Agitare correttamente le braccia nel punto di appoggio durante l'arrampicata | 7 consigli

Ogni alpinista sa che dovresti usare i punti di appoggio per scuotere le braccia. Ma wie agiti correttamente? Ti mostriamo sette punti che dovresti considerare quando scuoti.

Il superamento di una certa soglia di capacità massima per una distanza maggiore compromette il flusso sanguigno negli avambracci. A circa il 50% della capacità massima, il flusso sanguigno è completamente interrotto. In questa situazione, né l'ossigeno viene trasportato agli avambracci, né il lattato e altri prodotti metabolici vengono rimossi.

Grazie alla giusta tecnica, ottieni di più dalla posizione di riposo. (Immagine Dimitri Tosidis/IFSC)
Grazie alla giusta tecnica, ottieni di più dalla posizione di riposo. (Immagine Dimitri Tosidis/IFSC)

Chiunque si arrampichi in questo stato per troppo tempo avrà gli avambracci pompati. Fortunatamente, su molte vie di arrampicata ci sono punti di riposo dove puoi scuotere gli avambracci e quindi abilitare e stimolare nuovamente la circolazione. Quando si tratta di scuotere, tuttavia, dipende dalla tecnica giusta. Un punto che spesso viene dimenticato: quando tremi, non solo tenere il braccio in basso, ma anche in alto!

Visualizza annunci Rectangle_Trailrunning

Come faccio a scuotere correttamente durante l'arrampicata?

  1. Quando arrivi al punto di riposo, cerca di rallentare consapevolmente il respiro e rilassati.
  2. Il braccio che tiene dovrebbe essere dritto se possibile.
  3. Cambia il braccio che stai scuotendo a brevi intervalli di 5-10 secondi. In caso contrario, il braccio che non viene scosso si richiuderà.
  4. A turno, tieni il braccio che stai scuotendo su quando trema. La gravità supporta la rimozione dei prodotti metabolici.
  5. Quando tremi, cerca di trattenerti con il mignolo, l'anulare e minimamente con il medio. Questo allevia l'indice e il medio.
  6. Quando cambi braccio, spesso vale la pena cambiare anche la tua posizione di pedalata in modo che il tuo baricentro sia il più vicino possibile alla roccia.
  7. Prima di continuare a salire, aumenta di nuovo la frequenza respiratoria. Utile anche, anche se non per tutti: urla e urla prima di iniziare a salire per entrare in «modalità combattimento».

Buona fortuna con la salita!

Questo potrebbe interessarti

Ti piace la nostra rivista di arrampicata? Al lancio di LACRUX, abbiamo deciso di non introdurre un paywall. Rimarrà tale perché vogliamo fornire a quante più persone affini le notizie sulla scena dell'arrampicata.

Per essere più indipendenti dalle entrate pubblicitarie in futuro e per offrirti contenuti ancora più numerosi e migliori, abbiamo bisogno del tuo supporto.

Pertanto: aiuta e supporta la nostra rivista con un piccolo contributo. Naturalmente beneficiate più volte. Come? Lo scoprirai qui.

Non perderti nulla: ricevi la nostra newsletter

* obbligatorio
Interessen

+++
Crediti: immagine di copertina Jan Virt / IFSC

Attuale

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.

Enorme frana sul Piz Scerscen

Sul Piz Scerscen in Engadina domenica mattina presto si sono staccati oltre un milione di metri cubi di roccia e ghiaccio.

La prima lampada frontale modulare al mondo: Silva Free

Novità lampada frontale: Silva Free è la prima lampada frontale modulare che può essere assemblata a seconda dell'attività sportiva di montagna pianificata.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Trail running come allenamento per alpinisti: oggi vedremo più da vicino se e come la corsa ha benefici per l'alpinismo.

Ricordi di David Lama nel 5° anniversario della sua morte

5° anniversario della morte di David Lama, Hansjörg Auer e Jess Rosskelley. In ricordo di tre fenomeni eccezionali dell'alpinismo moderno.

Enorme frana sul Piz Scerscen

Sul Piz Scerscen in Engadina domenica mattina presto si sono staccati oltre un milione di metri cubi di roccia e ghiaccio.

1 commento

  1. Grazie,
    Bella collezione.

    Al punto 7, invece, a mio avviso, la tutela dell'ambiente si scontra con lo sport e l'idea di performance.

    Il rumore è anche un modo per danneggiare l'ambiente, le altre persone e gli animali.
    Mentre può andare bene nella palestra di arrampicata, a volte è sconcertante e spesso inquietante sulla roccia quando i "giovani Ondras" urlano o ruggiscono ad ogni movimento.

    Naturalmente, parte dell'arrampicata pesante è rifocalizzarsi dopo un punto di riposo. E trovo anche che fare un suono possa aiutare. Ma preferirei scegliere un termine come "espirazione rumorosa o ringhio al muro"...

    Per continuare l'argomento delle urla alla roccia:
    Certo, le emozioni fanno parte dello sport, arrampicata compresa. Ovviamente capita che qualcuno urli per la rabbia per una caduta o per la gioia di arrampicarsi. A volte, tuttavia, sembra molto ritualizzato con le persone o molto copiato dagli idoli a cui si può sicuramente pensare se tutti dovessero urlare.
    I tiri duri a volte creano automaticamente un forte rumore o aiutano a espirare rumorosamente. Ma la maggior parte di noi scala vie in cui non tutti i movimenti sono al limite...

    I rumori e un certo volume fanno parte degli assembramenti di persone; Incoraggiamento all'esercizio. Tuttavia, sono del parere, anche in termini di accettazione dell'arrampicata in natura da parte di ambientalisti, escursionisti, altri scalatori e autorità, che noi scalatori dovremmo cercare di evitare rumori inutili. Siamo altrettanto sfidati a tenere conto di altri interessi qui come quando parcheggiamo sulla roccia o pernottiamo con i nostri camper...

    Forse questi pensieri non vanno bene come commento sotto un articolo su come agitare al meglio le braccia sulle vie, ma l'articolo ha evocato immagini nella mia mente di ancora più persone che "urlano e urlano" sulla roccia...

    Mi piace leggere il tuo sito, continua così, i migliori saluti

Commenta l'articolo

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui