Attrezzatura da trail running: di cosa hai bisogno?

Il trail running non è più uno sport di nicchia. Il seguito entusiasta cresce da anni. In questo articolo scoprirai cosa serve per iniziare a praticare il trail running e a cosa dovresti prestare attenzione quando si tratta di attrezzatura.

Questo post è presentato da Scott, Mammut e Hydrapak

Sia nelle aspre alte montagne che nei boschi di conifere locali: Trail running gode di grande popolarità. Sempre più persone apprezzano la libertà di non correre su superfici asfaltate e di vivere invece un'esperienza intensa nella natura. Oggi, insieme alla trail runner Scott Maria Christen e all'atleta Mammut Nicolas Hojac, daremo uno sguardo più da vicino all'attrezzatura necessaria per il trail running.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Sommario – Attrezzatura per il Trail Running

Sempre più persone si godono la natura scappando dai sentieri battuti. Immagine: mammut
Sempre più persone si godono la natura scappando dai sentieri battuti. Immagine: mammut

Ecco come iniziare con il trail running

"Il bello del trail running è che praticamente non devi avere requisiti speciali", dice Nicolas Hojac. L'alpinista professionista ha iniziato a praticare il trail running ben dieci anni fa. L'incentivo per lui è sempre stato l'allenamento per l'alpinismo.

Per iniziare non è necessario che si tratti di tour ripidi ed esposti. In ogni caso, i bei prati alpini e i bellissimi boschi di larici sono quasi più adatti.

Nicolas Hojac

“Ma la cosa più importante è che ti diverta. E con una certa motivazione di base puoi migliorare da solo”. Maria Christen è pienamente d'accordo con questo. “È estremamente importante che tu ti diverta e ti piaccia stare nella natura.”

L'atleta Scott consiglia ai principianti di procedere lentamente e di migliorare passo dopo passo. "Ora ci sono sentieri molto belli e sviluppati che sono perfetti per le tue prime corse."

Le scarpe stabili con una buona presa sono il punto di forza del trail running in quanto collegamento tra il piede e il terreno. Immagine: Scott
Le scarpe stabili con una buona presa sono il punto di forza del trail running in quanto collegamento tra il piede e il terreno. Immagine: Scott

Scarpe e abbigliamento da trail running

Anche se la varietà di prodotti è cresciuta con la popolarità del trail running, iniziare è ancora una soglia molto bassa. Ciò di cui hai bisogno è una scarpa adatta con una suola adatta. Maria Christen osserva ripetutamente che le persone vanno in giro con normali scarpe da corsa. Questo non è male di per sé. "Ma soprattutto se non ci sei abituato, una buona scarpa con un buon profilo è estremamente importante."

La gomma nella suola è il collegamento tra te e il terreno. Su terreni esposti, questa può rapidamente diventare la tua assicurazione sulla vita. La vecchia neve ghiacciata può diventare rapidamente pericolosa con le scarpe da ginnastica.

Nicolas Hojac

Le scarpe da trail running differiscono notevolmente dalle classiche scarpe da corsa. Le differenze sono più evidenti nel profilo, che di solito è molto pronunciato. Inoltre, a seconda dell'area di utilizzo, le scarpe da trail running sono progettate diversamente in termini di supporto, stabilità e protezione.

Mammut Aenergy TR5:
Gilet leggerissimo per il trail running

Mammut Aenergy TR 5 da donna

Questo gilet è il compromesso d'oro tra comfort e funzionalità: gli spallacci ergonomici completano la costruzione ultraleggera. La tasca posteriore, due morbidi porta borracce, uno scomparto per il sistema di idratazione più due tasche ad accesso rapido offrono molto spazio. Tutte le parti della collezione trail running Mammut sono decarbonizzate al 100%.

Quando si tratta di abbigliamento, vale la pena prestare attenzione alla traspirabilità e alla gestione dell'umidità. È altrettanto importante che Maria Christians sia preparata se il tempo cambia in montagna. Ecco perché, ad esempio, porta sempre con sé una giacca leggera da trail running, una fascia per capelli e una piccola farmacia. Allo stesso modo si occupa Nicolas Hojac, il quale, da alpinista esperto, sa quanto l'avvicinarsi di un temporale o di un maltempo possa portare a grossi problemi.

Quando si tratta di abbigliamento, vale la pena prestare attenzione alla traspirabilità e alla gestione dell'umidità. Immagine: mammut
Quando si tratta di abbigliamento, vale la pena prestare attenzione alla traspirabilità e alla gestione dell'umidità. Immagine: mammut

È bello essere leggeri e veloci in montagna, ma le riserve di sicurezza non sono molto grandi a causa del materiale leggero e dello stile minimalista.

Nicolas Hojac

Non esiste l'abbigliamento perfetto per il trail running, soprattutto perché durante una corsa possono verificarsi grandi differenze di temperatura. A ciò si aggiungono le marcate fluttuazioni che le stagioni portano con sé. Gli apparecchi multistrato hanno il vantaggio che il bilancio termico può essere regolato più facilmente.

Zaino da trail running vs. gilet

Oggigiorno esistono sistemi di trasporto piuttosto sofisticati per portare con sé l'attrezzatura più importante durante le corse. Gli zaini da trail running spaziano dagli zaini classici ai gilet minimalisti. Maria Christen, che si è unita al team di trail running di Scott due anni fa e da allora corre con successo nelle Skyrunner World Series, consiglia quest'ultima.

I gilet da trail running offrono un buon supporto e sono super comodi per fare jogging.

Maria Cristiani

Alla fine, anche qui dovrebbe essere decisivo il campo di applicazione più comune. Ad esempio, per stabilire i record di velocità sull'Eiger, sul Mönch e sulla Jungfrau insieme ad Adrian Zurbrügg, Nicolas Hojac ha utilizzato uno zaino leggero basato sul principio del gilet.

Gli zaini e i gilet da trail running sono generalmente molto leggeri, ben aderenti e hanno un volume da 5 a 15 litri. Oltre allo scomparto principale, di solito dispongono di altri scomparti rapidamente accessibili, supporti per bevande e possibilità di fissaggio per bastoncini.

I moderni gilet da trail running sono ultraleggeri, aderiscono in modo molto compatto al corpo e si notano appena durante la corsa. Immagine: mammut
I moderni gilet da trail running sono ultraleggeri, aderiscono in modo molto compatto al corpo e si notano appena durante la corsa. Immagine: mammut

Scott Supertrac Speed ​​RC
Scarpa da trail running performante per qualsiasi terreno

Scarpa da trail running Scott_vedi pagina

Scott ha una scarpa per ogni terreno. La Supertrac Speed ​​RC è la scarpa ideale per tutto, dalla corsa in montagna ai percorsi a ostacoli. Grazie alla nuova suola ferma e robusta non perderai mai aderenza. Fangoso o roccioso, pioggia o neve, ti accompagna con qualsiasi tempo. Una cosa è certa: con questa scarpa robusta puoi muoverti velocemente. 

Sistemi di idratazione: sacche per bere, borracce & Co.

Anche Maria Christen e Nicolas Hojac hanno qualcosa da bere con loro durante le corse più lunghe. La donna di Uri apprezza le borracce flessibili, che di solito vengono portate nelle tasche sul petto degli zaini e dei gilet da trail running e sono quindi rapidamente accessibili.

Trovo che le borracce siano molto pratiche perché puoi cambiarle e riempirle molto velocemente.

Maria Cristiani

La maggior parte dei giubbotti e degli zaini progettati per il trail running sono compatibili anche con le sacche di idratazione. Le borse per l'acqua con tubo per bere, originariamente progettate per la bicicletta, possono essere particolarmente interessanti per chi ha molto bisogno di bere grazie al loro volume maggiore.

Ci sono anche borracce leggere che puoi riempire, che possono essere trasportate, ad esempio, con le apposite cinghie.

Il cibo – individuale come ogni persona

Chiunque spinga regolarmente i propri limiti personali durante l'attività fisica conoscerà la sensazione quando all'improvviso non funziona più nulla. "Un periodo di fame può arrivare molto rapidamente", dice Maria Christen. Per questo motivo è ancora più importante avere qualcosa da mangiare con sé, soprattutto durante i tour lunghi e remoti.

Hydrapak Velocity 1.5 litri
Sacca idratante ultraleggera per il trail running

HP23_velocity_1_5L_front_WebRes.png

Velocity è la sacca di idratazione più leggera di Hydrapak ed è volutamente mantenuta minimalista. Con il suo profilo sottile, si adatta più comodamente a gilet e zaini. Il tubo per bere può essere facilmente rimosso e la valvola di arresto automatico previene le perdite. Grazie alla sua apertura extra ampia, la Velocity può essere ricaricata rapidamente anche in viaggio.

L’alimentazione nello sport è un argomento molto complesso che non vogliamo approfondire in questa sede. "È importante scoprire da soli cosa funziona e cosa no", afferma Maria Christen. Anche se pratica trail running in modo molto intenso ormai da due anni, sta ancora provando.

Nelle gare a volte può essere un gel. In sostanza per me è meglio il cibo solido come il Biberli.

Maria Cristiani
Il trail running su terreni impraticabili non solo è faticoso, ma costa anche molta energia. Lo spazio di archiviazione deve essere riempito presto, soprattutto nei lunghi periodi. Immagine: Scott
Il trail running su terreni impraticabili non solo è faticoso, ma costa anche molta energia. Lo spazio di archiviazione deve essere riempito presto, soprattutto nei lunghi periodi. Immagine: Scott

Navigazione

Sono numerosi i gadget a disposizione dei runner per il trail running. Gli orologi sono quasi una delle basi. Maria Christen registra il suo allenamento con un orologio GPS e invia i dati direttamente al suo trainer tramite un'app.

Resta da vedere se questo abbia senso o sia necessario per i principianti. Tuttavia, avere la possibilità di leggere la propria frequenza cardiaca sul polso, ad esempio, può aiutare i corridori inesperti a non affrontare troppo velocemente l'avventura del trail running. Perché - e qui Maria Christen e Nicolas Hojac sono ancora una volta d'accordo - un tipico errore del principiante è non ascoltare il proprio corpo e sopravvalutarsi.

Il corridore attivo vede i vantaggi degli orologi GPS anche nel campo della sicurezza: "Se non conosci una zona o se il tempo cambia, è utile se puoi navigare e orientarti con un orologio GPS."

Partner di contenuti

Questa serie in cinque parti sul trail running è presentata da Mammut e Scott

Logo mammut

Mammut è un'azienda svizzera di outdoor fondata nel 1862 che offre prodotti di alta qualità ed esperienze di marchio uniche agli appassionati di sport di montagna di tutto il mondo. Il marchio premium leader a livello mondiale è sinonimo di sicurezza e innovazione rivoluzionaria da 160 anni. I prodotti Mammut combinano funzionalità e prestazioni con un design contemporaneo. Con la combinazione di hardware, scarpe e abbigliamento, Mammut è uno dei fornitori più completi nel mercato outdoor. Mammut Sports Group AG opera in circa 40 paesi e impiega circa 800 persone.

SCOTT_LOGO_BLACK-sm

Scott Sports è leader nello sviluppo, produzione, distribuzione e commercializzazione di prodotti ad alte prestazioni per ciclismo, sport invernali, sport motoristici e corsa. Innovazione, tecnologia e design sono l'essenza dei prodotti Scott e la visione degli ingegneri e dei designer.
Il portafoglio marchi comprende Syncros, Bergamont, Bold Cycles, Unparallel, Dolomite, Powderhorn, Bach e Lizard. Ricerca e sviluppo, marketing e vendite sono gestiti dalla sede centrale di Givisiez, in Svizzera. Scott impiega più di 1500 persone in tutto il mondo e opera in più di 100 paesi.

Logo HydraPak

Dal 2001 Hydrapak è sinonimo di sistemi di idratazione flessibili e ad alte prestazioni che accompagnano in modo affidabile gli atleti nelle loro avventure. Il design e le attrezzature incentrati sulle prestazioni di Hydrapak sono concentrati sull'essenza delle prestazioni funzionali. Hydrapak si è guadagnato la sua reputazione sui sentieri polverosi del deserto e sulle cime ghiacciate delle montagne. Le partnership con Salomon e Osprey sono il massimo sigillo di qualità. Hydrapak non solo fornisce i propri marchi partner, ma lavora a stretto contatto con loro anche durante la fase di progettazione e sviluppo.

Attuale

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Rara salita del Trad-Testpiece Into the Sun di Zangerl (8c+)

Prima Trad e poi Into the Sun (8c+): Andreas Hofherr ripete la via di Zangerl nella Murgtal.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood