Adam Ondra commenta il tema della scheggiatura: "Questo deve finire".

In un articolo dettagliato, il ceco ha commentato il tema della scheggiatura. Si occupa anche dell'uso di colla, fori sabbiati e pinscars su El Cap. La sua conclusione: prima era un purista, oggi è più pragmatico. Il testo solleva molte domande, ma non sempre fornisce risposte. Questo dimostra: condannare la scheggiatura in modo generalizzato come manipolazione non rende giustizia alla questione.

Inizialmente le posizioni di Ondra sono quelle previste: praticare fori nella roccia nuda? Non funziona affatto. Rinforzare una scala con la colla o rimuovere le aree rocciose sciolte? Era solito assumere la posizione secondo cui la roccia non doveva essere cambiata affatto. Nel frattempo è cambiato: "Negli anni sono passato da purista a pragmatico".

Ha viaggiato molto e ha aperto lui stesso alcune vie. Per la loro bellezza e sicurezza, faceva spesso lavori di pulizia più aggressivi sulla roccia. "Senza questa pratica, alcune aree non esisterebbero o semplicemente non sarebbero belle da scalare".

“Nel corso degli anni ho frequentato

I puristi si sono trasformati in pragmatici».

Adam Ondra

Ondra si sente nel suo testo con il titolo "Etica dell'arrampicata: la scheggiatura del percorso è giusta o sbagliata?“La linea sottile tra diteggiatura goffa e rielaborazione accettabile. Ondra mostra anche comprensione per il fatto che nei primi tempi dell'arrampicata avevi una consapevolezza diversa.

“Non ho nulla contro le rotte scheggiate del passato. Fanno parte della storia dell'arrampicata e non dovrebbero essere cambiati. Sfortunatamente, i percorsi con ovvie manipolazioni sono ancora in costruzione oggi. Anche con fori praticati che consentono salite simili a scale. Penso che questo sia qualcosa che deve finire. Ho un'opinione piuttosto forte su questo".

Video: Adam Ondra esegue il test su strada Just Do it su Smith Rock
Adam Ondra tenta la via a vista Fallo a Smith Rock, una via con prese parzialmente scheggiate. (Immagine: pool di contenuti AO)

D'altra parte, spesso accade che la roccia cattiva debba essere rinforzata con la colla in modo che le scaglie sciolte non si rompano. Ondra è il nome dell'area di arrampicata spagnola Santa Linya ad esempio: “Invece di praticare semplicemente dei fori, usiamo la colla per realizzare il scelto (inglese per bad rock) per rinforzare. La domanda è: vale la pena esplorare i percorsi nel scelto creare con molta colla? È forse meglio lasciar perdere?"

"La domanda è: ne vale la pena?

Creare percorsi con molta colla?

È forse meglio?

lascialo stare?"

Adam Ondra

Un appello per il riciclaggio residuo

Dalla sua esperienza vale la pena. Non da ultimo perché lo vede come un aspetto globale: "Può anche valere la pena per motivi ambientali: non è necessario viaggiare per il mondo per una buona giornata di arrampicata".

L'appello per il riciclaggio residuo alle porte è comprensibile, solo: Santa Linya è in Spagna e non nella Repubblica Ceca ... Ondra quindi a quanto pare viaggia dall'altra parte del mondo per scalare nel “choss”. La sua regola personale è usare meno colla possibile, scrive.

Adam Ondra si unisce alla via 9b Neanderthal a Santa Linya
Adam Ondra si unisce alla via 9b Neanderthal a Santa Linya. (Immagine: arte del percorso)

“Assicurare una bilancia che regge a malapena il proprio peso crea per me una presa artificiale. Anche così, creare nuove vie è un sacco di lavoro e dovremmo salutare tutti i ragazzi e le ragazze che stanno lavorando duramente sulla roccia e creando vie con cui tutti possiamo divertirci. D'altra parte, è una questione etica molto difficile stabilire linee guida chiare su cosa va bene e cosa no".

“Se tutte le rotte di El Cap come

scheggiato?"

Adam Ondra

Infine, Ondra osa l'esperimento mentale El Cap: "Tutte le vie di El Cap dovrebbero essere viste come scheggiate?", chiede in considerazione del fatto che quasi ogni fessura in Yosemite mostra tracce di arrampicata tecnica - in senso stretto, i cosiddetti "pinscars". " potrebbero essere chiamati "pinscars" Guarda le maniglie artificiali e quindi scheggiate.

Decidi caso per caso

Ondra parla più volte a favore o contro certe pratiche, il che a prima vista dà al testo l'apparenza di un posizionamento chiaro. A un esame più attento, tuttavia, è più una combinazione di posizioni ben note sospese dagli esempi X, Y, Z, a volte un po' erratiche o addirittura contraddittorie.

Ad esempio, quando il ceco suona comprensivo nella prima parte del testo quando spiega che molti buchi in Margalef sono così taglienti che sarebbe impossibile arrampicarsi senza carteggiarli. Nell'ultima sezione, invece, c'è la frase: “La cosa peggiore è cambiare le maniglie esistenti. Questo è irreversibile".

Ciò dimostra che il tema della scheggiatura è molto più complesso. Con una condanna generale della manipolazione della maniglia non si rende giustizia alla questione. Bisogna sempre considerare il singolo caso.

Potresti essere interessato a:

+++

Crediti: immagine di copertina Bernardo Gimenez

Attuale

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.