Test di forma superato: Katherine Choong sale Les Nerfs à Vif (8c +)

La scalatrice svizzera Katherine Choong ha segnato la via Les Nerfs à Vif (8c +) nell'area di arrampicata francese La Verrière. La linea è stata una sorta di controllo di forma per il Giura dopo una breve pausa invernale. Ora è ottimista riguardo ai suoi grandi progetti multi-pitch.

Katherine Choong è uno degli scalatori più forti della Svizzera. Allo stesso tempo, è una delle atlete più piccole, il che le rende difficile trovare progetti adatti alla sua taglia. Alla ricerca di una via di 8c+/9a per verificare la forma primaverile, Cédric Lachat l'ha aperta Les Nerfs a Vif (8c+) in francese Il Canopy attento.

«In effetti, nessun movimento morfologico, solo tratti fisici su canne, sottogriglie e cenge, una lunga lotta di resistenza fino alla fine, la via perfetta per me!»

Katherine Choong

Lotta contro la pompa

A febbraio, Katherine Choong ha trascorso sette giorni a Les Nerfs à Vif (8c +), ma ha finito per cadere negli ultimi movimenti difficili. Ad aprile è tornata in Francia per completare questa capitale.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Le prese umide nel passaggio chiave e uno strappo doloroso al dito non hanno reso questo compito più facile. Tuttavia, la donna giurassica non si è scoraggiata. Il primo tentativo di giornata si è concluso nel primo passaggio chiave. Al secondo tentativo, ce l'ha fatta appena sotto il deflettore.

“Ero ancora carico dal tentativo precedente. Mentre il sole diventava più forte, sapevo che avrei avuto solo una breve pausa prima del tentativo finale".

Katherine Choong

Quindi ha combattuto come un matto. "Ho superato il primo passaggio chiave, il secondo, il terzo e sono arrivato all'ultima tappa della via." Stava per cadere sulle sue ultime gambe, ma è riuscita a tagliare il deflettore.

«Che lotta, che emozioni! Sono così felice e grato per queste esperienze”.

Katherine Choong

Prossima fermata: Lauterbrunnen

Con Les Nerfs à Vif, Katherine Choong ha superato a pieni voti il ​​suo test di forma dopo la breve pausa invernale obbligatoria. Niente si frappone all'inizio della stagione a più tiri. Niente di meno che la Route Fly (550m, 8c) è nel suo menu quest'anno.

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++

Crediti: immagine di copertina Melanie Cannac

Attuale

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Alex Honnold polverizza il record di velocità in solitaria del Salathé Wall

Alex “No-Big-Deal” Honnold ha stabilito un nuovo record di velocità in solitaria su corda su El Capitan: la Salathé Wall in 11 ore e 18 minuti.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood