Jakob Schubert infortunato: acute lamentele dal tentativo di 9c

Jakob Schubert ha problemi al tendine del bicipite. Dopo la sua deviazione a Céüse e il controllo della bibliografia del percorso 9c, le lamentele sono state acute. Puoi saperne di più su questo e quale ruolo giocano gli scacchi in questo nel rapporto personale del professionista di arrampicata austriaco.

Un rapporto di Jakob Schubert

Se i campionati austriaci di arrampicata di Stato si svolgeranno dal mercoledì al sabato di questa settimana, rinuncerò alla gara di bouldering e di combinazione a causa di un sovraccarico del tendine del bicipite nel braccio destro e un piccolo strappo e partirò solo venerdì.

Quest'anno è stregato: prima il blocco, le Olimpiadi sono rinviate e ora alla fine dell'estate non posso scalare tutte le discipline ai campionati nazionali a causa di un'infiammazione acuta. Mi piace sempre il bouldering soprattutto a livello nazionale e la velocità è la disciplina in cui vedo il maggior potenziale di sviluppo.

Per consolazione posso almeno fregare la gara di boulder, osservare da vicino i tracciatori e avere una prima visione di questi processi.

Non vedo l'ora! Quindi sono molto vicino e posso ancora proteggere il mio braccio.

Jakob Schubert deve fare a meno di tali pose per il momento. (Immagine Moritz amante)
Jakob Schubert deve fare a meno di tali pose per il momento. (Immagine Moritz amante)

Con lo sforzo veloce - tipico del bouldering e della velocità - il dolore è più intenso e sono soprattutto i giorni dopo una gara che i picchi di dolore del giorno precedente sono davvero evidenti.

Non è sempre la mossa più diretta che porta all'obiettivo.

Conosciamo il classico gomito del golf o del tennista: è così che puoi immaginare il dolore che si trova direttamente alla base del tendine del bicipite nel gomito. Dal mio viaggio a Ceüse e dalla prima volta che ho conosciuto la via 9c di Alex Megos bibliografia questo handicap è acuto e cerco di utilizzare la terapia con onde d'urto, fisioterapia ed esercizi mirati per favorire la rimozione del fluido nella zona infiammata.


Jakob Schubert in un'intervista sulla bibliografia del percorso


Da un lato, ora è importante stare un po 'più immobili per supportare il processo di guarigione; dall'altro, il tendine deve sapere cosa deve sopportare e dovrebbe anche essere sfidato regolarmente in questa fase.

Negli scacchi si parlerebbe di un classico stallo. O è arrocco?

Ho appena (ri) scoperto la mia gioia negli scacchi e trovo affascinante vedere quanto sembra essere inesauribile il margine di miglioramento. Sono certamente una persona ambiziosa, questo mi contraddistingue anche come atleta, e gli scacchi sono uno dei giochi più complessi che ho visto nella mia vita.

In effetti, non gioco molto, guardo solo diverse aperture e mosse, solo per migliorare.

Fin da bambino, mi piacevano molto i giochi in cui dovevi pensare in modo strategico.

In un certo senso c'è sicuramente l'uno o l'altro parallelo all'arrampicata e nella mia situazione attuale la decisione riguardo l'ÖM si basa su un passaggio strategico verso una pianificazione a più lungo termine. Non voglio e non posso correre il rischio che lo strappo si trasformi in una demolizione e che correrò come Popeye. Devo sfruttare al meglio il tempo a disposizione perché il 2021 sarà un anno difficile, si spera!

La scacchiera da viaggio aspetta almeno tanto di essere utilizzata in tutto il mondo quanto me!

Questo potrebbe interessarti

+++
Crediti: immagine di copertina Moritz amante

Attuale

Ai Mori e Colin Duffy vincono la Coppa del Mondo Lead a Chamonix

La Coppa del Mondo Lead di Chamonix 2024 è storia: il giapponese Ai Mori e l'americano Colin Duffy hanno vinto la medaglia d'oro.

Questi 68 scalatori sono qualificati | Giochi Olimpici di Parigi

Quali scalatori sono qualificati per i Giochi Olimpici? Te lo raccontiamo in questo articolo.

Nuovo record di velocità sugli 8000m: Vadim Druelle scala il Nanga Parbat in 15 ore e 15 minuti

Il giovane francese Vadim Druelle scala il Nanga Parbat in 15 ore e 15 minuti, battendo di 5 ore il precedente tempo più veloce conosciuto.

Philipp Geisenhoff: “Finora è stata la mia giornata migliore nel boulder”

Che giornata per Philipp Geisenhoff: il forte svizzero scala quattro massi duri fino a 8B+ nelle Rocklands.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Ai Mori e Colin Duffy vincono la Coppa del Mondo Lead a Chamonix

La Coppa del Mondo Lead di Chamonix 2024 è storia: il giapponese Ai Mori e l'americano Colin Duffy hanno vinto la medaglia d'oro.

Questi 68 scalatori sono qualificati | Giochi Olimpici di Parigi

Quali scalatori sono qualificati per i Giochi Olimpici? Te lo raccontiamo in questo articolo.

Nuovo record di velocità sugli 8000m: Vadim Druelle scala il Nanga Parbat in 15 ore e 15 minuti

Il giovane francese Vadim Druelle scala il Nanga Parbat in 15 ore e 15 minuti, battendo di 5 ore il precedente tempo più veloce conosciuto.