Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti?

Quasi nessuno ha utilizzato il trail running con tanta costanza per mettersi in forma per i suoi grandi progetti come Ueli “The Swiss Machine” Steck. Questo rende automaticamente il trail running l’allenamento ideale per gli alpinisti? Oggi vogliamo esaminare proprio questa questione più in dettaglio.

Questo post è presentato da Mammut, Scott e Hydrapak

I progetti di velocità sono una forma di alpinismo. La capacità di muoversi in montagna in modo rapido, efficiente e soprattutto sostenibile affascina sia i professionisti che i non addetti ai lavori. Qualcosa di simile è nel Trail running osservare. Sembra esserci una certa sovrapposizione tra i due sport. Volevamo sapere dall'alpinista professionista Nicolas Hojac e dalla trail runner Maria Christen quali vantaggi vedono nel trail running per l'alpinismo.

Rectangle_Knatsch in Magic Wood

Sommario – Il trail running come allenamento per gli alpinisti

Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti? Maria Christen durante l'Ultrak Zermatt. Immagine: briansharpcreates
Il trail running è l’allenamento perfetto per gli alpinisti? Maria Christen durante l'Ultrak Zermatt. Immagine: briansharpcreates

Alpinismo poliedrico

L’alpinismo è ufficialmente patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO dal 2019 ed è definito come “l’arte di scalare vette e pareti utilizzando le proprie forze fisiche e mentali. Gli ostacoli naturali, non artificiali, devono essere superati e i rischi devono essere valutati e accettati”.

Il modo di affrontarli è vario quasi quanto la selezione dei possibili obiettivi. Di conseguenza, non esiste L’alpinismo. Prendiamo come esempio l'Eiger: c'è un Dani Arnold che corre venti sulla parete nord in due ore, una Laura Tiefenthaler che scala in solitaria la Heckmair e l'alpinista dilettante che affronta la Märmelibahn sulla parete sud-est.

Tuttavia, le salite veloci, gli impressionanti tentativi in ​​solitaria e i grandi concatenamenti dei professionisti affascinano e ispirano a fissare i propri obiettivi e ad allenarsi costantemente per raggiungerli.

Ueli Steck aka The Swiss Machine ha strettamente collegato il trail running e l'alpinismo e quindi ha ispirato molti.
Ueli Steck aka The Swiss Machine ha strettamente collegato il trail running e l'alpinismo e quindi ha ispirato molti.

Oltre all'ambizione, all'esperienza, all'artigianato di base e al know-how tecnico, nell'alpinismo la forma fisica gioca un ruolo importante. Ueli Steck ha capito presto che un allenamento intensivo di corsa lo avrebbe aiutato a portare avanti i suoi ambiziosi progetti. Anche l'alpinista italiano d'alta quota Simone Moro si rivolge spesso ai suoi follower direttamente dai sentieri sui social media.

L'atleta Mammut Nicolas Hojac ha iniziato a correre sul trail ben 10 anni fa, ispirato da Ueli Steck, con il quale ha viaggiato molto.

All'inizio è stato un rapporto un po' di amore-odio, perché in realtà preferivo investire il tempo nell'arrampicata, ma l'allenamento di resistenza mi ha permesso di realizzare progetti più ambiziosi in montagna.

Nicolas Hojac

A seconda del progetto, il trail running per Nicolas Hojac copre fino a 3/4 del suo allenamento settimanale.

L'alpinista professionista dice di sé che non è mai stato un forte corridore e probabilmente non lo sarà mai. Ma con le sue abilità sui terreni tecnici, può facilmente trasferire la sua resistenza sui terreni alpini.

Scott Supertrac Speed ​​RC
Scarpa da trail running performante per qualsiasi terreno

Scarpa da trail running Scott_vedi pagina

Scott ha una scarpa per ogni terreno. La Supertrac Speed ​​RC è la scarpa ideale per tutto, dalla corsa in montagna ai percorsi a ostacoli. Grazie alla nuova suola ferma e robusta non perderai mai aderenza. Fangoso o roccioso, pioggia o neve, ti accompagna con qualsiasi tempo. Una cosa è certa: con questa scarpa robusta puoi muoverti velocemente. 

Cosa ti alleni con il trail running?

La corsa allena le gambe, dai muscoli del polpaccio alla parte anteriore e posteriore delle cosce fino ai muscoli dei glutei. Quest'ultimo è particolarmente impegnativo sui terreni ripidi poiché deve spingere tutto il corpo verso l'alto.

Inoltre, nella corsa in montagna la fase di volo è notevolmente più breve che su terreno pianeggiante e l'intero peso corporeo deve essere assorbito e accelerato nuovamente molto più spesso.

Inoltre, la corsa su terreni irregolari, soprattutto in combinazione con i rapidi cambi di direzione durante la corsa in discesa, mette alla prova e promuove l'intera muscolatura centrale, nonché la stabilità di caviglie, ginocchia e fianchi.

Il trail running allena i muscoli delle gambe e promuove anche la coordinazione e il passo sicuro. Immagine: Scott
Il trail running allena i muscoli delle gambe e promuove anche la coordinazione e il passo sicuro. Immagine: Scott

Somiglianze, vantaggi, confini

Maria Christen è finita nel trail running attraverso le gare di sci e lo sci di fondo. La sua carriera alpinistica è iniziata più tardi, quasi parallelamente ad essa. Per lei il trail running in sé non è l'allenamento ideale per tutti gli alpinisti, soprattutto perché la corsa non è per tutti. Tuttavia, considera il trail running un “ottimo allenamento” per se stessa.

Il trail running è resistenza, ma non solo. Ti aiuta molto anche in termini di coordinazione.

Maria Cristiani

"Non puoi semplicemente andare in giro senza pensare", sottolinea. Altrimenti è facile cadere, soprattutto quando si corre in discesa. Ed è proprio qui che vede un importante parallelo con l'alpinismo: bisogna essere concentrati e mantenere la testa completamente concentrata sul compito da svolgere.

Gilet ibrido Mammut Aenergy TR:
Protezione affidabile con un peso minimo

Gilet ibrido Aenergy TR WB Uomo_black_1012-00611-0001_main

Questo gilet ibrido ad asciugatura rapida protegge in modo affidabile la parte superiore del corpo. È antivento, durevole e un vero peso mosca. Il pannello elasticizzato sulla schiena consente la massima libertà di movimento, mentre il materiale a doppia trama allontana il sudore in un istante. Tutte le parti della collezione trail running Mammut sono decarbonizzate al 100%.

Nicolas Hojac ha viaggiato molto con Ueli Steck e durante questo periodo ha capito cosa si può ottenere in montagna con una buona resistenza. Inoltre, più andava avanti, più gli piaceva viaggiare velocemente.

È davvero bello poter completare tour in un giorno mentre altri alpinisti impiegano più giorni.

Nicolas Hojac
Resistenza, capacità di concentrazione e coordinazione: sono numerosi gli aspetti del trail running che avvantaggiano gli alpinisti. Immagine: mammut
Resistenza, capacità di concentrazione e coordinazione: sono numerosi gli aspetti del trail running di cui gli alpinisti possono trarre beneficio in modo positivo. Immagine: mammut

A seconda dell'obiettivo per cui sta lavorando attualmente, il trail running e l'allenamento di resistenza rappresentano ora fino a 3/4 del suo allenamento settimanale. "È soprattutto la corsa in salita che mi avvantaggia in montagna e la corsa su terreni molto tecnici", sottolinea.

L'alpinista professionista vede le lunghe distanze nell'allenamento come secondarie, a meno che non si abbia un progetto specifico in questo ambito. Ma non fa mai male essere un po’ preparati per le lunghe salite.

Hydrapak Velocity 1.5 litri
Sacca idratante ultraleggera per il trail running

HP23_velocity_1_5L_front_WebRes.png

Velocity è la sacca di idratazione più leggera di Hydrapak ed è volutamente mantenuta minimalista. Con il suo profilo sottile, si adatta più comodamente a gilet e zaini. Il tubo per bere può essere facilmente rimosso e la valvola di arresto automatico previene le perdite. Grazie alla sua apertura extra ampia, la Velocity può essere ricaricata rapidamente anche in viaggio.

Rischi del “leggero e veloce”

Per quanto sia bello quando il trail running può ispirare l’alpinismo veloce e consentire obiettivi individuali, è importante tenere a mente i pericoli di “Fast & Light”. "È bello essere leggeri e veloci in montagna, ma le riserve di sicurezza non sono molto grandi a causa del materiale leggero e dello stile minimalista", avverte Nicolas Hojac.

La recente tragedia sulla Haute Route ha dimostrato ancora una volta quanto il rapido avvicinarsi dei temporali o il maltempo in montagna possano causare gravi problemi.

Ti spieghiamo ciò di cui hai bisogno per iniziare a praticare il trail running in sicurezza e a cosa dovresti prestare attenzione quando si tratta di attrezzatura prima parte di questa serie di trail running descritto.

Partner di contenuti

Questa serie in cinque parti sul trail running è presentata da Mammut e Scott

Logo mammut

Mammut è un'azienda svizzera di outdoor fondata nel 1862 che offre prodotti di alta qualità ed esperienze di marchio uniche agli appassionati di sport di montagna di tutto il mondo. Il marchio premium leader a livello mondiale è sinonimo di sicurezza e innovazione rivoluzionaria da 160 anni. I prodotti Mammut combinano funzionalità e prestazioni con un design contemporaneo. Con la combinazione di hardware, scarpe e abbigliamento, Mammut è uno dei fornitori più completi nel mercato outdoor. Mammut Sports Group AG opera in circa 40 paesi e impiega circa 800 persone.

SCOTT_LOGO_BLACK-sm

Scott Sports è leader nello sviluppo, produzione, distribuzione e commercializzazione di prodotti ad alte prestazioni per ciclismo, sport invernali, sport motoristici e corsa. Innovazione, tecnologia e design sono l'essenza dei prodotti Scott e la visione degli ingegneri e dei designer. Il portafoglio marchi comprende Syncros, Bergamont, Bold Cycles, Unparallel, Dolomite, Powderhorn, Bach e Lizard. Ricerca e sviluppo, marketing e vendite sono gestiti dalla sede centrale di Givisiez, in Svizzera. Scott impiega più di 1500 persone in tutto il mondo e opera in più di 100 paesi.

Logo HydraPak

Dal 2001 Hydrapak è sinonimo di sistemi di idratazione flessibili e ad alte prestazioni che accompagnano in modo affidabile gli atleti nelle loro avventure. Il design e le attrezzature incentrati sulle prestazioni di Hydrapak sono concentrati sull'essenza delle prestazioni funzionali. Hydrapak si è guadagnato la sua reputazione sui sentieri polverosi del deserto e sulle cime ghiacciate delle montagne. Le partnership con Salomon e Osprey sono il massimo sigillo di qualità. Hydrapak non solo fornisce i propri marchi partner, ma lavora a stretto contatto con loro anche durante la fase di progettazione e sviluppo.

Attuale

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.

Rara salita del Trad-Testpiece Into the Sun di Zangerl (8c+)

Prima Trad e poi Into the Sun (8c+): Andreas Hofherr ripete la via di Zangerl nella Murgtal.

Newsletter

Iscriviti subito alla nostra newsletter e rimani aggiornato.

Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno artificiale

Doppia salita di 8000 metri con stile: il polacco Piotr Krzyzowski scala il Lhotse e l'Everest senza ossigeno in bottiglia in meno di 48 ore.

Jonathan Siegrist con una dura prima salita: Anemology (9b)

Jonathan Siegrist apre la via 9b: il forte americano effettua la prima salita di Anemology nelle colline dello Utah.

Petra Klingler e Julien Clémence sono Campioni svizzeri di Boulder 2024

Petra Klingler vince il suo undicesimo titolo di campionessa svizzera di boulder. Julien Clémence ottiene la sua terza vittoria.
×Display 350x90_Knatsch in Magic Wood