Questa corda da arrampicata è molto più resistente ai tagli Corda protettiva Mammut Core

Mammut sconvolge il mercato con una nuova corda da arrampicata impregnata con elevata resistenza al taglio: la Core Protect Rope. Per una protezione extra, il fornitore svizzero di sport di montagna ha combinato la sua comprovata tecnologia Core Protect con uno strato protettivo aggiuntivo in aramide.

Le moderne corde da arrampicata in realtà non si rompono più, tranne quando vengono caricate oltre i bordi. Questo è più comune sulle vie alpine o sull'arrampicata in fessura. Ma anche nell'arrampicata sportiva, ad esempio, i vecchi moschettoni fissi con spigoli vivi possono rappresentare un pericolo per la corda e per l'arrampicatore. Con il suo nuovo Corda di protezione del nucleo ha Mammut trovato un modo per aumentare significativamente la sicurezza degli scalatori.

Ogni anno si verificano incidenti che coinvolgono corde che si guastano e si rompono. Con Core Protect abbiamo sviluppato un prodotto in grado di ridurli e rendere il nostro sport più sicuro.

Magnus Raström, Senior Product Manager Attrezzatura da arrampicata
Corda singola impregnata Alpine Core Protect Dry RopeCorda doppia impregnata Mammut Alpine Core Protect Dry Rope
La nuova Mammut Core Protect Rope con elevata resistenza al taglio è disponibile come corda singola da 9.5 mm (a sinistra) e come corda doppia da 8.0 mm (a destra).

Migliore resistenza al taglio con altrettanto buona maneggevolezza

L'aspetto della sicurezza è stato al centro dello sviluppo. In altre parole: la nuova corda da arrampicata stabilisce nuovi standard in termini di resistenza al taglio e quindi aumenta la sicurezza durante l'arrampicata.

Allo stesso tempo, il team di sviluppo non ha voluto scendere a compromessi in termini di maneggevolezza. Per l'utente finale, la Core Protect Rope non differisce da una corda da arrampicata standard in termini di dinamica e maneggevolezza, nonostante lo strato protettivo aggiuntivo in aramide.

Il compito che ci si era prefissato era tutt’altro che facile, come spiega l’ingegnere tessile Adriana Stöhr:

La sfida più grande quando si lavora con materiali resistenti al taglio è mantenere il comportamento dinamico della corda.

Adriana Stöhr, ingegnere tessile per l'attrezzatura sportiva da arrampicata

Secondo Adriana Stöhr il fatto che l'aramide non si espande naturalmente è stato superato grazie ad una struttura ibrida del filato. "Questo ci ha permesso di incorporare fibre resistenti al taglio in una corda da arrampicata dinamica."

Tessuto aramidico

Strato protettivo resistente al calore e solido in aramide

Lo strato aggiuntivo di aramide che ricopre l'anima della fune garantisce un'ulteriore resistenza al taglio e quindi una migliore protezione sotto carichi di taglio pericolosi. L'aramide è nota per la sua resistenza al calore e forza.

Struttura della Core Protect Rope di Mammut
Struttura della Core Protect Rope di Mammut.

Gli sviluppatori hanno posizionato deliberatamente la copertura in aramide tra il nucleo dinamico della corda e la guaina in poliammide 6. Da un lato l'aramide è protetta dai raggi UV e dall'altro questo posizionamento riduce l'usura dei moschettoni e dei dispositivi di sicurezza.

La copertura in aramide è intrecciata in modo tale da proteggere in modo ottimale il nucleo senza essere esposto alla massima energia di caduta.

Grazie alla maggiore resistenza al taglio, la Core Protect Rope offre una protezione aggiuntiva, soprattutto durante la discesa in corda doppia su spigoli vivi.
Grazie alla maggiore resistenza al taglio, la Core Protect Rope offre anche una protezione aggiuntiva durante la discesa in corda doppia su spigoli vivi.

Core Protect Rope: molti anni di sviluppo

Mammut ha investito complessivamente dodici anni nello sviluppo e nei test della Core Protect Rope. Perché questo lungo periodo di tempo? Perché volevano garantirne le prestazioni in scenari autunnali realistici.

I test dimostrano che la corda può sopravvivere alle cadute su spigoli vivi di granito superando le prestazioni delle corde standard, offrendo agli scalatori un nuovo livello di sicurezza. 

La nuova corda da arrampicata Core Protect è stata sviluppata in Svizzera. Scalatori e alpinisti esperti come Stephan Siegrist e Jonas Schild l'hanno ampiamente testato, quest'ultimo anche durante il suo ultimo viaggio in Patagonia.

Il fatto che la Core Protect Rope si comporti come qualsiasi altra corda da arrampicata asciutta di Mammut, nonostante la sua elevata resistenza al taglio, ha impressionato non solo i due atleti. Anche la giuria ISPO è rimasta colpita e ha assegnato alla corda da arrampicata 2024 l'ISPO Award.

Jonas Schild arrampica con la nuova corda Mammut in Patagonia.
Jonas Schild arrampica con la nuova corda Mammut in Patagonia.

Mammut Core Protect Rope: le cose più importanti a colpo d'occhio

Corda protettiva Mammut Core opzionale
  • Disponibile come corda singola da 9.5 mm (59 g/m) o corda doppia da 8.0 mm (43 g/m).
  • Significativamente più resistente al taglio se posizionato su spigoli vivi grazie al rivestimento aggiuntivo in aramide
  • Resistenza all'abrasione ottimizzata grazie alla finitura a secco
  • Permanentemente idrorepellente e antimacchia secondo UIAA per la massima sicurezza nelle condizioni più difficili: raggiunge <2% nei test UIAA di assorbimento dell'acqua

Questo potrebbe interessarti

+++

Crediti: foto di copertina e immagini dell'articolo Mammut

Attuale

Philipp Geisenhoff: “Finora è stata la mia giornata migliore nel boulder”

Che giornata per Philipp Geisenhoff: il forte svizzero scala quattro massi duri fino a 8B+ nelle Rocklands.

Scalata la montagna inviolata più alta del mondo: successo in vetta sul Muchu Chhish (7453m)

Gli alpinisti estremi cechi Zdenek Hak, Radoslav Groh e Jaroslav Bansky effettuano la prima salita del Muchu Chhish.

“Un solido 9A”: Aidan Roberts su Arrival of the Birds

Aidan Roberts conferma 9A-Boulder. Come ha vissuto la salita di Arrival of the Birds e perché valuta la linea 9A.

Coppa del mondo IFSC Lead e Speed ​​Chamonix | Informazioni e live streaming

La Coppa del mondo IFSc Lead e Speed ​​si svolgerà a Chamonix dal 12 al 14 luglio 2024. Qui troverete tutte le informazioni importanti e la diretta streaming.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Philipp Geisenhoff: “Finora è stata la mia giornata migliore nel boulder”

Che giornata per Philipp Geisenhoff: il forte svizzero scala quattro massi duri fino a 8B+ nelle Rocklands.

Scalata la montagna inviolata più alta del mondo: successo in vetta sul Muchu Chhish (7453m)

Gli alpinisti estremi cechi Zdenek Hak, Radoslav Groh e Jaroslav Bansky effettuano la prima salita del Muchu Chhish.

“Un solido 9A”: Aidan Roberts su Arrival of the Birds

Aidan Roberts conferma 9A-Boulder. Come ha vissuto la salita di Arrival of the Birds e perché valuta la linea 9A.