolta di informazioni, in Germania siamo già molto ben posizionati a livello nazionale. È giusto che ora anche gli altri siano ritenuti responsabili”.

L’efficacia della nuova direttiva dipende dalla sua attuazione, cioè dalla questione se le associazioni bandiranno i loro atleti di maggior successo se il loro rischio per la salute è valutato molto elevato. Ciò che è certo è che i divieti di concorrenza non sono mai stati presentati con questa coerenza come nel diagramma di flusso sopra riportato.

L’efficacia è ovviamente una questione di implementazione. Cosa succede se un’associazione nazionale non si adegua?

Nico Schlickum, formatore nazionale per l'educazione e la scienza

Per la SAC delegare o lasciare alle associazioni la prima e forse più importante valutazione è “meno sensato e utile al problema”. "Se gli atleti verranno esclusi di conseguenza, soprattutto dall'OS, non può essere valutato in questo momento, dice Kevin Hemund. Sottolinea inoltre che non si tratta di escludere gli atleti, ma piuttosto di tutelarli.

L’obiettivo deve essere quello di riuscire a presentare atleti sani e uno sport sano. Oltre a linee guida, screening e monitoraggio, ciò richiede consapevolezza e attenzione, formazione, sensibilizzazione e prevenzione, come richiesto dall’IFSC nella dichiarazione SAC dello scorso anno.

Kevin Hemund, capo allenatore e responsabile degli sport agonistici Swiss Climbing

Questo è il modo in cui vuoi identificare le persone a rischio

In una prima fase, gli atleti compilano un questionario sulla bassa disponibilità energetica (LEA) e RED-S. Vengono registrati anche il BMI, la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna.

Sulla base di queste informazioni, le associazioni devono identificare le persone a rischio ed effettuare su di loro ulteriori esami medici e test di laboratorio (ad esempio densità ossea, livelli di testosterone o lipoproteina LDL).

Con questi risultati il Calcolatrice RED-S dal Comitato Olimpico Internazionale, che sputa uno status di rischio: se il semaforo è verde (rischio nullo o molto basso) o giallo (rischio lieve), si può partecipare alle gare.

Se arancione (rischio da moderato ad alto), l'individuo può competere a condizione che venga valutato e curato dallo staff medico della federazione nazionale prima delle competizioni IFSC e durante tutta la stagione.

Solo in caso di rosso – e quindi di rischio molto elevato per la salute – esiste una licenza per le competizioni IFSC. Secondo la politica, ciò si applica “fino a quando l’atleta non ha dimostrato un recupero sufficiente ed è stato autorizzato a partecipare dallo staff medico della federazione nazionale”.

Questo è ciò che fa l’IFSC

La Federazione Internazionale di Arrampicata Sportiva memorizzerà le informazioni fornite dalle federazioni nazionali e testerà casualmente gli atleti durante la stagione di arrampicata (inclusi BMI, frequenza cardiaca e pressione sanguigna).

Se i valori limite critici vengono superati, il caso viene deferito a un comitato consultivo esterno. Questa controlla i casi sospetti, confronta i dati raccolti con i certificati sanitari delle associazioni nazionali e poi decide se può iniziare o meno.

L’IFSC adempirà al proprio dovere di proteggere gli atleti limitando la loro partecipazione a una competizione se il comitato li ritiene a rischio.

Video: L'arrampicata sportiva ha un problema

Quanto è efficace la nuova politica?

Ai Campionati mondiali di arrampicata sportiva di Berna della scorsa estate c’erano dubbi quasi universali sulla possibilità che esistesse un regolamento valido fino alle Olimpiadi del 2024. Ora l’IFSC ha dato seguito al suo annuncio e ha introdotto una linea guida completa su RED-S prima dell’inizio della stagione agonistica 2024.

Quanto la nuova politica potrà contribuire alla tutela degli atleti lo si vedrà nel corso della stagione, quando si capirà se e quante persone saranno escluse dalla partecipazione alle competizioni per la propria tutela. Le federazioni nazionali sono davvero disposte a bandire i loro scalatori di maggior successo, se necessario? Oppure il successo è più importante della salute?

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Quando abbiamo lanciato la rivista di arrampicata Lacrux, abbiamo deciso di non introdurre un paywall perché vogliamo fornire al maggior numero possibile di persone che la pensano allo stesso modo notizie dalla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

+++

Crediti: immagine di copertina Jan Virt | IFSC

Attuale

Video omaggio al Ticino: Ticino Gravity

Ticino Gravity racconta la storia del boulder in Ticino e accompagna Kim Marschner nella sua prima salita di Embrace Gravity (8B+).

Coppa del mondo IFSC Lead & Speed ​​Wujiang | Informazioni e live streaming

Livestream: segui in diretta la competizione dei migliori scalatori del mondo alla Coppa del mondo Lead & Speed ​​a Wujiang.

Tomoa Narasaki vince l'oro a Keqiao

Tomoa Narasaki vince la prima Coppa del Mondo Boulder della stagione e sale al quarto posto nella classifica dei migliori di tutti i tempi.

Morte del ghiacciaio: l'Associazione Alpina misura la più grande perdita di lunghezza sul Pasterze dall'inizio delle misurazioni

Dal rapporto annuale sui ghiacciai dell'ÖAV risulta che 92 dei 93 ghiacciai austriaci si sono ritirati, il Pasterze di 203,5 metri.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Video omaggio al Ticino: Ticino Gravity

Ticino Gravity racconta la storia del boulder in Ticino e accompagna Kim Marschner nella sua prima salita di Embrace Gravity (8B+).

Coppa del mondo IFSC Lead & Speed ​​Wujiang | Informazioni e live streaming

Livestream: segui in diretta la competizione dei migliori scalatori del mondo alla Coppa del mondo Lead & Speed ​​a Wujiang.

Tomoa Narasaki vince l'oro a Keqiao

Tomoa Narasaki vince la prima Coppa del Mondo Boulder della stagione e sale al quarto posto nella classifica dei migliori di tutti i tempi.

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui