Brutti runout e cadute da 30 metri: Louis Gundolf libera Projekt Lama (250m, 8c+)

Con Projekt Lama (22m, 250c+), il 8enne professionista tirolese Louis Gundolf non solo libera una delle vie di più tiri più difficili del mondo, ma anche uno degli ultimi progetti lasciati alle spalle dall'eccezionale scalatore David Lama .

Progetto Lama (250m, 8c+) si trova a 2.400 metri di altitudine sulla parete sud del Laserz a Lienz, nel Tirolo Orientale. Terreno strapiombante e protezione molto scarsa caratterizzano la linea che David Lama Aperta dal 2013 al 2014 con pochi partner e molte salite in solitaria e in libera fino alla lunghezza chiave valutata 8c+. Il 14 agosto 2023 il giovane scalatore professionista riesce nell'impresa Luigi Gundolfper completare questo progetto e salire tutti i tiri in libera.

10 anni dopo la prima salita di David Lama, Louis Gundolf riesce a realizzare la prima salita in libera del Projekt Lama (250m, 8c+). Immagine: Matteo Mocellin
10 anni dopo la prima salita di David Lama, Louis Gundolf riesce a realizzare la prima salita in libera della via di più tiri estremamente impegnativa Projekt Lama (250m, 8c+). Immagine: Matteo Mocellin

«Ho percorso con successo la via insieme a mio padre e alla guida alpina Alfred Dworak il 14 agosto 2023. Anche se durante la pianificazione del progetto ero spesso da solo, cioè con il Grigri convertito, era difficile trovare partner che mi accompagnassero "solo" tutto il giorno per assicurarmi", dice Louis Gundolf dopo la sua prima salita di Projekt Lama. 

Cadute spaventose

La difficoltà della via è quella di arrampicare in libera su tutte le lunghezze. Questo è stato anche un punto chiave per Gundolf: «Non sono mai riuscito a riprendermi del tutto dalla via prima in parete. Ci sono state anche delle cadute davvero spaventose perché le soste intermedie a volte erano molto distanti tra loro."

La mia caduta più lunga è stata di 30 metri

Luigi Gundolf

Ecco perché si affidava solo a bravi colleghi e assicuratori che sapevano cosa stavano facendo e di cui si fidava. «Grazie ancora a tutti i KIOT del Tirolo Orientale per tutto il supporto e la calorosa accoglienza nella vostra piccola comunità!»

Nel Projekt Lama (250m, 8c+) ci sono solo quattro spit - anche se sei nella migliore condizione mentale, hai bisogno di qualche "amico" in più. Immagine: Matteo Mocellin
Nel Projekt Lama (250m, 8c+) ci sono solo quattro spit - anche se sei nella migliore condizione mentale, hai bisogno di qualche "amico" in più. Immagine: Matteo Mocellin

Project Lama: strapiombante, tosto, scarsamente assicurato

Il Progetto Lama attraversa la parete sud del Laserz su un terreno continuamente strapiombante. Ad un'altezza della parete di circa 250 metri con 8 lunghezze di corda ciascuna, sulla via ci sono solo quattro spit. Il percorso è in gran parte da assicurare con cunei e friends. Alcuni dei ganci colpiti sono ancora realizzati dallo stesso David Lama.

Allo stesso modo, 100 metri a sinistra del Progetto Lama c'è il percorso Safety Discussion, noto per la sua esposizione e noto per essere una sfida mentale. Louis Gundolf è abituato alla salita e alle rocce. Essendo una delle tre persone al mondo, lo ha completato con Jonathan Lechner nel secondo tentativo nel 2021. La prima salita è stata effettuata nel 2012 da David Lama. 

Ritratto di Louis Gundolf
Con Projekt Lama, il 22enne scalatore professionista Louis Gundolf ha salito in libera per la prima volta una delle vie lunghe più difficili al mondo. Immagine: Matteo Mocellin

Mentalmente abbastanza in forma per un'arrampicata rischiosa

Con la conclusione positiva del progetto Lama, il 22enne originario di Pitztal in Tirolo pone la prossima pietra miliare nella sua carriera. Louis Gundolf ha sfruttato ogni minuto libero per questo: "Ho provato la via per la prima volta la primavera scorsa e, quando non c'erano allenamenti o gare di squadra, andavo sempre lì con la mia vecchia Golf per salire la via."

Lo scorso autunno sono arrivato per la prima volta al punto in cui mi sono reso conto che mentalmente ero abbastanza in forma e potevo arrampicare liberamente e assumendo rischi sia su terreno alpino che nell'arrampicata sportiva.

Luigi Gundolf

Ma non era ancora pronto fisicamente. "Così ho sfruttato l'inverno per allenarmi il più possibile in vista delle mie gare, ma ho sempre avuto in mente il progetto Lama."

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Quando abbiamo lanciato la rivista di arrampicata Lacrux, abbiamo deciso di non introdurre un paywall perché vogliamo fornire al maggior numero possibile di persone che la pensano allo stesso modo notizie dalla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++

Crediti: immagine di copertina Matteo Mocellin

Attuale

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.

Guarda l'episodio Sleeping Lion di Reel Rock con Chris Sharma gratuitamente

Accompagna Chris Sharma nel suo mega progetto Sleeping Lion dagli innumerevoli tentativi di pianificazione fino alla realizzazione finale.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Fai 3 su 1: arrampicata, sci alpinismo e ciclismo con un casco

Certificazione multipla, funzione protettiva, standard importanti: cinque fatti importanti quando si acquista un casco per gli sport di montagna.

Jorge Díaz-Rullo ripete Il leone dormiente

Leone dormiente per la terza volta: il forte spagnolo Jorge Díaz-Rullo ripete la nuova kingline di Chris Sharma a Siurana.

La cavalcata di Adam Ondra sull'onda del successo

Viaggio di arrampicata riuscito: dopo aver scalato Bon Voyage, Adam Ondra segna altre vie difficili sulla via di casa.